7 giornate di Var: voto 11. In 13'' un gol annullato alla Juve e vi lamentate pure. Zamba-Sulas:"Ata punta alla Champions" Percassi ride. Malnati ha ragione. Nessuno ha posto domande vere. Stadio, legge della domanda&offerta

 di Luca Ronchi  articolo letto 1515 volte
7 giornate di Var: voto 11. In 13'' un gol annullato alla Juve e vi lamentate pure. Zamba-Sulas:"Ata punta alla Champions" Percassi ride. Malnati ha ragione. Nessuno ha posto domande vere. Stadio, legge della domanda&offerta

Qual è il giudizio che si può dare alla VAR (Vedere, Aiutare, Risolvere), dopo 7 giornate di campionato? Personalmente gli darei 11 perchè, sta facendo una lotta senza quartiere ai complottisti caproni che ogni domenica, cambiano giudizio in base a come gli fa comodo, così come gli allenatori che piangono quando gli viene tolto un gol irregolare, ma non pensano a coloro che invece il torto lo subiscono. In parole povere, se il Var è contro, fanno le vittime, se è a favore, minimizzano e applaudono il marchingegno. Pagliacci. 

Il bilancio dunque è molto positivo, si sta parlando di una sperimentazione e come tale, va ancora messa a punto. Si è atteso 30 anni per introdurre l'occhio elettronico e adesso si rompono i coglioni se si perdono 2' per fare giustizia, quando fino all'altro giorno, c'erano perdite di tempo assurde per proteste, infortuni fantomatici, crampi inesistenti, simulazioni di rottura dei legamenti per un colpo al mignolo. 

SONO DIMINUITI GLI ERRORI E NONOSTANTE i soliti irriducibili contestatori, sono diminuite le discussioni in campo, a fronte di qualche minuto in più di recupero e senza diminuire la quota di tempo effettivo comprese le pause.

Solo questo basterebbe per promuovere la Var a pieni voti, un progetto intrapreso con coraggio dalla federazione che deve essere sicuramente perfezionato, ma che non è stato introdotto per rendere gli arbitri infallibili o perchè prima fosse tutto un complotto, anzi, ci sono ancora milioni di tifosi, allenatori e dirigenti con l'abitudine di lamentarsi, quasi sempre con la speranza che la domenica dopo possano ottenere benevolenza in cambio. 

LA VAR è al servizio dell'uomo, non in sostituzione! Ma questo il tifoso non l'ha ancora compreso perchè gli viene il mal di testa se legge le 4 righe del regolamento per l'utilizzo del VAR.

ANNULLAMENTO DEL GOL DI LEICHSTAINER- Gasperini si è lamentato in occasione del gol annullato alal Juve, perchè doveva essere espulso lo svizzero, un po' come lo stolto che guarda l'indice della mano che indica la Luna.

La gomitata sul Papu c'era? SI! E' stata vista? NO! Di conseguenza è stato assegnato un gol, ma tornando indietro di 13'', rispettando il protocollo, in poco più di 30'' il gol è stato annullato. DI CHE CAZZO SI LAMENTA GASPERINI LO SA SOLO LUI!

MEGLIO CONCEDERE UN GOL IRREGOLARE PER NON FERMARE 1' LA PARTITA? NO!! Mentre per i complottisti, continuerà a valere il pregiudizio, il sospetto, il complottismo, la presunzione della mala fede. SONO QUESTI I prinìpi DA COMBATTERE, DA DEBELLARE UNA VOLTA PER TUTTE PER RIDARE CREDIBILITA' AL NOSTRO CALCIO. 

SONO CERTO CHE IL VAR SARA' UN GRANDISSIMO ALLEATO PER I TIFOSI ONESTI, ACCETTANDO PURE I MARGINI DI ERRORE, DRASTICAMENTE DIMINUITI CON LA SUA INTRODUZIONE. 

