Giudizio unanime:"Ok il rigore, ma non sia un alibi". Con il senno di poi tutti direttori sportivi. Le statistiche e numeri che non significano nulla. Chiesa? Migliaia come lui, ma c'è chi vorrebbe limitare il Var. E doni...

03.10.2018 05:05 di Luca Ronchi  articolo letto 2378 volte
Giudizio unanime:"Ok il rigore, ma non sia un alibi". Con il senno di poi tutti direttori sportivi. Le statistiche e numeri che non significano nulla. Chiesa? Migliaia come lui, ma c'è chi vorrebbe limitare il Var. E doni...

Ieri mattina ho visto Freuler in centro, o meglio, ho visto la sua tipa, l'altro giorno Gomez, l'altro ancora Ilicic, gli ho detto per scherzare "Forza ****" e loro incredibilmente non mi hanno insultato, menato con spranghe o bastoni, ma hanno sorriso, concedendomi un selfie. Pazzesco vero? In un paese "normale", avrebbero dovuto quanto meno  insultarmi e detto:"Pòta, solo 'Talanta, il resto avansa. Boccia libero" Pensa te questi giocatori non attaccati alla maglia...... Niente volevo dirvelo così.

 Poi volevo chiedervi se vi interessa ancora una voce dal coro, oppure, per evitare scartavetramenti di coioni, non sarebbe meglio dire che tutto va bene, Gasperini è un tranquillone, negli spogliatoi fanno i trenini sotto la doccia e Sartori-Gasperini sono uniti come il PD. Dai un piccolo sforzo e cambiamo linea, basta critiche, basta tifosi occasionali, basta tifosi del Brescia mascherati. Ho sempre detto falsità, in casa Atalanta è tutto perfetto, la squadra non ha problemi e arriverà in Champions/scudetto (molti tifosi convinti) con Perotti (Jacobelli) e Belotti (Sulas). Ah no, questo no, è un po' troppo. 

Def, manovra, Spread, deficit, debito pubblico, PIL, mercati, risparmi, governo giallo-verde, giallo-blu, giallo- brunato, PD PartitoDefunto, me ne frego dell'Europa, se non quella nerazzurra, Conte chiamato Antonio e non Giuseppe perchè nessuno, nemmeno lui, sa che è il presidente del Consiglio. Ma chissenefrega di tutto ciò, quando non hanno squalificato Chiesa per la simulazione, che poi simulazione non era, ma se mai un comportamento anti sportivo che hanno fatto migliaia di giocatori prima di lui e altrettanti proveranno a farlo, perchè è questo che si insegna fin da bambini: fottere il prossimo.

Incredibile ma vero, il giudizio unanime dei tifosi dopo l'episodio del rigore, mi ha dato la speranza che c'è qualcuno sul pianeta calcio che ancora ragiona in modo sportivo, civile e obiettivo. A parte qualche idiota (non ho detto coglione) che invitava i giocatori dell'Atalanta a comportarsi come Chiesa ingannando l'arbitro, tutti gli altri sono d'accordo nel sostenere che il rigore non deve diventare un alibi perfetto per nascondere i problemi sotto il tappeto. 

SQUADRA TOP.. FLOP- Nel giro di poche settimane, come spesso succede nel calcio, si è passati dall'entusiasmo sotto l'ombrellone, di un'Atalanta di figurine come mai si era vista negli ultimi anni, a una critica feroce al mercato di Sartori, a Zapata e soprattutto a Gomez.

Ad agosto, se avessero preso Piatek e Koumè, avreste rivolto mille insulti contro il mercato di Sartori, mentre  tutti avrebbero firmato per avere Zapata, Gomez e Rigoni o Ilicic là davanti, mentre oggi l'attacco stellare è fermo a quota 2 gol nelle ultime 5 partite, situazioni vissute ai tempi di Denis imbolsito, quando però mancavano alternative di ruolo e tattiche per risolvere il problema. 

LA COSA ASSURDA è che questi giudizi e pregiudizi come quelli sul sottoscritto, escono dalle bocche delle stesse persone che confidano nel fatto che nei cosidetti "tempi moderni" ci si dimentica in un nano secondo di quello che si dice. Eh no, ricordo e leggo tutto, non mi sfugge nulla. Non sono tifoso dell'Atalanta, ma in materia potrei tranquillamente battere 6/ 6/0 migliaia di miglia di pseudo tifosi che si firmano "Ultras 1907". 

 IL PAPU VIENE MASSACRATO DAL FUOCO AMICO. Si, si proprio il Papu che quando il sottoscritto invitava la società di cederlo, veniva brutalmente insultato e denigrato con l'accusa di destabilizzare l'ambiente. Come spesso capita alle analisi obiettive, il tempo è galantuomo, basta attendere un periodo più o meno lungo e ti accorgi che dietro di te, hai migliaia di persone inferocite che sostengono la tua stessa tesi. Ormai ci ho fatto il callo, da Doni, a Denis, a PierPoalo Marino per finire con Petagna. Tra un po' vi dirò un paio di cose su Barrow, ma i tempi non sono ancora maturi.

