Berisha sul mercato, l'Atalanta riparte da Gollini e sogna Meret. Tutti i giocatori sono uguale, ma qualcuno è più uguale di altri.

07.06.2018 19:15 di Luca Ronchi  articolo letto 5364 volte
Berisha sul mercato, l'Atalanta riparte da Gollini e sogna Meret. Tutti i giocatori sono uguale, ma qualcuno è più uguale di altri.

 

A poche ore, per non dire minuti, dall’annuncio del prolungamento del contratto di Pierluigi Gollini, che ha sottoscritto un accordo fino al 2023, dai Balcani, più precisamente dal Prizren Post, arriva la clamorosa notizia della messa sul mercato di Etrit Berisha.

“Berisha in vendita, l’Atalanta fissa il prezzo”, apre il portale balcanico, spiegando come per il futuro i nerazzurri abbiano deciso di affidarsi a Gollini e che lasceranno partire l’estremo difensore albanese soltanto per almeno 8 milioni di euro.

Nuovo contratto per Pierluigi Gollini con l'Atalanta. Il club, dopo averlo riscattato dall'Aston Villa per 4,3 milioni, adesso il portiere (che nella scorsa stagione ha collezionato 7 presenze in Serie A) ha firmato un contratto fino al 2023.

MERET- Il sogno nerazzurro per la porta si chiama Meret, portiere under 21 azzurro di proprietà dell'Udinese su cui si sono mosse Fiorentina e Roma. In caso di cessione di Berisha e Sportiello, l'Atalanta proverà a soffiare il portiere alla difficile concorrenza. 

BERISHA- Berisha non sarà certo un fenomeno, ma quante partite ha salvato il primo anno della splendida cavalcata nerazzurro al quarto posto? Poi la flessione capita a tutti e quella di Berisha non è stata assolutamente clamorosa come quella del Papu Gomez o di Petagna, ma loro sono gli intoccabili, quelli con personalità, i principini poco avvezzi alle critiche, mentre il portiere albanese, è sempre stato in silenzio nel bene e nel male.  Nelle poche partite in cui è incappato in qualche errore, è stato massacrato senza freni, mentre al Papu e Petagna sempre una carezza da leccapiedi. Ritengo Berisha un portiere da Atalanta, tra i pali molto forte, con limiti nelle uscite, ma se fosse perfetto, non giocherebbe a Bergamo. 

 Purtroppo l'errore del portiere viene ricordato di più rispetto a quello di un attaccante, soprattutto se uno di questi errori è costata forse l'eliminazione in Europa League con il Borussia.