Primo colpo di mercato (già annunciato) sull'asse Inter-Atalanta: in arrivo Gabigol. Bastoni all'Inter. Gasperini chiede il "suo" bomber per l'attacco per un tridente da sogno: GGP. Conti addio.

 di Luca Ronchi  articolo letto 3548 volte
Primo colpo di mercato (già annunciato) sull'asse Inter-Atalanta: in arrivo Gabigol. Bastoni all'Inter. Gasperini chiede il "suo" bomber per l'attacco per un tridente da sogno: GGP. Conti addio.

La mai esclusiva di gennaio, SI CONCRETIZZERA' a 4 mesi di distanza. La sinergia intrapresa tra Percassi e Suning, potrebbe registrare il primo colpo di mercato per la prossima stagione e porta al nome di GABRIEL BARBOSA, MEGLIO CONOSCIUTO CON IL NOME DI Gabigol che a Milano non riesce proprio a trovare spazio. Pensate che nemmeno sul 7 a 1 tra Inter e Atalanta di due domeniche fa, il brasiliano non è entrato in campo. 

L'Inter sarebbe ben disposta a cedere in prestito il talento brasiliano ai bergamaschi,  sperando che la cura Gasperini con i giovani, possa fare effetto e restituire ai milanesi il giocatore che tutti si auspicavano al suo arrivo, quando fu accolto con scenografie Hollywoodiane.

In questa operazione, l'inter ha bloccato il difensore Bastoni che verrà lasciato un anno a Bergamo a maturare come ha fatto la Juve con Caldara.

PAVOLETTI- Dopo 4 mesi a Napoli passati in panchina, Pavoletti potrebbe lasciare gli azzurri già a giugno e tra le sue preferenze, sarebbe quella di tornare alla corte di Gasperini. In caso dovesse partire Petagna direzione Inter, l'ariete ex genoano potrebbe andare a formare un tridente da urlo Gomez (difficile)-Pavoletti-Gabigol

CONTI-  “E’ pronto per una big. Giusto che l’Atalanta incassi soldi dalla sua cessione. Sono sicuro che andrà in una squadra importante, ma è ancora prematuro parlare di squadre interessate”

Mario Giuffredi, agente di Andrea Conti, ha fatto il punto sulla situazione del suo assistito, attualmente in forza all’Atalanta, ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com: “Deve finire questo campionato e poi l’Europeo Under 21. Nelle nostre strategie non c’è quella di essere venduto. Lui è pronto e sono sicuro che andrà in una squadra importante, ma è ancora prematuro parlare di squadre interessate. All’Atalanta sono molto bravi a formare giovani, in pochi credono nei talenti come questa società. Mi sembra anche giusto che adesso raccolgano i frutti del proprio lavoro, anche dal punto di vista economico”.