Addio sconosciuti, ecco Pasalic (la Fiorentina non molla), sarà un'Atalanta fortissima con Dendoncker, ma la Champions.... Gasperini rottama Petagna. Gomez, mettergli il muro sarebbe un suicidio

18.07.2018 05:59 di Luca Ronchi  articolo letto 4497 volte
Addio sconosciuti, ecco Pasalic (la Fiorentina non molla), sarà un'Atalanta fortissima con Dendoncker, ma la Champions.... Gasperini rottama Petagna. Gomez, mettergli il muro sarebbe un suicidio

Dopo Zapata, è (quasi) fatta per Pasalic in arrivo a Bergamo nelle prossime ore, un giocatore tecnicamente validissimo, ma bisognerà vedere sul piano fisico se è riuscito a fare qual salto di qualità per poter mantenere i ritmi che impone la serie A.

Quel quasi lo mettiamo perchè il giocatore vorrebbe andare alla Fiorentina, ma sia il Chelsea (per uno sgarbo fatto su Salah dai viola) che il procuratore, lo stanno spingendo verso l'Atalanta, vedremo se alla fine il croato si adeguerà al fatto compiuto. 

Nonostante l'immobilismo iniziale, sono stato sempre molto fiducioso che Percassi avrebbe allestito una grande squadra, rinforzandola con 3-4 innesti di profilo internazionale, non più giocatori sconosciuti e poi si vedrà, ma giocatori pronti. Zapata, Pasalic e ora si sta puntando tutto su il belga Dendoncker, giocatore fortissimo, un tuttocampista capace di fare il centrocampista avanzato e la fase difensiva. Insomma, un giocatore che aumenterebbe decisamente la qualità della squadra sia tecnicamente che a livello sportivo.

CHAMPIONS- I tifosi hanno tutti il diritto di sognare anche che l'Atalanta vinca lo scudetto, Wimbledon e il Tour de France, ma parlare di zona Champions con squadre come Juve, Inter, Roma e Napoli sembra un po' da TSO immediato. Anche l'Atalanta di Comandini e Saudati parlava di zona Uefa e poi finì a piombo in serie B. Bisogna mantenere i piedi per terra che non vuol dire parlare di salvezza, ma di primi 10 posti. Se poi la società si decide a non prendere l'Europa League come obiettivo stagionale, puntando tutto sul campionato, allora nulla è precluso, ma lasciamo perdere i primi 4 posti, nemmeno con Padre Pio sulla traversa di porta i nerazzurri potranno raggiungerla. 

GASPERINI- E' indubbiamente il mercato di Gasperini. Ha voluto Zapata e l'ha ottenuto, ha chiesto un sostituto di Cristante con le stesse caratteristiche e sta arrivando, ma soprattutto un giocatore di livello internazionale per reparto e anche in questo sarà accontentato. Ha rottamato in pochi mesi Petagna (io un po' prima di lui, ma sono stato insultato), e preso Zapata che ha ben altre caratteristiche. Sartori non l'ha presa benissimo, ma finché i numeri danno ragione al Gasp, tutti zitti e pedalare. 

GOMEZ- La società e Gasperini fanno muro, i tifosi non vogliono nemmeno sentir parlare di una sua cessione e invece di riconoscergli l'onestà di dire ciò che pensa, lo insultano brutalmente sui social. Pace, ma se il gioco della società di chiudere ile porte per alzare l'asta, dall'altra sarebbe una follia trattenerlo a bergamo di fronte all'offerta della Lazio o di qualche altra squadra che punterà l'anno prossimo alla Champions. A livello contrattuale, ovvio che l'Atalanta è in una botte di ferro, ma la colpa è stata fargli 5 anni di contratto sapendo benissimo che il primo a sapere di non rispettarlo era lo stesso Gomez. 

Lui ovvio che l'ha firmato per pararsi il culo, ma andare al muro contro muro, sarebbe un danno per tutti, forse il caso Spinazzola non ha insegnato nulla. Non considero nemmeno il veto di Gasperini perchè è facile fare i gay con il culo degli altri, poi è il primo che se gli fosse arrivata l'offerta del Napoli, avrebbe mandato tutti a fanculo.