Benzina finita? Alibi drammatico e ingiustificato. Gasperini squalificato per bestemmia, finalmente si ricordano del regolamento. "Gomblotto?" Si come de Roon... Si può criticare il messia? Gasp il distruttore si adegui. L'Europa è un di più.

19.09.2018 05:22 di Luca Ronchi  articolo letto 4356 volte
Benzina finita? Alibi drammatico e ingiustificato. Gasperini squalificato per bestemmia, finalmente si ricordano del regolamento. "Gomblotto?" Si come de Roon... Si può criticare il messia? Gasp il distruttore si adegui. L'Europa è un di più.

Ho sentito alcuni giocatori parlare di stanchezza fisica e mentale per giustificare questo periodo di mini crisi in casa Atalanta. La cosa sarebbe di una gravità enorme, molto più del gioco in se. Se dopo 3 mesi e una sosta di mezzo, sei già in riserva, a dicembre puoi chiudere bottega. Chi inizia la preparazione un mese prima, oggi dovrebbe volare, invece l'Atalanta, con 27 giocatori disponibili, è già con le ruote sgonfie. Mi auguro sia una motivazione presa come scusante, ma non sia vera una cosa del genere. 

SE POI SONO VENUTE MENO LE MOTIVAZIONI dopo l'eliminazione dall'Europa League, sarebbe ancora peggio. Un bagno di umiltà da fare velocemente perchè considerare l'Europa un abitudine, sarebbe una follia. Per l'Atalanta deve essere un qualcosa in più da provare a raggiungere ogni anno, non un obiettivo minimo per il quale affossarsi se non viene raggiunto.  Le parole di umiltà, devono essere seguite dai fatti. E' esagerato parlare di salvezza, ma pure di Europa come un obiettivo minimo. 

Ho sentito il bravissimo Berlingheri con cui mi trovo sempre d'accordo, parlare di fine ciclo dopo 2 anni di Europa. Eh no, i cicli si chiudono dopo anni di vittorie, non per una qualificazione in Europa e una mancata per un rigore. L'Europa è stata una cosa inaspettata, un regalo, ma se una squadra si abbatte per un eliminazione, ripeto, deve farsi un bagno di umiltà.

GASP IL DISTRUTTORE?- Mentre sono d'accordo quando dice che Gasperini deve adattarsi al materiale umano che ha a disposizione. Non si può chiedere a Pasalic di fare Cristante o a Zapata di fare il Petagna. Un bravo allenatore (vedi De Zerbi e pure Maran), si adatta ai giocatori che ha a disposizione, non il contrario. Se poi Gasperini vuole fare il disfattista per dimostrare che aveva ragione lui, lo si cacci domani mattina. Spero non si voglia arrivare a questo....

Gasperini vedrà MIlan-Atalanta di domenica dalla tribuna (non è la prima volta), dopo la squalifica rimediata per una bestemmia,  netta e vista da tutti in diretta tv, in occasione del primo gol della Spal. A volte è difficile sentire e poter adottare questa punizione, quando a farlo sono i giocatori, ma per fortuna, vicino alle panchine, ci sono gli assistenti arbitrali e quando sentono una bestemmia, è giusto applicare senza se e senza ma il regolamento. 

COMPLOTTO- Qualcuno ovviamente ha gridato al complotto. "Diamo fastidio al palazzo e prima della partita con il Milan, squalificano il mister. Meditate meditate" Si, si, meditiamo che sei un asino! Il Palazzo (quale dei milioni presenti in Italia), odia così tanto l'Atalanta che è da due anni in Europa League, spinta molte volte dagli arbitri, NEGANDO ADDIRITTURA UN RIGORE A HIGUAIN SUL 3-3....

