La giustizia che diventa complotto quando tocca a voi. Il fuoco amico contro la società. Lo stadio di Lego e il solito vittimismo. La Champions come arma di distruzione di massa. Occhio ai giornalisti meschini.

19.02.2019 06:45 di Luca Ronchi   Vedi letture
La giustizia che diventa complotto quando tocca a voi. Il fuoco amico contro la società. Lo stadio di Lego e il solito vittimismo. La Champions come arma di distruzione di massa. Occhio ai giornalisti meschini.

C’è ormai un riflesso condizionato NEL CALCIO: quando un episodio tocca la vostra squadra, la giustizia si trasforma in complotto. Non è più semplicemente giustizia, diventa giustizia a orologeria come certe ammonizioni o espulsioni che secondo voi nascondono chissà quali disegni occulti.

Il rispetto nei confronti degli arbitri, il rispetto delle regole, delle decisioni, delle sentenze, non fa parte del vostro dna. E' tutto un complotto contro di voi che vi sentite al centro del mondo.  

La tempistica assume un carattere inequivocabile,  come se ci fosse un tempo in cui è possibile e corretto dare un rigore o assegnare un cartellino rosso e uno in cui sarebbe sconsigliabile o inopportuno. Vi rendete conto della follia in cui avete portato il calcio? Di piazze che ragionano come voi, ne conosco ben poche leggendo  commenti di altre tifoserie. 

FUOCO AMICO CONTRO PERCASSI- Alla prima sconfitta, ecco che rispuntano quelli del "Percassi braccino corto", "Percassi pensa solo allo stadio", "Percassi fa solo i suoi interessi" e via con altre cazzate di chi non sa gestire nemmeno sua moglie. Inanzitutto, se Percassi vi regala lo stadio nuovo e poi ci guadagna su i milioni, a voi vi cambia qualcosa? O fate parte di quella schiera di invidiosi rancorosi rimasti al '68? Che Percassi giri in astronave, a me frega nulla, se si comporta onestamente e fa le cose per bene, è giusto che possa navigare nell'oro. Si chiama meritocrazia, non è una parolaccia. 

Forse questi signori che si spacciano atalantini (poi sono io quello contro), si dimenticano che dopo secoli, avranno uno stadio nuovo e moderno che non sarà costruito con i Lego, ma ha un costo complessivo che si aggira intorno ai 50mln. Cinquantamilioni, schèi, cucuzze, chiamatele come volete. 

LE INFRASTRUTTURE NON SCENDONO IN CAMPO- Non solo, oltre allo stadio, è stato completamente rinnovato il centro di Zingonia, la Casa del Giovane, investito sul futuro nel settore giovanile, ma queste cose la gente comune del "Pòta figa", non le riesce a vedere, il suo campo visivo e cognitivo è su un rettangolo verde e basta.

Mentre tutti questi investimenti, daranno i suoi frutti nei prossimi anni e consolideranno l'Atalanta nel G8 del calcio italiano con conti in ordine (particolare non trascurabile), strutture e infrastrutture di cui potrete beneficiarne pure voi per i prossimi 1000 anni. 

Però niente, la gente voleva Matri, Pavoletti, Palacio, Gabbiadini, Giovinco, Del Piero o Altafini per metterlo in panchina in attesa di un infortunio di Zapata o un calo di forma di Ilicic.  Io non mi sono occupato di calcio mercato, quando tutti i vostri idoli giornalisti vi davano un nome al giorno e alla fine è arrivato solo Ibanez, ma il responsabile delle bufale ero io, vero? Sono stato un mese a guardare e nessuno si è scandalizzato delle mirabolanti puttanate di calcio mercato che vi hanno spacciato. 32 NOMI FATTI, UN ARRIVO.... Beh, una buona media dai, dei fenomeni del calciomercato. Quanto la finirete di dire balle sul sottoscritto, la smetterò di dire la verità su di voi.

