La Gazzetta dedica 28 pagine di speciale, ma la dittatura nerazzurra la censura! I sapientoni che snobbano e sminuiscono l'Atalanta in Champions. Rispondo colpo su colpo, mentre voi sparate al sottoscritto.

24.04.2019 12:36 di Luca Ronchi   Vedi letture
La Gazzetta dedica 28 pagine di speciale, ma la dittatura nerazzurra la censura! I sapientoni che snobbano e sminuiscono l'Atalanta in Champions. Rispondo colpo su colpo, mentre voi sparate al sottoscritto.

Voi odiate il sottoscritto, continuate a sparare con chi è contro la violenza, è per uno sport pulitio, una mentalità sportiva e obiettiva, ma se invece di guardare quella trasmissione autoreferenziale del lunedi sera piena di leccaculo, dareste un occhio pure alle varie trasmissioni calcistiche nazionali (che registro di notte e ascolto distrattamente il giorno dopo come sotto fondo mentre studio o leggo), vi rendereste conto che qualche giornalista e addetto ai lavori spara sentenze sull'Atalanta, non avendo capito un cazzo. 

Non solo, pure i tifosi di quasi tutta Italia, sono preoccupati per una qualificazione dell'Atalanta in Champions, vedendola come una squadra che uscirà al primo turno, facendo perdere punti nel ranking Uefa. Lo stesso discorso lo sento fare anche da molti vostri tifosi. 

Possono avere pure le loro buone ragioni per pensarlo, ma a differenza vostra che credete in un calcio sporco, pieno di complotti, congetture, con il Palazzo che vi rema contro, io dico che se sul campo l'Atalanta si meriterà la qualificazione, andrà in Champions senza complotti occulti che tengano, e sono sicuro che saprà onorarla, molto più di certe pseudo grandi che non vedono nemmeno una semifinale di Europa League, da quando esiste questa competizione. 

ACCUSA- L'Atalanta uscirebbe al girone eliminatorio, farebbe come l'Udinese che a giugno venderà i suoi gioielli, per reinvestire su giocatori semi sconosciuti, ma non certo all'altezza di una Champions. Un po' quello che ha fatto l'Udinese che ha venduto Sanchez e Benatia, per poi giocare e perdere contro il Braga ai preliminari. Questo discorso l'ho sentito fare pure da molti atalantini. 

DIFESA- Primo: una qualificazione in Champions, a livello economico, se gestita bene (e Percassi sa come si fa), ti permette di costruire una squadra che non vincerà la Champions, non arriverà nemmeno agli ottavi, ma in campionato potrebbe lottare serenamente per le prime 4 posizioni in classifica, rafforzando di anno in anno la squadra e le casse societarie. Aggiungo: pure la Coppa italia che voi volete vincere assolutamente quest'anno come se non ci fosse un domani, a quel punto, non sarà più una questione di culo nei sorteggi o di incontrare la Juve che cammina, ma saranno le altre squadre a doversi preoccupare di incontrare i nerazzurri. 

SECONDO: Vi svelo un segreto, se l'Atalanta dovesse di culo arrivare terza nel girone, si ritroverebbe automaticamente in Europa League partendo dai sedicesimi di finale. Vi farebbe schifo? 

TERZO: Si giocherebbe di mercoledi, senza dover fare trasferte notturne tornando di venerdi mattina e dover poi giocare alla domenica alle 18 (cambia molto rispetto alle 15..), o a lunedi sera. 

QUARTO- Puoi vendere si Zapata, Ilicic, Mancini facendo plus valenze mostruose per giocatori che sappiamo benissimo, non essere insostituibili, perchè a Bergamo diventano buoni giocatori anche degli scappati di casa. Con quella barca di milioni, aggiunti ai 30 della Champions (30, non 0 della Coppa italia o Europa League), sono minimo 80-100 milioni da reinvestire in società e squadra. 

QUALCUNO non riesce a capire questi discorsi che valgono il futuro dell'Atalanta per i prossimi 10 anni. Sempre tenendo sul comodino la foto dell'Udinese che dovrebbe restare come esempio di un calcio che gira velocemente. Lo stadio di proprietà non porta automaticamente coppe e scudetti, ma serve a guadagnare sicuramente di più. Poi sta alla società sapere gestire il tesoro. 

PS- Sento dire ora che molti professoroni atalantini erano dell'idea che un'Atalanta senza Europa, avrebbe fatto un gran campionato. Ah si? Mi vien da ridere. I soliti furbi che se ne stanno dietro il cespuglio, seguono il pensiero comune, non si sbilanciano, fanno i cerchiobottisti, per poi uscire con il classico "Io l'avevo detto". 

LE PERSONE ONESTE, sanno che l'unico che  da giugno scrive che avrebbe voluto vedere un'Atalanta senza Europa, sicuro che avrebbe fatto un campionato competitivo fino a maggio per i primi 4 posti, questo è il sottoscritto! 

Ma come al solito, rimane nella memoria quello che è stato detto nell'ultima ora, fa nulla se poi vai a leggere quello che scrivevano mesi fa, ed era esattamente il contrario. Io so come stanno le cose, carta canta, andate a leggervi cosa scrivevo a giugno, è tutto nel blog. 

DITTATURA NERAZZURRA- Francamente non ho mai capito perchè uno che nasce a Bergamo, debba per forza tifare Atalanta, quando esiste il libero arbitrio addirittura per l'orientamento religioso. Nel calcio, un bambino si fa influenzare dal periodo storico in cui nasce (gli anni di Maradona, Sacchi, Mourinho, Platini), dai colori sociali, dal campione, dal gruppo di amici, dalla famiglia etc etc Un sacco di variabili che portano le grandi squadra ad avere milioni di tifosi in tutto il mondo, migliaia di tifosi atalantini a Bergamo (molti meno comunque rispetto a juventini, interisti o milanisti) e qualche decina in Italia. Ora infatti i tifosi atalantini sono aumentati, ma i più ridicoli sono quelli che a 30-40 anni cambiano squadra o dicono di tifare Juve e simpatizzare per l'Atalanta. Delle bandieriole assurde. Personalmente la squadra per cui facevo il tifo e che ora sostengo moderatamente in modo obiettivo, è gemellata con una squadra, ma non mi sono mai sognato di tifarla o di fare cori leccaculo. Un milanista, interista, juventino che tifano Atalanta, sono delle mutazioni genetiche, ma se uno tifa una di queste squadre pur nascendo a Bergamo, non ci vedo proprio nulla di male. 

PERò, Questa minoranza NERAZZURRA, vorrebbe condizionare la stampa nazionale. Prima piangeva quando nessuno li cagava, o meglio, li metteva sullo stesso piano delle altre piccole, ora che è da 4 anni che tutta la stampa nazionale parla in modo entusiasta dell'Atalanta, gli dedica pagine ogni giorno con interviste e analisi, prendono tutti esempio l'Atalanta come società virtuosa, non va bene. "Pòta figa, si sono accorti ora". Siete dei malati mentali e pure ignoranti, fatevi curare da un veterinario bravo. 

Ora vi regalo un neurone di cultura aziendale. I giornali, come le tv, sono aziende, giusto? Bene, come tali devono fatturare possibilmente in attivo per vivere e dar da mangiare ai loro dipendenti? Giusto? Bene, allora per vendere e guadagnare su di voi che comprate il loro prodotto, devono parlare di quello che la maggior parte della gente chiede. Se da domani le freccette diventassero il primo sport nazionale, in prima pagina leggerete:"Mister Freccetta fa centro 100 volte".

Vi svelo un segreto, l'Italia pallonara, non gira intorno all'Atalanta, ma da quando esiste il calcio gira intorno a Milan, Juve, Inter, Roma, Napoli, Lazio, le due genovesi, Fiorentina, Torino che, risultati alla mano, sono piazze molto più prestigiose a livello sportivo e come bacini d'utenza. 

SE DA 4 ANNI, tutti, TUTTI, parlano in modo entusiasta dell'ATALANTA, DOVRESTE SOLO ESSERE ORGOGLIOSI, PERCHè CI SARà DA DISPERARSI QUANDO LE LUCI SI SPEGNERANNO, MA VOI NON LO CAPITE, SIETE DEI FESSI TOTALI. Più l'Atalanta tira, più aumenta il suo bacino d'utenza, più vende il brand in tutta italia e nel mondo e più arrivano soldi nelle casse per portare campioni a Bergamo. E' così difficile da comprendere questa regoletta di mercato che insegnano allo zoo? 

Ogni giorno resto basito nel leggere le idiozie di certi utenti che scrivono sui social wEbeti. Chiedo a quei pochi che gli rispondono di non fare i provinciali, di smetterla di scrivere cazzate facendo poi risultare tutti dementi, di alzare la voce. I mentecatti, sono quelli che fanno più rumore per le cazzate che dicono, ma non mollate, so che ci sono molti tifosi intelligenti, coerenti, pragmatici, onesti e obiettivi, fatevi valere, difendete la vostra onorabilità! E BEN VENGA LA GAZZETTA E SKY CHE PARLANO IN MODO ENTUSISTA DELL'ATALANTA!