Tumminello a un passo, Capone per Brignola, assurdo. Anche la Juve sbaglia il mercato, dopo i 6mln buttati per Orsolini, ne spende 7,5 per Favilli (già suo). Mercato, cambiata la mentalità dei tifosi, fiducia su sconosciuti e flop. Castro e Soria

06.06.2018 18:47 di Luca Ronchi  articolo letto 6023 volte
Tumminello a un passo, Capone per Brignola, assurdo.  Anche la Juve sbaglia il mercato, dopo i 6mln buttati per Orsolini, ne spende 7,5 per Favilli (già suo). Mercato, cambiata la mentalità dei tifosi, fiducia su sconosciuti e flop. Castro e Soria

TUMMINELLO- Il primo rinforzo in attacco potrebbe arrivare nelle prossime ore dalla Roma: Tumminiello, già corteggiato l'estate scorsa nell'affare (sfumato) Kessie.

BRIGNOLA- Il Benevento per Brignola spara altissimo per la cessione (giusto, lo fa pure l'Atalanta), chiedendo 15mln più Capone. Al di là del prezzo del cartellino incommentabile (come i 30 per Cristante, Gagliarsini, Kessie), sarebbe un gravissimo errore privarsi di Capone senza mai averlo provato in serie A un anno. L'esempio di Zaza non è servito a nulla?

FAVILLI- Dopo aver speso 6mln per Orsolini, finito nei meandri al Bologna, ora la Juve ha ripreso per 7,5mln l'attaccante Favilli dall'Ascoli, giocatore che ha iniziato nella Primavera bianconera e poi venduto. Nessuno è perfetto, anche a Torino  a volte sbagliano, anche se decisamente meno rispetto agli altri sicuramente.

Quello che conta però, è che l'attaccante ex Ascoli, uno che i gol li fa e pure parecchi, dovrebbe arrivare a BERGAMO in prestito con diritto di riscatto, dopo la tournèe americana che i bianconeri  faranno a luglio. Sul giocatore però è forte l'interesse del Chievo che gli garantirebbe un posto da titolare al posto di Inglese andato al Napoli. 

MERCATO, MASSIMA FIDUCIA- Diciamoci la vertià, se 2 anni fa Sartori, avesse preso il polacco Reca, ci sarebbe stata la rivolta social:"Potà figa, ma chi casso è?". Oggi invece, si potrebbe prendere pure Maccheroni dalla Longobarda che ci sarebbe la massima fiducia che, nelle mani di Gasperini, possa diventare pallone d'oro. 

Il discorso vale per Pavoletti e per altri giocatori che hanno disputato una stagione in chiaroscuso, ma nelle mani di Gasperini, si spera che tornino a dimostrare il loro valore e magari rilanciarsi, con la possibilità di fare altre plus valenze. 

Fosse così semplice, anche uno di noi potrebbe diventare un giocatore serio, ma purtroppo non funziona sempre così. C'è da dire però, che giocatori discreti, sotto la guida di Gasperini, esaltano al massimo le loro qualità, ma poi appena se ne vanno tornano giocatori normali.

Non mi stupirei di vedere Reca arrivare per 4 milioni, andarsene per 20 e tornare a un valore sotto la doppia cifra in una big. 

CASTRO SEGUE MARAN- E' quasi sfumato l'arrivo di Castro a Bergamo. L'argentino, ha preferito seguire il mister Maran al Cagliari, PIUTTOSTO CHE l'amicizia con il Papu Gomez. Ma Gomez resterà?

SORIANO- Anche la pista Soriano sembra essersi raffreddata nelle ultime ore. Il centrocampista vorrebbe tornare alla Samp o alla Lazio.