GABBIADINI, oltre a un costo enorme del cartellino, aveva un ingaggio fuori portata per l'Atalanta e voleva a tutti costi tornare alla Samp, perchè anche se non ci credete, se in campo l'Atalanta se la gioca con tutte, a livello economico è ancora una medio piccola, fatevene una ragione. Se pensate che Percassi spenda tanto per spendere, o si metta a protestare sugli arbitri, Var, complotti che vi maciullano il cervello, non avete capito un cazzo. 

VITTIMISMO- A proposito di complotti, ho letto tra le cause della sconfitta la mancanza espulsione di Bakayoko per un fallo su Gomez. E' chiaro che per voi antisportivi atalantini che volete vincere ladrando, ogni  fallo commesso dagli altri è da sanzionare con un cartellino, mentre i vostri se vengono puniti è per colpa del palazzo, degli arbitri che ce l'hanno su con l'Atalanta o di un meccanismo perverso che deve punire l'Atalanta, pure se si sta giocando Fanfulla-Cavese. Il fallo di Bakayoko è stato un normalissimo fallo di gioco a centrocampo come ce ne sono a migliaia ogni domenica. Mi ricordo un'entrata assassina di Hateboer poche domeniche fa, con l'olandese già ammonito e graziato dall'arbitro, ma queste cose però, i vostri 3 neuroni bacati non riescono a ricordarsele. Potete reggere un confronto con i vostri amici giornalisti tifosi e leccaculo, ma non con me, ne uscite con un 6/0 6/0 senza appello. 

Eh si, perchè qualcuno ha avuto il coraggio di scrivere che l'ammonizione di Rincon che gli farà saltare l'Atalanta per diffida, è stata manovrata dal palazzo per compensare l'espulsione di de Roon. Capito quanto siete malati? Cioè, mentre era in corso Napoli-Torino, l'arbitro pensava a Torino-Atalanta. Non ho parole, siete fantastici. Poi se vi danno delle capre però, non prendetevela, ve la siete proprio cercata.

PIATEK- Personalmente non stravedo per Piatek, ma di sapere il motivo immagino che non freghi nulla a nessuno, mentre ritengo un grande acquisto Paquetà, un brasiliano europeo entrato subito nel calcio italiano, dando qualità al centrocampo del milan fino a dicembre solo muscolare. Detto questo, gli atalantini hanno avuto da dire sul primo gol di PIatek, ritenendolo fortunoso, dando le colpe a Djimsiti e Berisha più che i meriti a Piatek. Niente da fare, riconoscere i meriti altrui, non fa per voi. Mai visto in Italia tifosi così anti sportivi, vittime e piangina. 

CON LA FIORENTINA SARA' COLPA DELL'ARBITRO- Un giornalista che si permette di dire che contro la Fiorentina bisognerà fare attenzione all'arbitro, si DEVE SOLO VERGOGNARE! Il rigore dell'andata hanno visto tutti che non c'era, ma cosa doveva fare un allenatore, restituire i punti o venire a Bergamo in ginocchio? E' normale che uno difenda un suo giocatore, soprattutto se questo è il capitano. Facile volere la testa degli altri, minimizzando  gli episodi a favore vostro. E' un atteggiamento meschino, vigliacco e infame. 

CONTRO LA SPAL, l'arbitro ha applicato il regolamento. Anzi, ha fatto benissimo a far proseguire l'azione, perchè se l'avesse interrotta prima e poi il rigore non c'era, la SPAL NON AVREBBE NEMMENO FATTO GOL. Il rigore c'era ed era netto, non su Chiesa ma su un altro giocatore viola. RIVEDETEVI LE IMMAGINI PRIMA DI RUTTARE E ABBAIARE! 

