01/07/2009 - 01/07/2019 auguri Bergamonerazzurra!

01.07.2019 00:00 di Luca Ronchi   Vedi letture
01/07/2009 - 01/07/2019 auguri Bergamonerazzurra!

Bergamonerazzurra compie 10 anni, AUGURI! Mi ricordo ancora la mia prima intervista di quel giorno a Talamonti, senza passare dal "tiranno" Andrea Lazzaroni, addetto stampa resistito alle intemperie del tempo, persona molto intelligente, con cui parlare molto volentieri fuori dal suo ambito lavorativo. Era una mia ignoranza, non sapevo nulla, zero, un neonato buttato in mezzo all'Oceano senza braccioli e se dopo 10 anni sono ancora qui a scrivere, con 8.000 utenti giornalieri che aprono BgNerazzurra, vuol dire che ho almeno imparato a stare a galla. Sembra facile, ma non lo è stato affatto. 

 In 10 anni ne ho viste di tutti i colori, cose belle e cose allucinanti, tanto da farmi allontanare sempre di più dal tifo stretto che nasce da bambino, senza sapere che nel mondo dei grandi diventa qualcosa di becero, volgare, ignorante, rozzo, tribale, violento. In questi anni, ho scoperto e visto cose che voi tifosi non potete immaginare, ho capito che era meglio mettersi a guardare questo mondo da una prospettiva leggermente defilata, per capirne tutte le sue sfaccettature positive (pochissime), e malate (tantissime). Ho  guardato le cose da fuori in modo obiettivo e oggettivo. Ho conosciuto giocatori, dirigenti, procuratori, tifosi, anche quelli che fanno i guerrieri alla domenica, poi li vedevo al bar con alcuni dirigenti della Polizia a conversare amabilmente.  

Fin dall'inizio, ho voluto dare un'informazione alternativa, onesta, rivolgendomi a quella stragrande maggioranza di tifosi silenziosi, magari un po' distaccati, per via di altri interessi e priorità della vita, ben più importanti dell'Atalanta, quegli appassionati moderati su cui gli avvoltoio del calcio ci mangiano ogni giorno, tenendo ben nascoste le schifezze che popolano questo mondo marcio fino al midollo. 

Un mondo governato da pseudo addetti stampa che scortano i giocatori pure al bagno, ultras teppisti, giocatori bandiera rovina spogliatoio, un manipolo di esaltati che senza il calcio, sarebbero in qualche campo a raccogliere pomodori.  

Purtroppo ho fatto L'ERRORE DI SCHIERARMI DALLA PARTE SABAGLIATA, quella in maggioranza, ma debole, silenziosa. Attaccare gli ultras violenti è stato il più grande errore che ho fatto in questi anni. Pensavo di cambiare qualcosa, speravo che su certe cose avessi la forze della gente, in vece zero assoluto. Tifosi compiacenti, e stampa locale leccaculo per quieto vivere. Se lecchi il culo a loro, sei a posto, entri a Zingonia dove ovviamente anche li devi oliare le ruote all'addetto stampa di turno, ai giocatori, agli allenatori,  non facendo domande scomode e allineandoti ai loro comandamenti, se vuoi continuare a mangiare nella ciotola nerazzurra. Il giornalista dovrebbe essere al servizio del tifoso, invece E' SUCCUBE DELLA SOCIETA' DI CALCIO! 

Se non lo fai, scatta la macchina del fango, pregiudizi che ti attaccano in 2 nano secondi e non bastano 10 anni per toglierli. 

SCHIERARSI CONTRO LA VIOLENZA, per loro significava schierarsi contro la curva nord. SCHIERARSI CONTRO LE COMBINE, per loro significava schierarsi contro l'Atalanta, DIRE LA VERITA' ai tifosi, per loro voleva dire essere degli infami che rompevano il protocollo di omertà. SCHIERARSI CONTRO DONI prima di tutti, per loro voleva dire buttarti fuori da Zingonia per 6 mesi, con l'accusa di essere un'iconoclasta nerazzurro,  per poi essere convocato per delle scuse dalla nuova società. 

HO FATTO TANTI ERRORI, ma non mi pento di nulla perchè ho fatto tutto con la massima onestà e trasparenza per darvi un informazione il più possibile corretta e trasparente. Ringrazio Luca Bonzanni, unico collaboratore che mi ha seguito, supportato e sopportato per i primi anni, poi lui giustamente e meritatamente ha spiccato il volo e ora è uno dei pilastri dell'Eco di Bergamo. Persona eccezionale che merita tutto quello che ha ottenuto e mi piace pensare che forse, anche lui, un piccolissimo grazie lo deve a Bergamonerazzurra, senza la quale, ci avrebbe messo più tempo   ad emergere, ma sarebbe arrivato comunque.

RICORDERO' PER SEMPRE L'INTERVISTA BOMBA AD ANTONIO CONTE con cui ero l'unico ad avere ottimi rapporti a Zingonia. L'ho sentito anche anni dopo il suo esonero, una professionista eccezionale, ma a quei tempi governava il vostro idolo doni. 

