Uno "Juventino" svizzero alla corte del Gasp. Fassnacht è il nome nuovo per l'attacco:"Sarebbe un sogno la serie A, tifo Juve". Concorrenza Bundesliga da battere.

 di Luca Ronchi  articolo letto 1894 volte
Uno "Juventino" svizzero alla corte del Gasp. Fassnacht è il nome nuovo per l'attacco:"Sarebbe un sogno la serie A, tifo Juve". Concorrenza Bundesliga da battere.

L'attaccante classe '93 del Thun è a quota 9 reti in stagione e piace ai bergamaschi, che dopo Freuler punta un altro svizzero. "So che in Serie A e Bundesliga mi guardano..."

Christian Fassnacht è uno degli attaccanti emergenti del calcio europeo. In Svizzera quest'anno ha già messo a segno 9 reti col suo Thun e si sono accesi su di lui i grandi fari del mercato, anche italiano. Una punta moderna, giovane (classe 1993) sopra il metro e ottanta, abile sia da centravanti che largo sull'out mancino. Ha scalato ben 4 categorie in sole due stagioni. Non a caso l'Atalanta in Italia già lo studia, così come Stoccarda e l'Hannover in Bundesliga. E dopo Freuler potrebbe essere il prossimo colpo a sorprendere nel nostro calcio. A Gazzetta.it Fassnacht si presenta così: "Ho iniziato nel club della mia cittadina per poi passare a 13 anni allo Zurigo. Da lì sono stato allontanato perché non ero abbastanza alto. Ho ricominciato da zero e sono arrivato in poco tempo alla massima serie al Thun. Questa crescita è grazie anche a chi mi sta attorno, alla mia famiglia, agli amici e al mio agente (Gianluca Di Domenico; ndr). È strano essere già un giocatore così importante della mia squadra, i compagni mi aiutano tanto a segnare. Ho cambiato squadra ogni anno, speravo di poter salire di categoria in fretta e sono contento di aver fatto bene in ogni esperienza compresa l'attuale al Thun".

Ma tra attaccante e esterno qual è la posizione preferita? 
"In mezzo all'attacco e sulla sinistra sto facendo bene in questa stagione. Io direi che la preferenza sarebbe essere una prima punta. Ma so adattarmi. Il mio idolo infatti è Gareth Bale e qualcuno dice che gli assomiglio, anche per la velocità. In Italia il modello potrebbe essere Dybala. Uno dei migliori e più completi attaccanti nel calcio di oggi".

I calciatori svizzeri sono tornati di moda in Italia, basti pensare alla crescita di Freuler all'Atalanta. 
"Sarebbe una grande passo avanti venire in Serie A, un calcio difficile ma mi piacerebbe provare questa esperienza fuori dalla Svizzera in futuro".

Ha un club preferito in Serie A? 
"Ho molti amici che tifano per la Juventus, simpatizzo per loro".

Molti svizzeri però passano prima per la Bundesliga. 
"La Bundes la sentiamo più vicina, è più facile vederla in tv. Ma anche l'Italia sarebbe una grande meta. Sarebbe difficile scegliere. L'Atalanta su di me? Il mio agente dice che ci sono club che mi osservano da entrambi i campionati, ma ora devo restare concentrato sul Thun. In futuro sarebbe bello...".