Spinazzola: lasciatemi andare alla Juve. L'Atalanta valuta tutte le possibilità. Da 250mila a 3mln. Laxalt-Rincon, Spina-de Roon? Tutta la verità sul caso Spinazzola. Rincon, si al Toro. Il solito errore di Percassi. Si cerca una punta

 di Luca Ronchi  articolo letto 3918 volte
Spinazzola: lasciatemi andare alla Juve. L'Atalanta valuta tutte le possibilità. Da 250mila a 3mln. Laxalt-Rincon, Spina-de Roon? Tutta la verità sul caso Spinazzola. Rincon, si al Toro. Il solito errore di Percassi. Si cerca una punta

L'Agente di Spinazzola Davide Lippi, ieri era all'estero e non ha potuto incontrare la società nerazzurra, ma nelle ultime ore, l'Atalanta, sta entrando nell'ordine delle idee di perdere l'esterno, su cui si è interessato pure il Borussia Dortumund, arrivando ad offrire 25mln più bonus per il cartellino e un ingaggio monstre di 3mln al giocatore che oggi percepisce 250mila euro.

Capite bene che di fronte a queste cifre, la società nerazzurra non può far altro che abbassare la testa e cedere alla volontà del giocatore e della Juve, cercando il prima possibile un'alternativa di ruolo. Ma è chiaro che i bergamaschi, non vorrebbero accettare tutte le condizioni della Juve supinamente, per questo hanno posto dei paletti.

CEDERE  Spinazzola con un premio di valorizzazione più Asamoah o Rincon, oppure  un contributo sostanzioso per il cartellino del sostituto che potrebbe essere Laxalt.

RINCON- Su Rincon c'è da registrare il forte interesse del Torino che sta trovando difficoltà per arrivare a Donsah. Il giocatore avrebbe già dato il suo ok, potendo restare così a Torino cambiando solo campo d'allenamento e colori della maglia. Con l'arrivo di Rincon, i granata, potrebbero liberare Benassi. Il si del giocatore però non è sufficiente per sbloccare la trattativa perchè Marotta vorrebbe utilizzare il venezulano per arrivare a Garay del Valencia o a Spinazzola. 

ASA-LAXALT- Asamoah piace, un giocatore duttile che farebbe comodo a Gasperini, ma nelle ultime ore si è fatto sotto il Galatasary, offrendo 10mln per il cartellino, così come piace Laxalt, con la Fiorentina in forte pressing per anticipare la concorrenza. L'uruguaiano però, ha fatto sapere che vorrebbe giocare le coppe europee e tornare alla corte di Gasperini. Facile che attenderà gli sviluppi della vicenda Spinazzola prima di prendere una decisione

La sensazione è che Laxalt non convinca poi così tanto, sennò si sarebbe già chiuso il giro di esterni.

ATALANTA AL BIVIO- Laxatl-Rincon o Spinazzola-de Roon? E' chiaro che l'Atalanta è per la seconda opzione, ma Spinazzola, ormai vuole la Juve e difficilmente si può arginare la volontà del giocatore.

LO SCENARIO, dunque, potrebbe essere quello di cedere Spinazzola, prendere Rincon con ingaggio pagato in parte dalla Juve e spendere quei 10mln che erano destinati a de Roon per un esterno come Laxalt.

BENASSI- Da tenere d'occhio la pista Benassi. Il giocatore sta giocando molto bene come esterno di centrocampo e si può utilizzare all'occorrenza pure come mezz'ala. Non è escluso che si opti per l'under 21 azzurro, rispetto a Laxalt che si è un po' perso nell'ultimo anno.

INGAGGIO- E' chiaro che l'Atalanta sia infuriata con la Juve, perchè con questa richiesta, ha scatenato un putiferio a livello economico. Il Borussia disposta a dargli 3mln d'ingaggio, la Juve a triplicarlo, mentre i nerazzurri, non avevano nessun interesse a pagare di più un giocatore che lascerà Bergamo a giugno. Ora per tenerlo, dovranno sicuramente rittoccargli l'ingaggio avvicinandosi al milione. Cosa che ovviamente Percassi non vuole fare.