GASPERINI- Modificare la propria forma mentale è la prerogativa che distingue gli arroganti senza speranza dalle persone intelligenti. Ballardini, allenatore molto sottovalutato, è uno che ha sistemato il Genoa in base ai giocatori, mettendo nelle condizioni migliori Piatek per segnare, senza fargli fare il trequartista o il recupera palloni. Gasperini è uno che invece vuole trasformare i giocatori con certe caratteristiche, adattandoli al suo modulo un po' integralista. Se vuole diventare un allenatore da top club, deve superare questo step, adeguando la sua filosia ai giocatori disponibili e non viceversa. Possibile che ogni attaccante che arriva a Bergamo, non sappia più segnare. Certo, Zapata e Petagna non hanno mai segnato molto nella loro più o meno lunga carriera, ma metterli nelle condizioni di farlo, spetta all'allenatore. 

DE ROON- Ieri Marten de Roon ha detto:"Se continueremo a giocare così, vinceremo molte partite". Eh no, se mai ne pareggerete molte, perchè se non segni, non vai da nessuna parte. A proposito di de Roon, possiamo discutere sul rigore fino a l'anno prossimo, ma nessuno ha visto che Chiesa si è fatto tutto il campo indisturbato, senza che nessuno lo fermasse con un fallo tattico. Zero, sia l'olandese che Toloi, gli hanno lasciato campo aperto fino all'area di rigore. 

ZAPATA- Ho sempre aspettato almeno 10 partite prima di giudicare un giocatore e finora, (magari domenica segna 9 gol), possiamo dire che il rendimento di Zapata è decisamente insufficiente. Un attaccante deve fare gol, è stato preso per quello, se no tanto valeva tenersi Petagna per fare a spoertellate e da trequartista, aveva piedi molto buoni. Francamente non capisco quelli che sostengono che stia giocando bene, così come quelli che vedono l'Atalanta in netta crescita. 

Se il termine di paragone sono le partite contro Cagliari e Spal, sono d'accordo, ma questa Atalanta, mi ricorda quella di Reja appena arrivato, nulla di più. Rispetto a quella dell'anno scorso, è lontana anni luce, ma probabilmente sono io a vedere diversamente le partite. 

Qualcuno dirà: ricordiamoci da dove siamo arrivati. Giusto, ma come in tutti gli ambienti, bisogna sperare di andare avanti, di crescere, di avere ambizioni sempre più alte, non quelle di fare 2 anni da top con caviale e champagne e poi tornare per i prossimi 100 a giocare per la salvezza, sarebbe una delusione. Poi capitano le annate storte, ci mancherebbe, ma devono essere eccezioni che confermano una grande squadra. Il Milan ad esempio, nonostante stia facendo annate pessime, non ha perso il suo appeal e status di big.  

DATI E STATISTICHE- Delle statistiche mi fido molto poco. Chissenefrega se una squadra ha il 90% del possesso palla, fa 200 tiri o 7.000 passaggi. Se tieni il pallone per 85' nella tua metà campo, agli avversari basta un contropiede, con tre passaggi e l''1% di possesso palla e vincono la partita. Bisogna vedere come viene sfruttato il possesso palla, sennò è fine a se stesso. 

Stesso discorso vale per i tiri in porta. se calcolo pure quelli da centrocampo in bocca al portiere o i tiri fuori dallo specchio di porta, posso pure farne 200 che non segno nemmeno  se gioco 2 giorni. 

GOLLINI-BERISHA- Il tormentone continua, ma la sensazione è che Berisha sia stato ammazzato psicologicamente da Gasperini e Gollini non è questo gran portiere che tutti si aspettavano. A gennaio, forse, sarebbe meglio vendere l'albanese e prenderne uno che possa fare il titolare. Sportiello, criticato e odiato da tutti,  se Gasperini non lo avesse massacrato pubblicamente, oggi era ancora il portiere numero uno dell'Atalanta.

VAR COME NEL VOLLEY E TENNIS- Qualcuno ha proposto di utilizzare il Var come nel volley e nel tennis con due chiamate disponibili a discrezione delle panchine. Perchè? Abbiamo visto che il Var ha risolto il 90% degli episodi dubbi e invece di "abusarne", vogliamo ridurne l'utilizzo. Porta via al massimo 2-3' di tempo, perchè dunque non tornare ad utilizzarlo sempre? Personalmente ne abuserei pure, per 2' di recupero in più, eviteremmo 7 giorni di polemiche e metteremmo la museruola ai complottisti e alle vittime

CHIESA- Lo hanno massacrato. Gli hanno dato del simulatore, de disonesto. Le solite esagerazioni. Chiesa, come si suol dire, “ci ha provato”. Lo hanno fatto 344234 giocatori prima di lui e lo faranno 43432 dopo di lui. Non è bello, è sbagliato, non si fa… Ma da lì a trattarlo come se fosse Totò Riina ce ne passa. Il problema non è l’attaccante “che ci prova” (a meno che non diventi un vizio), semmai gli arbitri che non vedono nonostante le immagini, quello sì che è grave. 

Poi qualche atalantino si è dimenticato il rigore netto negato alla Fiorentina per spinta di Kurtic su Astori e mi ricordo come se fosse ieri i vostri commenti da fenomeni:"Rigore è quando arbitro fischia". Bene, stavolta ha fischiato, sbagliando clamorosamente, ma ha fischiato. Non va bene?

DONI- Poi, parliamoci chiaro. Parlate di onestà e di comportamenti corretti, quando per anni, ogni volta che scoppiava uno scandalo combine o scommesse, c'era di mezzo l'Atalanta. doni era il capitano dell'Atalanta, non della Fiorentina, Masiello era un giocatore dell'Atalanta e pur sapendo quello che aveva combinato, ha firmato un contratto triennale con l'Atalanta. Dare patenti di onestà da Bergamo, non ve lo potete permettere.