COSTA- Poteva mancare il classico benaltrismo? Certo che no. "Pòta, Gasparì 1 giornata e Duglas Costa solo 4". Dire che è stata una punizione bella pesante se non pesantissima, ma che non ha di certo guardato in faccia alla Juve. Totti per lo stesso gesto, si prese 3 giornate. LA PROVA TV VALE PER L'ATALANTA COME PER LA JUVE! Nessun "GOMBLOTTO!" 

DE ROON- NON SOLO, NON HO MAI VISTO UN MISTER FARE GOL, AL MASSIMO FARE DANNI, MA QUELLO CHE NESSUNO HA FATTO VEDERE, è il clamoroso placcaggio di de Roon su un giocatore della Spal lanciato a rete a palla lontana nel bel mezzo di un contropiede. L'arbitro ha pure visto la cosa e ha fatto proseguire, ma era un fallo da espulsione diretta o quanto meno da cartellino giallo che sarebbe stato il secondo e quindi espulsione.  Però tutti ciechi, nessuno ha visto, meglio pensare all'ingiustizia per aver squalificato giustamente un bestemmiatore pubblico. E' questa la mentalità irritante di molti tifosi che pensano di seguire il Real Madrid o il Fossombrone in base agli eventi. Calimero e Real Madrid a targhe alterne. 

CRITICA- Al di lù dell'episodio, è da inizio stagione che Gasperini non è assolutamente esente da colpe nelle sconfitte rimediate dai nerazzurri. A Copenaghen nella scelta dei rigoristi, a Roma in vantaggio 1-3, con sostituzioni affrettate e poco comprensibili, e ieri a Ferrara con una formazione iniziale scellerata e dei cambi inopportuni. 

PASALIC- Il croato ha giocato 7 partite su 7 senza sosta nella prima parte di stagione, arrivando con la lingua di fuori alla sosta e poi,  inspiegabilmente, dopo 15 giorni in cui ha potuto recuperare energie fisiche e mentali, Gasperini lo lascia fuori, concedendo spazi e un uomo in più a centrocampo alla Spal. Mistero. 

RIGONI- Oggi, ho sentito più di qualcuno gettare la croce addosso a Rigoni:"Non è adatto al calcio italiano", troppo lento e se ha un marcatore che non lo fa respirare, scompare dal campo. Ovviamente ho ascoltato in silenzio e un po' perplesso, perchè sono di quelli che aspettano almeno 10 partite intere per esprimere un primo giudizio. Visto finora, si dovrebbe bocciare pesantemente Zapata, mentre Reca gioca in Nazionale e a Bergamo non si sa ancora che faccia abbia. 

RICONOSCERE I MERITI- Gasperini in conferenza stampa ha detto:"Abbiamo perso meritatamente, anche se meritatamente non si potrebbe dire". E perchè?! Bestemmiare invece si può? Fare i complimenti e riconoscere i meriti dell'avversario, è un atto di sportività che c'è in tutti gli sport, tranne che in quello cavernicolo del calcio. Non è reato fare i complimenti all'avversario come ha fatto Gomez sul suo profilo Instagram. La missione impossibile di questo sito da 10 anni: eliminare la delinquenza e incentivare una cultura sportiva come c'è in altri sport. A quel punto potrò davvero chiudere il blog, ma è una battaglia francamente impossibile. 

PESSIMISMO COSMICO- Io non sono tifoso, ma nel leggere certi commenti di chi si ritiene tale, sono un ultras. In poche settimane (dall'olimpico), a oggi, l'Atalanta retrocederà, Zapata è un bidone, Rigoni un rattone, Pasalic moviolone, Gasperini in confusione che non ha più voglia e vuole retrocedere per dimostrare alal società che lui aveva ragione. Insomma, l'Atalanta sarebbe da chiudere e rifondare stile PD.

Un po' di equilibrio no? Poi sarei io quello che destabilizza per fare cronaca di calcio mercato. E' da un mese che non parlo più di capre, uso un linguaggio da cravattaro istituzionale, ma non chiedetemi di rispettare i pazzi complottisti, violenti, delinquenti e con i neuroni poco allineati.