E via con un altro nome: ora tocca a Mario Rui. Malinosvskyi prigioniero del club. Crystal Palace su Castagne. Colpani nel mirino del Pescara.

17.06.2019 06:29 di Luca Ronchi   Vedi letture
E via con un altro nome: ora tocca a Mario Rui. Malinosvskyi prigioniero del club. Crystal Palace su Castagne. Colpani nel mirino del Pescara.

Con la logica puoi arrivare a tutti se vuoi, Mario Rui in vendita perchè non può essere un obiettivo di decine di squadre e anche dell'Atalanta. Ci ho pensato dieci giorni fa, ma dirvi una cosa perchè la penso io, è ben differente da una notizia di mercato. No? Invece il Tuttosport senzA VERGOGNA fa una sfilza di nomi e poi per forza uno lo azzecca. Una volta che gli ingaggi sono fattibili, ogni giocstore è buono per l'Atalanta, con questo metodo vi posso fare mille nomi.

RUI- Non solo estimatori in Italia per Mario Rui. Secondo quanto rivela l'edizione odierna di Tuttosport, il difensore del Napoli piacerebbe, oltre a Milan e Atalanta, anche a Schalke 04 e Zenit San Pietroburgo che avrebbero effettuato più di un sondaggio sul giocatore.

Capito? Ci mettono 48490404 squadre sul giocatore e il gioco dei paraculi è bello che fatto. Secondo me, per il discorso che facevo l'altro giorno, Mario Rui andrà al Milan per ritrovare Gianpaolo e in un club che nonostante tutto, ha ancora per fama, brand, storia, ingaggi, obiettivi, visibilità mediatica etc etc molto più appeal dell'Atalanta. 

CASTAGNE- Sul terzino nerazzurro si è mosso anche il Crystal Palace. 

Ruslan Malinovskyi è uno dei nomi sui taccuini dell’Atalanta. Ma il centrocampista del Genk, nel corso di un’intervista concessa ai microfoni di hln.be, ha confessato di essere stato vicino al trasferimento alla Roma a gennaio: “La scorsa estate il Genk mi ha chiesto di restare per aiutarli a vincere il titolo. Avevano però promesso di non ostacolare un mio eventuale trasferimento quest’estate. A gennaio ho avuto la possibilità di andare alla Roma, ma ho rifiutato perché volevo mantenere la promessa fatta al mio club. Ora, però, il Genk non sta mantenendo la sua promessa, mi sento tradito. Ho 26 anni e desidero giocare in un contesto più grande”.

COLPANI- Continua la caccia ai baby nerazzurri freschi campioni d'Italia. Il pescara, società amica dei bergamaschi, avrebbe messo nel mirino Colpani dopo gli acquisti di Capone e Melegoni degli anni scorsi.