Lazzari torna nel mirino dei nerazzurri. Sturaro per arrivare a Caldara. Perchè no Asamoah? Varnier, la mia esclusiva trova conferma.

 di Luca Ronchi  articolo letto 2381 volte
Lazzari torna nel mirino dei nerazzurri. Sturaro per arrivare a Caldara. Perchè no Asamoah? Varnier, la mia esclusiva trova conferma.

Un'altra ennesima prestazione di livello  di Manuel Lazzari contro il Chievo, ha scatenato di nuovo voci sul suo futuro, con numerosi club pronti a scatenare un'asta, per aggiudicarsi le prestazioni dell'esterno di centrocampo.  Il giocatore è da tempo nel mirino dei nerazzurri, e se non già a gennaio, sicuramente a giugno, Lazzari sarà al centro di mercato di molti club. L'Atalanta potrebbe affondare il colpo decisivo fin dalla prossima finestra di mercato invernale,  per poi lasciare il giocatore alla Spal fino a giugno.

In questo caso più che mai, bisogna fare in fretta. Ogni giorno potrebbe essere già tardi per aggiudicarsi il vice Spinazzola per la prossima stagione. 

STURARO- Sarebbero due le possibilità per il futuro di Stefano Sturaro della Juventus, spiega Tuttosport. Gregario e jolly di casa bianconera, ci sarebbero con forza sia l'Atalanta che il Genoa ma la volontà di Massimiliano Allegri sarebbe quella di farlo restare a Torino.

La Juve è a caccia di un difensore e spendere soldi sul mercato quando ha pronta la carta Caldara, sarebbe una follia. per questo l'intenzione di Marotta sarebbe quella di anticipare i tempi, inserendo sul piatto il centrocampista bianconero. Anche se personalmente resto dell'idea che il giocatore da prendere subito, sarebbe Asamoah. Giocatore che a Bergamo potrebbe fare le fortune di Gasperini. Adatto per un centrocampo a 4 come esterno o centrale e pure come terzino basso. 

VARNIER- La mi esclusiva di qualche giorno fa trova conferma.  Marco Varnier, centrale difensivo del Cittadella, fresco di primo gol in Serie B. Il classe '98, seguito con attenzione dall'Inter, ha attirato infatti anche l'interesse dell'Atalanta, ieri presente allo stadio Tombolato per visionarlo da vicino nella gara con la Salernitana.