IO SONO PER UN CALCIO MIGLIORE, ONESTO, OBIETTIVO, CON LA CULTURA SANA DEL TIFO. SCONFIGGIAMO LE CAPRE COMPLOTTISTE DI TUTTI I COLORI, NERAZZURRI COMPRESI! 

SOLO PER QUESTIONI OGGETTIVE-  Qualcuno sostiene che il Var debba essere “utilizzato solo per episodi oggettivi”, altrimenti “a marzo le partite dureranno 4 ore”. Premesso che se lo scopo è garantire giustizia nessuno deve avere fretta, la questione "oggettività" è proprio alla base del sistema Var. L'arbitro viene chiamato all'ordine di fronte a una mancanza evidente, viceversa andrà avanti a "sbagliare" come accadeva fino alla scorsa stagione. Magari le partite dureranno dieci minuti in più ma, forse, eviteremo di portarle avanti nei secoli dei secoli. SE UN ARBITRO NON VEDE UN FALLO DI MANO CHE LA VAR RILEVA, è una questione soggettiva? E' EVIDENTE A TUTTI UN FALLO DI MANO, UN FUORIGIOCO, mentre sul fallo di braccio di Petagna, è giusto che sia l'arbitro a decidere e nessun altro. 

SULAS, LA ROVINA DELLA TRASMISSIONE- Come immaginavo, pure la puntata con ospite Antonio Percassi, ha visto tra gli argomenti il Var (per fortuna pure stadio, e cose di campo). Sulas, si è detto totalmente CONTRARIO perchè gli toglie la gioia dell'esultare al gol. Al di là del fatto che è un tifoso del Milan, ma questo è un dettaglio, quello che è ridicolo quando dice certe cose, è che si dimentica che grazie al Var si è risparmiato la delusione dell'ennesima sconfitta contro la Juve, la GIOA DEL GOL ANNULLATO, DOPO LO SCONFORTO DI AVERLO SUBITO (si andava sul 3-1). Come si fa a non arrivare a certe cose? 

Per 1' di attesa (le partite mi sembrano finiscano tutte alle 16:50 o 22:40 al massimo come sempre), non si vuole il VAR e si parla di ritornare agli arbitri di porta. VOI NON STATE BENE DAI. Torniamo alla cabina telefonica, alla radioliona e alla caccia&pesca per mangiare

IL CULMINE del ridicolo, Gulash, l'ha raggiounto quando ha detto a Percassi (chissà cosa avrà pensato), che l'Atalanta quest'anno è da prime quattro e deve puntare alla Champions. Un clown, uno che vuole fare per forza il tifoso duro e puro, ma si fa ridere dietro dagli stessi tifosi che lo compatiscono. Lo stesso Percassi, si è messo a ridere, in forte imbarazzo nel rispondergli. Vero che è assurdo parlare di salvezza, ma è giusto che un presidente lo faccia, ma parlare di qualificazione Champions con Juve, NAPOLI, ROMA, INTER, LAZIO E IL MILAN CHE A CALCI IN CULO PRIMA O POI INIZIERà IL SUO CAMPIONATO, è da Zelig più che da TuttoAtalanta.

Altra perla di cazzate, l'ha detta in merito alla Juve che a differenza dell'Atalanta non è una squadra, ma si basa sui singoli. Questo è matto. Una squadra che vince 6 scudetti di fila, arriva due volte in finale di Champions e tre Coppa italia, non è squadra. Matteo, invita Gatti, pedersoli, Zappieri, persone preparate, obiettive, ma non fateci più vedere questo personaggio. 

Lo stesso Matteo De Sanctis, più volte l'ha zittito, con dei coppini verbali. Pagerei oro per confrontarmi una sera con Sulas in trasmissione. 

ZAMBALDO- Adoro Arturo Zambaldo, perchè quando lo incontro privatamente in Città Alta mentre si diletta nelle sue lunghe camminate, dice esattamente ciò che pensa, e sono esattamente il contrario di ciò che dice in tv. E' un furbacchione, un venditore di tappeti nerazzurri, è una scelta sua nel farlo, però quando dice che è contro il Var perchè gli nega la gioia del gol, è una TROIATA PAZZESCA.