MONDIALI- Qualcuno mi ha chiesto: ma nell'anno dei mondiali non sarebbe meglio restasse a giocare a Bergamo? Il punto è che Spinazzola non sarà un'alternativa ad Alex Sandro (che vale 10 Spinazzola), ma giocherebbe a destra al posto di Leichstainer. Giocare titolare nella Juve, non è proprio uguale che farlo nell'Atalanta. Vero, su quella corsia c'è De Sciglio, ma se la giocherebbe con Spinazzola tra campionato e Champions. Se fosse per il giocatore, sarebbe già a Vinovo da giorni.

Insomma, i nerazzurri provano a fare muro, ma l'artiglieria pesante della Juve, non avrà difficoltà a riportare Spinazzola a Torino, se decidesse di affondare il colpo.

KANE- Ultima opzione è quella di prendere il giovanissimo Kaene con diritto di riscatto, sarebbe un colpo di prospettiva da inserire immediatamente prima che lo facciano altre squadre.

L'IMPORTANTE E' NON TIRARE LA QUESTIONE PER LE LUNGHE e dare a Gasperini un sostituto al più presto.

ACQUAH E GLI ALTRI- Per il centrocampo, non escludiamo la pista Acquah del Torino, per ora si sta lavorando sotto traccia.

PERCASSI- Come al solito, Percassi, vittima di annuncite, aveva dichiarato Spinazzola incedibilissimo, facendo i conti senza l'oste. Il presidente nerazzurro non è uno sprovveduto, fa queste dichiarazioni di facciata, ma sa come funziona il mercato. Il problema è che ha a che fare con parecchie capre che le dinamiche del mercato non le comprendono. Sono troppo complicate per loro. Non concepiscono che i giocatori sono dei professionisti e vanno dove possono guadagnare e vincere di più. Per questi microcefali solo "maglia sudata pòta figa, il reso avansa".

Percassi deve capire che queste dichiarazioni, smentite poi dai fatti, fanno incazzare i tifosi mononeuroni, basta con queste uscite che sembrano degli autogol clamorosi evitabilissimi. 

LOTITO- un presidente che mantiene la parola data a costo di perderci milioni, è il presidente della Lazio Lotito che per cedere Keita vuole 30mln e da li non si muove di un centimetro, diposto a perderlo a parametro zero a giugno. Nessuno pretende che Percassi faccia il duro, ma quanto meno, sia onesto e trasparente, quando si parla di mercato, in cui le società, di solito, contano come un 2 di picche se il giocatore vuole andrasene e pure se vuole rimanere, con un contratto in essere che a quel punto diventa una pergamena.  

ATTACCANTE- Napoleone diceva che per vincere le guerre, "il fuoco era tutto, il resto non contava". Infatti schierava una flotta imbattibile contro gli eserciti nemici. Così avviene nel calcio, puoi avere un'ottima difesa, ma se non segni, ben che ti vada pareggi. Per questo, Gasperini avrebbe chiesto un ulteriore sforzo per il reparto offensivo, andando alla ricerca di una punta affidabile che conosca il campionato e soprattutto con uno score da doppia cifra. Cornelius è una scommessa, Petagna, anche nelle prime uscite estive, ha dimostrato di essere ancora lontano da un bomber di razza. Solito sbattimento per la squadra, ma non vede la porta.

I nomi? Per ora top secret, si sta lavorando sotto traccia. Anche se nelle ultime ore è spuntata una pista dal sud America.

si tratta del giovane attaccante Tomás Sandoval, classe 1999, che l’Atalanta avrebbe nel mirino. Da quanto si scrive in Argentina il Colón, starebbe aspettando l’offerta dell’Atalanta per valutare una eventuale cessione. Si parla di prestito con diritto di riscatto a favore dei nerazzurri per una cifra che si aggira sul milione e mezzo più bonus, quindi complessivamente sarebbe un affare da due milioni circa. Sandoval è una prima o seconda punta, già nel giro dell’Argentina Under 20.