Cagliari-Atalanta, dipende da San Siro. Belli i tempi degli spareggi. Gasperini, #toccaloro, squadra snella che punti solo a campionato e Coppa Italia. Mercato, l'Inter prova l'accoppiata Ilicic-Barrow. Toro su Laxalt

15.05.2018 05:39 di Luca Ronchi  articolo letto 3449 volte
Cagliari-Atalanta, dipende da San Siro. Belli i tempi degli spareggi. Gasperini, #toccaloro, squadra snella che punti solo a campionato e Coppa Italia. Mercato, l'Inter prova l'accoppiata Ilicic-Barrow. Toro su Laxalt

Belli i tempi in cui, quando due squadre arrivavano pari punti in classifica in zona retrocessione, Coppa Uefa o Coppa Campioni, si giocavano uno spareggio da dentro o fuori. Non solo si evitavano partite biscotto alla viglia, ma nemmeno durante, un po' quello che succederà domenica prossima a Cagliari e in altri campi.

Se il Milan a fine primo tempo dovesse chiudere in vantaggio di 2 gol, è chiaro che quello 0 a 0 che durerà a lungo tra Cagliari e Atalanta, si sbloccherà a favore dei sardi, mentre diventerà partita vera in caso di una vittoria della Fiorentina, anche se credo che le "motivazioni" del Cagliari, prevaranno su un settimo posto in classifica dell'Atalanta. Si accorderanno tra loro. 

E' sempre stato così, si tiene il risultato in parità in attesa di notizie da altri campi, mentre si sarebbe evitato tutto ciò se in caso di parità in classifica tra Atalanta e Fiorentina o Milan, ci fosse stata una partita spareggio. Pensate che bello e che introiti per i club coinvolti.

#TOCCALORO- Come vi ho annunciato settimana scorsa, c'è stato un incontro tra Gasperini e Percassi dove nessuno dei due  ne è uscito soddisfatto e convincente, con l'accordo di rivedersi a fine campionato. 

Gasperini vorrebbe mano libera sul mercato, cosa che Percassi non può concedergli assolutamente, per il rispetto dei ruoli che c'è sempre stato in casa Atalanta. Si converrà su 2-3 giocatori come Laxalt, Sturaro, Iago Falque, ma poi a tenere il pallino del mercato sarà sempre Sartori. 

A giugno vedremo se la fumata grigia si trasformerà in bianca o se Gasperini aspetterà i movimenti delle altre panchina e poi decidere, magari con la solita frase della Volpe e l'uva, se non arriveranno offerte:"Ho sempre desiderato restare a Bergamo". Si certo, come no....

SQUADRA SNELLA- L'ideale, ed è ciò che trova d'accordo la stragrande maggioranza dei tifosi dotati di un minimo di intelligenza, sarebbe costruire una squadra snella con 18 "titolari" e 4 giovani, per puntare solo sul campionato e Coppa Italia, facendo giocare i preliminari di luglio alla Primavera e ai nuvi arrivati per inserirli in rosa

Passi un anno di Europa dove ve la siete goduta, ci sono stati introiti, entusiasmo, esperienza, ma alla fin fine non ha portato nulla sul piano dei risultati. 

Molto meglio puntare al campionato con un sogno che solo a pronunciare fa venire i brividi: zona Champions League. Ovvio, non è che ogni stagione è festa e prima o poi le due milanesi dovranno tornare a lottare per le prime 4 posizioni con le romane, Napoli e Juve, mentre per la zona Europa League, Torino e Fiorentina ci riproveranno, avendo i mezzi economici  per rinforzarsi. 

MERCATO- Con l'anticipo della chiusura del mercato, gli operatori dei vari club si sono già scatenati per chiudere al più presto alcune trattative, cercando di anticipare la concorrenza. Per Barrow è una vera e proprio asta internazionale, con la Juve in pole, mentre l'Inter sta provando a strappare  Ilicic all'Atalanta. Non ve lo devo dire io che in caso di vera trattativa, lo sloveno si fionderebbe con la Bat Mobile ad Appiano Gentile. Ci arrivate anche voi, giusto?

LAXALT- L'esterno del Genoa, ha già un accordo con l'Atalanta da un anno, ma finché non ci sono le firme, tutto può ancora succedere, tant'è che il Toro sta provando ad inserirsi in questi giorni per portare l'esterno rossoblu in granata. Scaramucce di mercato legittime e appassionanti per i tifosi.