Ribaltate una volta nella vostra vita da tifosi talebani, integralisti, ciechi, la situazione. Al gol di Mandzukic, non vi sono caduete le palle? Si andava sul 3-1, sarebbe terminata la partita. Invece in 30'' c'è stato un boato di goia, forse più forte di un gol regolare, perchè il Var ha annullato la rete. O sbaglio? Invece di pensare a questo, si parla della mancata espulsione di LEICHSTAINER. GENTE PROPRIO MALATA. Come quello che scrive che Higuain ha protestato con l'arbitro nell'occasione del rigore di Petagna e andava espulso. In effetti in 30 anni di calcio, non ho mai visto nessun giocatore protestare con l'arbitro..... CAPRE RAGLIANTI, LA FIGURA PEGGIORE DEL TIFOSO.

MALNATI E GLI OBIETTIVI- Poi c'è il solito Malnati che, da giornalista obiettivo, ha detto ciò che avevo scritto io l'altro giorno. Inseguire mille lepri, alla fine si rischia di non prenderne nessuna. 

Fuor di metafora, inseguire gli ottavi o quarti di Europa League (che al di là dell'incasso, fa solo legna), rischiando di perdere punti in campionato, arrivando alle porte di una nuova qualificazione europea senza raggiungerla e l'eliminazione in Coppa ITALIA, che ha avuto un sorteggio sfigatissimo, c'è il rischio di arrivare a fine anno "con un pugno di mosche", come ha detto Malnati. Sottoscrivo.  E' più facile raggiungere una nuova qualificazione europea in campionato, rispetto alla Coppa Italia (quest'anno), o l'Europa League. Si vede quando parla un "non tifoso" o meglio, una persona obiettiva, ma nessuno ha incalzato Percassi sul mercato.

MERCATO IN SINTONIA CON GASP?- Percassi ha detto:"La difesa è fortissima, abbiamo preso Palomino, Gosens in accordo con Gasperini". No alt, ma come? Un mese fa lo stesso mister disse:"Mi hanno preso difensori abituati a giocare a 4, sapendo che giochiamo a 3". Carta canta, è tutto riportato.

Nessuno ha chiesto lumi sulle dichiarazioni di Gasperini sul mercato, sul fatto che "preferisce giocatori ai mattoni", sulla mancanza di un attaccante che proprio il mister chiedeva.

Insomma, benissimo parlare dello stadio, ma le domande vere, ovviamente nessuno si è azzardato di porle. Tutti a 90°. Non credo che Percassi si sarebbe offeso, avrebbe risposto alle domande "scomode", magari con un po' di diplomazia, ma stiamo parlando di calcio, non dei conti delle sue aziende private.

STADIO da 30mila posti' NON AVETE CAPITO UN KAISER! -  A propostio di stadio, l'anno prossimo si partirà con la ristrutturazione della Curva Nord, ma i tifosi chiedono un stadio da 30 mila posti PERCHè già oggi non si trovano i biglietti.

FORSE VI SFUGGE LA REGOLA BASE DEL MERCATO che è quella della Domanda&Offerta. Se non si trovanoi biglietti, Percassi gode come un maiale che si rotola nel fango.  Non perchè è un sadico autolesionista, ma se c'è una domanda più alta dell'offerta, i prezzi salgono fatalmente. O no? Se per un posto ci sono tre persone che lo vogliono, è chiaro che gioco al rialzo. Ci arrivate da soli? Uno stadio nuovo, comodo, coperto da 22 mila posti, avrà prezzi da Juventus Stadium o giù di li con curve a 250 euro più di San Siro dove costa 200 euro, ma sei al secondo anello. 

OTTOBRE DELL'ANNO SCORSO E' STATO IL MESE DELLE RIVOLUZIONI TATTICHE, QUANDO ARRIVERANNO QUELLE MEDIATICHE? Meno polemiche,meno alibi, più sportività e onestà intellettuale. Chiedo troppo cari Percassi e Gasp?