Ultima ora: Malinosvkyi, non si molla niente. Mai più incubi Palacio e Buffon, mentre si tratta Guarin. Altro nomi nel cestone Nakamba e Marcao. E spunta un nome fatto da noi. Ferrari, aumenta la concorrenza.

22.06.2019 07:25 di Luca Ronchi   Vedi letture
Ultima ora: Malinosvkyi, non si molla niente. Mai più incubi Palacio e Buffon, mentre si tratta Guarin. Altro nomi nel cestone Nakamba e Marcao. E spunta un nome fatto da noi. Ferrari, aumenta la concorrenza.

MALINOVSKYI- L'ho scritto l'altro giorno andando contro corrente rispetto alla stampa nazionale e locale  che considerava la trattativa Malinovskiy praticamente chiusa, invece secondo me si stava solo aspettando che il Genk tornasse a miti consigli, cercando di non tirare la corda su un giocatore che non ha nemmeno richieste, dunque zero possibilità di aste al rialzo. L'Atalanta attende sulla riva del fiume, ma attenzione che la trattativa potrebbe chiudersi molto presto, prima di quello che si pensa. Resta la mia perplessità su un giocatore di 26 anni descritto come fortissimo, ma con zero richieste. Bho, tutti con la cataratta? 

BUFFON-PALACIO- Zitti, zitti che forse è passato il pericolo, la sciagura Palacio e Buffon potrebbe essere tramontata. L'ex genoano resterà fedele alla parola data al Bologna (grande non mollare), mentre Buffon non chiuderà la carriera a Bergamo, e vorrei ben vedere. Oh, c'è Maxi Lopez che vuole tornare in Italia, se qualcuno lo accosta all'Atalanta lo querelo. 

GUARIN- Mentre proseguono i contatti con Fredy Guarín e l'Atalanta, il matrimonio è possibile e questo, se sta bene e arriva con la testa sul pezzo, è un grande acquisto per il centrocampo nerazzurro. Certo, la sensazione che ritorni per mettersi definitivamente in pantofole tipo Albertini è tanta, ma sono i rischi del mestiere. Dubito però che Guarin passi dai 10mln d'ingaggio attuali all'1 offerto dai nerazzurri. Molto strano. . Ngli ultimi giorni la trattativa è stata impostata, mentre nelle prossime ore ci sarà un nuovo confronto con la dirigenza. Inoltre l’amministratore delegato Luca Percassi e il direttore tecnico Giovanni Sartori, telefonicamente, parleranno direttamente con il centrocampista.

L'ex Inter tornerebbe in Italia, c'è ora da trovare l'intesa economica poiché il colombiano guadagna dieci milioni di euro a stagione in Cina con lo Shanghai Shenhua. Guarín sarebbe però pronto a rinunciare a qualcosa pur di tornare in Serie A, con la Champions League sullo sfondo.

CERCASI ATTACCANTI- Tenere Zapata è un lusso, ma l'ultimo trionfale campionato ha dimostrato che numericamente manca qualcosa a livello di alternativa. Detto da mesi di Roberto Inglese, secondo Mediaset (non io che l'ho scritto un mese fa, ma secondo Mediaset), l'Atalanta avrebbe messo nel mirino Patrick Cutrone. Oltre a non citare le fonti, arrivano pure troppo tardi e sparano cagate. Cutrone è stato sondato un mese fa quando ancora non si parlava di Muriel, ora non si spenderanno 25mln per un altro attaccante che non ha certo i galloni del titolarissimo. Se ne spenderanno di più per un fortissimo attaccante sotto i 30 anni, nella lista degli esuberi di un top club, ma solo in caso di partenza di Zapata. E' già stato bloccato. Ve lo sto scrivendo da settimane, ma nessuno ancora l'ha nemmeno accennato.  I nerazzurri dovranno trovare anche un'alternativa sulla trequarti: Verdi del Napoli è una possibilità, oppure Ounas.

Mentre Petagna è finito nelle mire del Toro che vuole formare una coppia di arieti con Belotti. 

DIFESA/CENTROCAMPO- Il nome di giornata è Nakakmba del Club Brugge, nazionale dello Zimbawe, mentre dalla Turchia parlano di un interessamento per il difensore Marcao del Galatasaray

Sono a caccia di un giocatore forte che gioca nel campionato belga contattato dall'Atalanta, appena ho conferme sul nome ve lo darò. Io non mi occupo di mercato, i nomi che vi farò (tipo Muriel), saranno sicuro al 99%, le pagliacciate le lascio agli altri. 

FERRARI- Per il difensore del Sassuolo, si sono accodate all'interesse della Samp e Atalanta, anche quella del Milan e del Siviglia. Se interessa davvero un giocatore, va chiuso subito come è stato fatto con Muriel, preso addirittura rotto.