Ma queste cose per voi sono difficili da capire, lo so, sono io che pretendo troppo. SIETE ACCECATI DALL'ODIO, DAL TIFO ANTISPORTIVO, DAL VITTIMISMO, DAL CONFLITTO A TUTTI I COSTI. Pioli si è lamentato per il fatto che l'Atalanta, senza nessuna ragione, giochi un giorno prima. HA STRA RAGIONE, PUNTO! Avreste gridato al complotto per una settimana. DOVETE SOLO STARE ZITTI E VERGOGNARVI! 

MA DA TIFOSI CHE SI RODONO IL FEGATO PER IL MILAN CHE HA AVUTO UNA SENTENZA DEVASTANTE DALL'UEFA E INVECE DI SOLIDARIZZARE SI ACCANISCONO, COSA SI VUOLE PRETENDERE. Chiedere a una società di rientrare nei debiti nel giro di 3 anni, è una condanna a morte, pezzi di merda sciacalli giustizialisti chi non lo vuole capire perchè IGNORANTE. sI AVEVANO DUBBI SUI CINESI, UNA VOLTA CAMBIATA LA SOCIETA' OGNI ACCUSA è caduta nel vuoto, infami!

La Lazio è stata salvata dal governo, il PSG, City, Real  e molti club italiani sono stati salvati, mentre il Milan deve pagare per tutti? E' UNA VERGOGNA NAZIONALE E mi auguro che non vi capiti mai una cosa del genere. MORALISTI che dovevano giocare in C dopo le vicende calcio scommesse perpetrate per anni da doni e compagni.  Ridicoli e vergognosi farabutti. 

Con la Juve stessa clima di odio e sospetto, poi avete vinto 3-0 e tutto è passato in cavalleria, pure il tanto insultato Doveri al Var che ha lasciato correre un episodio sul primo gol.  

CHAMPIONS- Fino a venerdi scorso tutti convinti di andare in Champions, ora qualcuno comincia a dire che forse è stata un po' una cagata detta e pensata da qualcuno per ottenere like gratuiti. Intanto se l'Atalanta non ci andrà, chi andrà a dire a quel giornalista che l'ha detto che è un coglione masturbatore di cervelli? Nessuno, continuerete a leccargli il culo considerandolo atalantino, quando si è professato milanista più volte. Fossi un ATALANTINO Lo schiferei per leccaculismo, fossi un milanista, lo schiferei uguale. Tifare due squadre davvero non l'ho mai capito e concepito. E soprattutto non capirò mai gli infami che hanno cambiato squadra 3 anni fa, come quei cittadini che stanno divorziando fittiziamente dalla moglie o stanno cambiando residenza, per pigliarsi il reddito di vacanza... eh volevo dire di cittadinanza. 

Questi sono i giornalisti credibili e affidabili? Contenti voi. Tra doni, Boccia, Jakob (Jacobelli), masiello e qualche giornalista locale leccaculo, avete degli idoli un po' discutiibili. Dovreste farvi vedere da un veterinario bravo. 

CHAMPIONS DISTRUZIONE DI MASSA- Ma torniamo alla Champions. Io che odio l'Atalanta, la curva, amo il boccia, ho sempre detto che era un obiettivo al limite dell'impossibile. Può capitare una stagione ogni 10 anni che falliscano l'obiettivo Roma, Inter, Milan, Lazio, Napoli, ma non tutti gli anni. Può capitare che fallisca l'obiettivo una o due squadre, ma non 6. Date in Champions  la Juve, il Napoli e Inter (da quando si è liberata di Icardi e Wanda Nera sono tornati uniti, compatti e vincenti), il quarto e ultimo posto disponibile se lo giocano Milan, Roma e un gradino sotto Atalanta e Lazio. In un campionato così equilibrato, per prendere un punto sugli avversari, ci vogliono spesso più giornate, ora pensate di doverne prendere 4 al Milan con un calendario decisamente molto più favorevole sulla carta e alla Roma che non gioca affatto male. Non solo, l'Atalanta dovrà giocare a Napoli, Torino con il toro che se vince vi raggiunge in classifica (una finale per loro), con la Juve, contro L'Inter a Milano, