In due mesi si fa la storia, tra campionato e Champions, ogni settimana una trappola. Invasione a San Siro evitata. Un ottavo di Champions vale un campionato da protagonisti? Biglietti solo tramite agenzia, scandaloso. Guardiola:"Atalanta?..."

30.08.2019 18:11 di Luca Ronchi   Vedi letture
In due mesi si fa la storia, tra campionato e Champions, ogni settimana una trappola. Invasione a San Siro evitata. Un ottavo di Champions vale un campionato da protagonisti? Biglietti solo tramite agenzia, scandaloso.  Guardiola:"Atalanta?..."

Puntuale come le tasse, dopo la seconda giornata di campionato, arriverà la pausa della Nazionale che tutti abolirebbero molto volentieri, ma dalla ripresa del campionato, poi ci sarà di che rifarsi con 2 mesi pazzeschi tra campionato e Champions. Se l'Europa League, ti porta via più energie fisiche che mentali, la Champions, giocandola di mercoledi, ti prosciuga i neuroni fin da ora, pensando alla prima trasferta a Zagabria, anche se le squadre da affrontare, sono quasi meno temibili di quelle affrontate due anni fa nel girone con Everton e Lione. 

ORA TUTTI RICONOSCONO CHE L'ELIMINAZIONE DI COPENAGHEN ha portato la Champions, ma quando dicevo io che avrei visto volentieri un'Atalanta senza coppe puntare fino alla fine ad un posto in Champions, qualcuno mi dava del coglione. A distanza di mesi, ho avuto ragione e oggi potete godervela. Ora dico che sicuramente, giocheranno in Champions come se non ci fosse un domani, lasciando fatalmente qualche puntincino al campionato e se poi si dovesse approdare in Europa League, ci sarebbero altri problemi aggiuntivi. 

CHAMPIONS- Vi dico la mia: fosse capitato un girone come è capitato all'inter, avrei puntato tutto sul campionato, anche perchè ad oggi, al di là di Inter, Napoli e Juve, vedo la Lazio in quarta posizione, ma poi l'Atalanta. Milan e Roma, mi sembrano cantieri apertissimi, ma tra poco più di 72h si chiude il mercato. 

PERò, un girone del genere è un'occasione ghiottissima per passare agli ottavi, dove entrerebbero tanti soldi e sicuramente una partita con un top team. Siete disposti a barattare un ottavo di Champions per un campionato nelle prime 10, ma non nelle prime 5-6? Boh, dovete rispondere voi tifosi, ma la botte piena e la moglie ubriaca, possono permetterselo solo grandi club con 2-3 squadre competitive, mentre l'Atalanta qualcosa da qui a dicembre lascerà sul campo, a partire da quella trasferta con il Sassuolo pre Zagabria. Alzi la mano chi non penserà alla Champions. Non vedo big match, tranne quello con la Juve che precederà il City, ma secondo voi qualcuno penserà alla Juve con "IL" match della storia tre giorni dopo?

E qui il calendario, che non può prescindere dal campionato. E allora ricordiamo nell'ordine l'autunno con l'Europa di mezzo: Genoa fuori, Dinamo Zagabria in trasferta (il 18 settembre alle 21), Fiorentina in casa; Sassuolo fuori, Shakhtar in casa (1° ottobre alle 18,55), Lecce in casa con il ritorno a Bergamo e l'inaugurazione della curva; Lazio fuori, City fuori (22 ottobre alle 21), Udinese in casa; Cagliari in casa, City in casa (6 novembre alle 21), Sampdoria fuori; Juve in casa, Dinamo in casa (26 novembre alle 21) e Brescia fuori (dal 24 novembre al 1° dicembre, ragazzi che settimana…); Verona in casa, Shakhtar in trasferta (11 dicembre alle 18,55) e Bologna in trasferta. A quel punto, il 15 dicembre, avremo capito tantissimo di questa stagione e dei suoi destini.

BIGLIETTI CHAMPIONS SOLO CON IL MONOPOLIO- Non ho ancora approfondito la cosa, ma da quanto ho letto e capito, i biglietti per le trasferte Champions, saranno messi in vendita da un'unica agenzia viaggi "all inclusive". Se vuoi andare per i cavoli tuoi, vai in altri settori e spendi un botto. E' chiaro che questo in una logica di mercato garantita, sarebbe anti costituzionale, un cartello anti concorrenza lobbystico con l'agenzia legata all'Atalanta come unico canale per accedere ad un servizio e bene comune. QuestA è l'ennesima dimostrazione che nessuno LAVORA per la gloria, nessuno ti regala nulla, PERCASSI DA BUON IMPRENDITORE, farà di tutto e di più per guadagnarci il più possibile da questa stagione. Abbonamenti aumentati, canali unici per accedere alle trasferte di Champions, diritti tv etc etc. Ma voi continuate con "Pòta figa, solo 'Talanta il resto avansa". Non vi avanzerà nemmeno il resto per un panino. 

INVASIONE A SAN SIRO? SOLO CON IL CITY- Il Manchester City, prima in Inghilterra e a seguire a San Siro. Impossibile che per allora i Cityzen saranno già qualificati e dunque che possa «distrarsi», molto facile che Gasperini e Guardiola regalino due sfide a scacchi per amanti della bellezza del calcio. «Io fra i due - ha detto Percassi - mi tengo Gasp. Ho già invitato i dirigenti del City a mangiare da Vittorio per ammorbidirli un po’: però in campo vanno i giocatori... Scherzi a parte: quella sera a San Siro vorrei dai trentamila spettatori in su». Saranno anche di più, probabilmente, perché vedere il City non piacerà solo ai tifosi dell’Atalanta: l’altra faccia della medaglia di questo sorteggio è che difficilmente il Meazza ospiterà altre invasioni, se non quelle dei tifosi bergamaschi, per le altre due in casa. Ma il 26 novembre, se Atalanta-Dinamo Zagabria dovesse essere decisiva, sarà un’invasione da sogno. 

GUARDIOLA- Infine Guardiola che ammette di non conoscere l'Atalanta, un po' come Fekir non conosceva Gomez, ma qui è normale che un ct di un top club mondiale non possa conoscere come gioca (non certo l'esistenza), di un club che è solo al suo secondo anno nella storia nelle competizioni europee. Ora farete gli offesi, ma l'Atalanta non è al centro del mondo, al di là di quello che pensate voi. VIDEO:  https://video.gazzetta.it/guardiola-l-atalanta-non-conosco/e473cde2-cb36-11e9-b76d-0640d69a4fbd?vclk=Videobar