La Roma piomba su Ilicic, grana Sportiello. Vendere tutti, e applicare la formuletta: blindare Gasperini (se vuole), prendere semisconosciuti, valorizzarli, rivenderli e crescere. Si libera Sabatini. Atalanta Viagra dei nonnetti

 di Luca Ronchi  articolo letto 3076 volte
La Roma piomba su Ilicic, grana Sportiello. Vendere tutti, e applicare la formuletta: blindare Gasperini (se vuole), prendere semisconosciuti, valorizzarli, rivenderli e crescere. Si libera Sabatini. Atalanta Viagra dei nonnetti

la Roma sta pensando alla prossima campagna acquisti, e tra gli obiettivi di Monchi spicca anche il nome di Josip Ilicic. L’attaccante sloveno dell’Atalanta è finito nel mirino dei giallorossi, ed il direttore sportivo spagnolo si è già messo al lavoro per cercare di portare a casa il risultato ed il giocatore nella prossima sessione di mercato.

SPORTIELLO-  Tiene banco la questione portieri in casa Fiorentina. Marco Sportiello, attuale estremo difensore titolare, che andrà riscattato dall'Atalanta per una cifra attorno ai 6 milioni ma che non convince completamente. Sportiello però resta comunque in vantaggio rispetto a Bartolomiej Dragowski, portiere polacco protagonista qualche giorno fa di un paio di battute, poi smentite, riguardo al suo futuro (leggi qui). La cosa che appare certa - conclude il quotidiano - è che uno dei due portieri a fine stagione lascerà la Fiorentina.

VENDERE TUTTI- Ilicic alla Roma? Prego si accomodi, grazie. Cristante alla Juve, Lazio, Roma? Prego si accomodi e se arrivano altre richieste ben vengano. Freuler alla Fiorentina? Prego si accomodi. Gomez? No, per lui non c'è e non ci sarà nessuna offerta purtroppo.

LA FORMULETTA- Vendere tutti, incassare un'altra barcata di milioni e reinvestirli su semi sconosciuti, valorizzarli, rivenderli con plus valenze mostruose, reinvestire e ripartire con la giostra.

EH QUANDO SI DIVENTA GRANDI?- A parole vorremmo tutti avere il pisello lungo ed essere Brad Pitt, ma ci sono dei passaggi in cui ci vuole tantissima bravura, pazienza, lungimiranza e soprattutto tanto culo.

Con i soldi incassati dall'Atalanta, qualche altro presidente avrebbe preso magari qualche campione, cosa che vorremmo vedere tutti, ma è bene prima consolidare i conti, mettersi al riparo da rischi, per poter azzardare qualche acquisto oneroso attira abbonamento ed entusiasmo. 

UDINESE- Si parla tanto di modello Udinese, ma dopo 4 anni di puro orgasmo, la squadra friulana, per svariati motivi che ho già elencato, si è avvitata su se stessa ed è tornata una medio piccola in lotta per una classifica tranquilla. Eppure qualche anno fa ha fatto cassa per rifarsi due squadre se volevano. Non è così automatico che incassare vuol dire poi spendere meglio per giocatori più forti. Servono giocatori bravi, ma soprattutto uomini, valutarne ogni aspetto comportamentale e tecnico. Non è affatto semplice.

SABATINI- All'Inter intanto sbatte la porta Walter Sabatini. Nella sua carriera non fategli fare nulla, ma solo ricerca di talenti e allora vi porterà il meglio. Perchè non portarlo a Bergamo per affiancarlo a Sartori nel mercato sud americano dove Sabatini è padrone di casa?

GASPERINI- Il segreto, ormai non più segreto, è che Gasperini riesce a valorizzare giocatori buoni, facendoli passare per fenomeni, motivare giocatori discreti, facendoli sentire super eroi, dando un gioco e una mentalità alla squadra a volte fin troppo supponente e arrogante, ma che piace ai tifosi. 

INVECE DI DARE 2 MILIONI A GOMEZ CHE ha spaccato in due lo spogliatoio (mai dare più soldi a un giocatore rispetto all'allenatore che la valorizzato, MAI!!), BISOGNA DARLI A Gasperini per provarlo a trattenere a Bergamo, ma è chiaro che se a giugno arriverà un'offerta di una big, addio Gasp. 

E' la politica dell'Atalanta da sempre, piaccia o no, finora credo che i risultati si sono visti e non siano così pessimi. Ci sono i miei nonnetti con cui discuto spesso che quando si parla di Atalanta sembrano strafatti di Viagra, ne parlano come la miglior Atalanta di sempre e penso ne abbiano viste più di Percassi e Favini messi insieme, si trascinano allo stadio con entusiasmo facendo un tifo indiavolato, ma sempre molto obiettivo, civile, sereno, lucido. Dovrebbero portarli in curca a dispensare un po' di neuroni a certa gentaglia nata in cattività (i delinquenti, non gli altri 5.900 tifosi passionali!).