Un vichingo per il centrocampo. Barrow il "tirchio":"Posso giocare ovunque". Soriano dove lo metto? Mercato. sorpassi a destra e sinistra. dopo Brignola, pure Pjaca. Dragomir al Perugia via Atalanta.

04.08.2018 06:23 di Luca Ronchi  articolo letto 4189 volte
Un vichingo per il centrocampo. Barrow il "tirchio":"Posso giocare ovunque". Soriano dove lo metto? Mercato. sorpassi a destra e sinistra. dopo Brignola, pure Pjaca. Dragomir al Perugia via Atalanta.

FATEMI FARE UNA PREMESSA: ci sono pseudo tifosi pronti sempre a criticare, poi mi scrivono perchè non gioca Bastoni e cosa aspetta l'Atalanta a prendere Brignola. Questi sarebbero i tifosi da cui devo prendere morali? Io non sono tifoso, ma sull'Atalanta, credo di essere un filo più informato di molti altri che si firmano "Curva Nord". Sia chiaro, si vive benissimo senza sapere che Bastoni se nè andato da Bergamo da mesi e che Brignola è finito al Sassuolo, ma evitate di darvi patenti di tifosi, se ne sapete meno di me in materia di Taglia&Cuci.

TRONDSEN- Per il centrocampo, oltre al ritorno su Soriano, c'è da segnalare un nome nuovo sul taccuino di Sartori. Si tratta di Andres Trondsen del Rosenborg, centrocampista norvegese classe '95. Discreta esperienza internazionale, centrocampista di discreta tecnica, mancino che vanta 4 presenze in Nazionale. Può ricoprire il ruolo di centrale e di laterale, proseguono i sondaggi, ma per ora molto fumo, niente arrosto. 

BARROW- Gomez dopo la tripletta di Barrow a Sarajevo, l'ha detto chiaro:"Questi africani sono tirchi, ci deve una cena dall'anno scorso dopo il suo esordio, ma ancora niente". Il gambiano rimedierà presto, ma intanto ripaga i compagni a suon di gol e buone prestazioni. Mi chiedono un mio giudizio su Barrow, ma non credo che freghi nulla a nessuno, per cui andiamo oltre.  

«Questa deve essere la stagione della mia consacrazione. Sto lavorando tanto dal punto di vista tecnico-tattico per completarmi. È importante saper giocare a destra, a sinistra e al centro e anche riuscire a essere utile con le spalle alla porta o con i movimenti senza palla. Gasperini cura ogni dettaglio e io devo seguirlo per dimostrare che merito di stare stabilmente in prima squadra». 

Barrow però ha già dimostrato che il suo compito principale è un altroIl mio mestiere è fare gol, riesco a realizzarli in tutti i modi. Posso fare la prima punta o l’esterno. Mi chiedono di segnare e vorrei andare in doppia cifra. Se arrivo a 15, ancora meglio. Adesso sarà più difficile, le difese cominciano a conoscermi, ma sto lavorando tanto per offrire un buon rendimento». 

ZAPATA-MUSA?- Per Gasperini si apre un bel problema di formazione: chi fa giocare davanti? Il trio Gomez-Zapata-Barrow, sarebbe molto sbilanciato ed escluderebbe Ilicic che più volte, ha già fatto sapere che il mercato è aperto e ne parlerà con la società.  Lo sloveno vorrebbe giocare di più e partire come alternativa a Barrow, non credo sia nelle sue ambizioni di inizio stagione. Senza dimenticare Tumminello e all'occorrenza Pasalic.

SORIANO- A proposito di problemi di formazione, l'arrivo di Soriano, escluderebbe uno tra Pasalic, Freuler e de Roon. Dato per scontato l'olandese titolarissimo, gli altri tre si giocherebbero una maglia da titolare. Freuler ha già ricevuto sirene di mercato da Lazio e Inter, non è esclusa una sua partenza. 

LAZZARI- A mio avviso (ma non so nulla), terrei Pessina e Valzania come alternative di centrocampo, magari con l'acquisto di uno  come il norvegese Trondsen da inserire gradualmente e punterei forte su un laterale come Lazzari che copare tutta la fascia e fa pure gol, cosa che manca all'Atalanta dopo la partenza di Conti.

PJACA-BRIGNOLA- Mentre l'Atalanta sonda, gli altri acquistano. Dopo aver visto sfumare Brignola, l'Atalanta perde pure il croato Pjaca finito alla Fiorentina in prestito. I Viola hanno un attacco esplosivo con il croato, Simeone e Chiesa, ma stanno allestendo una bella squadra giovane e forte. Del portiere Lafont ne sentirete presto parlare. 

DRAGOMIR- Finiamo con il giovane  dell'Arsenal Dragomir, accostato all'Atalanta qualche settimana fa. Il giocatore è andato al Perugia via Atalanta. Le due sociertà, dopo l'affare Mancini, sono in buoni rapporti di mercato e i nerazzurri avrebbero parcheggiato Dragomir per 1-2 stagioni in Umbria, pronti a portarlo a Bergamo nei prossimi anni.