Gasperini ha preteso il totale controllo del mercato. Esclusiva: fatta per Gosens, ora tutto su Zapata, Petagna può partire. Il Napoli su Conti ma l'agente fa muro. Il Milan offre 17 mln. Cederlo subito! Ilicic, scatto Bologna (meglio). Migliaccio..

 di Luca Ronchi  articolo letto 4957 volte
Gasperini ha preteso il totale controllo del mercato. Esclusiva: fatta per Gosens, ora tutto su Zapata, Petagna può partire. Il Napoli su Conti ma l'agente fa muro. Il Milan offre 17 mln. Cederlo subito! Ilicic, scatto Bologna (meglio). Migliaccio..

I critici di professione se ne facciano una ragione, sarà un'estate dura per loro, avranno poco di cui lamentarsi sul mercato, anche se sono sicuro che qualcosa troveranno sicuramente, a partire dalle cessioni che vanno assolutamente fatte di fronte a certe cifre.

GOSENS- Dopo Cornelius, Falletti della Ternana, ecco il terzo acquisto dei nerazzurri a campionato non ancora concluso. Si tratta del difensore tedesco classe '94 dell'Heracles Almelo. squadra che milita in nell'Eredivise olandese. 

Gosens è un terzino sinistro di spinta che lavora molto bene in fase offensiva: le due reti messe a segno in campionato e soprattutto i 5 assist recapitati ai compagni sono un ottimo biglietto da visita. Il prezzo del suo cartellino si aggira intorno ai 2 milioni di euro.

ZAPATA-CONTI-  L'arrivo del terzino olandese è un altro segnale che Conti è sul piede di partenza e il Napoli si sa, è interessata da tempo all'esterno nerazzurro. I partenopei per arrivare al giocatore, potrebbero mettere sul piatto l'attaccante Duvan Zapata di ritorno da Udine per fine prestito. Gasperini ha preteso nel contratto, il controllo totale sul mercato (sarà contento Sartori), e Zapata è il giocatore ideale per il suo gioco: il colombiano gioca come Petagna, con l'aggiunta non indifferente di vedere la porta. Petagna resterà con Cornelius e Zapata? Dubito.

C'è un ostacolo però, perchè il procuratore di Conti è lo stesso del terzino albanese Hysaj del Napoli. Un agente non manderà mai due suoi assistiti che giocano nello stesso ruolo, nella stessa squadra, perchè uno dei due andrebbe a fare la riserva perdendo valore. Per questo è probabile che per Zapata, il Napoli potrebbe chiedere un altro giocatore, magari lo stesso Petagna, ma sono discorsi prematuri.

CONTI-MILAN- Non solo Kessie. Il Milan guarda in casa Atalanta anche per Andrea Conti, terzino di fascia destra che ha impressionato e non poco in questa stagione. Secondo quanto raccolto da TuttoMercatoWeb.com il club rossonero sarebbe pronto a formulare un'offerta da circa 17 milioni di euro per il giovane italiano, cercando di anticipare la concorrenza ed evitare in questo modo la possibile asta che potrebbe scatenarsi nei prossimi mesi. Su Conti resta vivo l'interesse di Bayern Monaco, Chelsea e Inter.

Al di là del fatto che in una difesa a 4, Andrea Conti ci azzecca poco o nulla, per 17 milioni, sarebbe folle non cederlo. Per una cifra del genere, ne trovo 30 di Andrea Conti sotto casa mia. Pensate che il 24enne Rodriguez, terzino nazionale svizzero del Wolfsburg, verrà pagato dai rossoneri 15 milioni, per Conti ne offrono 17. Pazzesco. 

ILICIC- Un futuro lontano da Firenze per Josip Ilicic che ha diverse pretendenti. Amir Ruznic, l'agente del giocatore viola, ieri ha incontrato il Bologna che - secondo quanto raccolto da Giorgia Cenni di Sky Sport - ha formulato la propria offerta per portarlo alla corte di Donadoni: la proposta rossoblù è di 1,3 milioni a stagione, mentre la richiesta è di 1,5. Un gap da colmare, un divario da limare, ma per il futuro di Ilicic è il Bologna che resta il favorito, avanti ad Atalanta e Sampdoria. 

SE L'Atalanta è interessata a certi tipi di giocatori, è chiaro che deve chiudere subito, o essere disposta ad alzare l'asticella dell'offerta. Inseguire un'asta per Ilicic, francamente, non lo consiglierei assolutamente. Un giocatore ormai alla ricerca di un contratto sicuro per fare gli ultimi anni in Italia e poi tornarsene a casa, ma non è certo il giocatore che stuzzica la fantasia dei tifosi. Kurtic potrebbe convincerlo a venire a Bergamo, ma speriamo prevalga il buon senso e la paura che il suo amicone viola, possa rubargli il posto da titolare. 

Lasciamolo pure al Bologna questo mediocre.

MIGLIACCIO- Chiudiamo con Migliaccio. Il giocatore ha detto che sarà il nuovo ds dell'Atalanta, ma questa cosa che i giocatori diventino automaticamente dirigenti non l'ho mai capito. Per quali meriti dovrebbe fare il ds? Quale gavetta ha fatto? E' come se Vettel, si mettesse a fare l'ingegnere o un corridore in bici a fare il meccanico. Le bandiere 8cosa che Migliaccio non è), sono la rovina dei club, fatta eccezione per Maldini e Zanetti.