Evitiamo la cazzata del "Prima o poi bisogna incontrarle tutte". L'Anno scorso l'Atalanta non sarebbe entrata in Champions

29.07.2019 15:11 di Luca Ronchi   Vedi letture
Evitiamo la cazzata del "Prima o poi bisogna incontrarle tutte". L'Anno scorso l'Atalanta non sarebbe entrata in Champions

Tra poche ore scopriremo il percorso della stagione nerazzurra 2019-2020 che, a differenza degli altri anni, non seguirò in diretta, perchè oltre al calcio mercato, non mi occuperò nemmeno di calcio giocato. Gli ultimi due mesi della scorsa stagione sono stati uno schock per gli appassionati civili e sportivi. Mesi schifosi in cui ho letto le peggio cose, insulti, complotti da terrappiattisti, odio, vittimismo strisciante, ignoranza meschina e accuse infamanti che poi alla fine sono sfociati nella qualificazione Champions. Dei coglioni che hanno provato a rovinare la festa, messi momentaneamente in gabbia con i loro simili tipo capre, scimpanzè, maiali, ma pronti a tornare per spargere odio e caos permanente contro i veri tifosi atalantini. Occhio a queste bestie, vi inquinano i pozzi per sfogare le loro frustrazioni e tristezze della vita, oltra all'Atalanta non hanno nulla, zero, sono sottosviluppati, rimasti indietro, non meritano di stare in mezzo a noi, ma il calcio li sodogana per 9 mesi. Dovete zittirli, è un obbligo morale per ogni atalantino che si rispetti. Da quando non seguo più trasmissioni, siti e pagine Facebook atalantine, si sta da dio, meglio continuare così, limitandomi a qualche commento qua e là solo quando ci sarà da dire qualcosa di sensato. 

DETTO QUESTO, stasera ci saranno i calendari di serie A e come ogni anno, ci saranno i vari addetti ai lavori che usciranno con la cagate del "Prima o poi bisogna incontrarli tutti". PALLE! L'anno scorso se l'Atalanta avesse incontrato la Juve non ancora scudettata, non sarebbe entrata in Champions, invece c'è stato un pareggio biscotto e tutti felici e contenti alla faccia della regolarità del campionato e delle vostre presunte big favorite dagli arbitri: CIALTRONI!

 Incontrare una big tra un impegno di campionato e di Champions, non è come incontrarla a gennaio, la stessa Atalanta imepgnata in coppa, avrà la testa fatalmente alla Champions e affrontare la domenica prima una squadra rispetto a un'altra fa la differenza. Incontrare una squadra reduce da alcune sconfitte e con l'acqua alla gola, non è come affrontarla a metà classifica con la salvezza già virtualmente in tasca. Incontrare una squadra che ha appena cambiato l'allenatore è differente. Incontrare gli amici del Sassuolo all'ultima che fanno finta di fare Westriling, ma poi regalano i 3 punti, non è come affrontarli a metà campionato e magari in lotta per un posto in Europa. Insomma, l'andamento del campionato influisce molto sulla classifica finale, altrochè balle.