QUELL'INTERVISTA AVEVA FATTO IL GIRO DI TUTTE LE REDAZIONI ITALIANE, attaccò doni a testa bassa e poi ci fu la risposta altrettanto irritata del vostro capitano che portò ad un inevitabile rottura, con dei retroscena che non potrò mai raccontare per rispetto. HO AVUTO LA RESPONSABILITA' di raccontarvi sempre la verità, ma se io ho potuto dirvi l'80% delle cose che sono successe in questi 10 anni, sappiate che oggi i media locali, vi dicono il 5%. Il rapporto è esattamente questo. Vi masturbano il cervello con una fredda cronaca, tenendovi nascosto moltissime cose successe in questi 10 anni. 

A fine di quella intervista mi diede una notizia agghiacciante che non ho mai potuto pubblicare, perchè prima dell'interesse personale, viene la parola, la dignità e l'amicizia. La sua previsione a microfoni spenti che l'Atalanta sarebbe retrocessa per motivi extra campo, si è poi avverata. E voi vi siete fatti prendere in giro, buttato soldi e fatti rubare emozioni per 5 mesi per colpa di chi oggi difendete scendendo addirittura in piazza. 

Ma il problema ero io, la guerra al sottoscritto è stata infame, meschina, prendersela con uno solo senza redazioni, uno che ci ha sempre messo la faccia e l'indirizzo mail per contattarlo. Avete per caso gli indirizzi dei vostri giornalisti locali e nazionali? NO!  

HO DATO MOLTE ESCLUSIVE come quella di de Roon, il rinnovo di Gasperini, molte operazioni di mercato che non si sono concluse, ma poi a distanza di tempo di erano rivelate reali. Ho denunciato combine, preso querele, finite poi in archivio con un nulla di fatto.  Ho anticipato giudizi contro tutto e tutti su Doni, Denis, Petagna, Barrow, Pierpaolo Marino, seguito a distanza di mesi da tutta l'opinione pubblica. Insomma, al netto degli invidiosi, dei rancorosi, credo che il tifoso moderato, onesto, civile, sincero, trasparente, non può che avergli fatto piacere scoprire un sito un po' diverso dagli altri di nuda cronaca o di opinioni populiste per quieto vivere. 

RINGRAZIO MOLTI DIRIGENTI passati come Carlo Osti, Favini, l'addetto stampa migliore in assoluto come Alberto Marangon, passato a fare il dirigente prima alla Fiorentina e ora alla Sampdoria. Ricordo con affetto molti giocatori con cui ho avuto un ottimo rapporto, ma anche altri con cui ho avuto qualche attrito, ripianato negli anni successivi. Ringrazio Beppe Corti, provo stima per Roberto Spagnolo, Zamagna e soprattutto Luca Percassi che forse è l'unico che ha capito davvero Bergamonerazzurra. Gli auguro ogni bene professionale e nella vita privata.  

NON HO MAI CAPITO quei pazzi scatenati, un po' sfigati, frustrati, magari padri di famiglia che mi scrivevano per questionare sull'Atalanta. Ma siete malati? Capisco un bambino, un 20enne, ma gente di 30 anni che spende 10' del suo tempo inutile, per scrivere a me, ha davvero bisogno di un veterinario bravo.

Poi non capisco quelli che leggono BgNerazzurra, rosicano, muoiono di invidia, si rifanno in ogni occasione, quando basterebbe non leggere più il sito, come ho fatto io con trasmissione tv, social e siti vari. So che molti di questi rosiconi, mi sparano addosso, poi con gli amici riportano le miei stesse opinioni. Dei fenomeni ahaha. Siete malati cronici. Il bello è che poi sui social, se fai un commento su questioni legate alla droga, malaffare, truffe, solidarizzi con il carabiniere morto investito da un ubriaco infame, pur di venirti contro ti mettono commenti negativi.

Poveretti, magari questi trogloditi sottosviluppati, hanno pure il diritto di voto e pari dignità delle persone normali. Io se avessi un padre del genere,  chiederei il cambio di nome e non vorrei più nulla a che fare. Gente di 50-60 anni con famiglia che scrive con astio in tv o sui social di ATALANTA.... ROBE INCONCEPIBILI A QUALSIASI MENTE NORMO DOTATA. 

Ammetto che godo un po' vederli rosicare, sono dei pagliacci, vivono nel buio, nell'odio perenne, nell'invidia, diventano pazzi ossessionati dal sottoscritto, cadono nelle provocazioni come scemi, ma è come rubare in chiesa con questa gente, sono  sottosviluppati, rimasti indietro sotto tutti i punti di vita, si vince facile con questi soggetti indefiniti, non più scimmie, ma non ancora umani. Vi abbraccio, avete bisogno di affetto. Nell'era dell'intelligenza artificiale, abbiamo ancora queste persone dalla stupidità naturale. 

AVETE VINTO CON LE FAKE NEWS, VI HO SCONFITTO CON LA REALTA'!  

AUGURI BERGAMONERAZZURRA, MAI PIU' NASCERA' UN ALTRO BLOG CON QUESTA TRASPARENZA, ONESTA', VICINANZA AL TIFOSO CIVILE, PER BENE, OBIETTIVO. MAI PIù UN SITO CON UN'INFORMAZIONE LIBERA, SENZA PUBBLICITA', VINCOLI, CAPETTI, SUCCUBE DEL SISTEMA! 

CE NE ANDIAMO CON L'ORGOGLIO DI AVER SEMPRE AGITO DALLA PARTE DEL GIUSTO! IO L'HO FATTO NASCERE E SOLO IO DECIDERO' QUANDO TUTTO FINIRA', NESSUN ALTRO! N E S S U N   ALTRO!!!