Più Tumminiello che Defrel. Per il centrocampo altro nome sul taccuino. Si complica Soriano. E sul Milan...Le capre subiscono l'ennesimo schiaffone.

02.06.2018 07:29 di Luca Ronchi  articolo letto 3505 volte
Più Tumminiello che Defrel. Per il centrocampo altro nome sul taccuino. Si complica Soriano. E sul Milan...Le capre subiscono l'ennesimo schiaffone.

Tumminello nell’affare Cristante? È l'ipotesi più concreta.

 Defrel resta il primo obiettivo, ma è un affare di difficile  considerata la cifra richiesta dalla Roma per il giocatore che è stato pagato 23 milioni, bonus compresi, e che guadagna 1,8 milioni annui.

Così, con la Roma, si studiano altre soluzioni per arrivare ad una quotazione totale intorno ai 30 milioni: non è escluso che il trasferimento di Cristante, tra l’altro, possa essere formulato come prestito con obbligo di riscatto tra dodici mesi. Tra i giovani, Tumminello è il prospetto che piace di più.

 Per sostituire Cristante, l’Atalanta ha puntato su Soriano del Villarreal, ma l’operazione non è facile visti i costi elevati, così i nerazzurri tengono in stand by la pista per l’argentino Castro, legato da grande amicizia con Papu Gomez. Infine, va registrato il presunto inserimento per Didier Ndong, centrocampista gabonese del Sunderland: il Torino, citato assieme all’Atalanta, tra i club interessati ha già smentito.

MILAN- Gli sciacalli nerazzurri (giuro che ce ne sono pochi tra i tifosi veri che conosco io), stanno pregando affinchè il Milan venga punito dall'Uefa e l'Atalanta possa così accedere direttamente ai gironi d'Europa League. Anch'io ho fonti pessimistiche per i rossoneri, ma i signori come Percassi, hanno dichiarato che gli dispiacerebbe molto vedere il Milan fuori dall'Europa che si è meritata sul campo. 

Vero, la società dei cinesi, dovrebbe andare ad aprire un ristorante, lasciando il Milan, ma la sensazione è che si voglia punirne uno per educarne cento.

ALLA FACCIA DELLE CAPRE che rompono i coglioni sulle grandi favorite e del palazzo che non vuole l'Atalanta in Europa. Siete muffe, zecche, poveri sfigati ormai ai margini di tutto. La cultura sportiva vi sta schiacciando nelle vostre fogne.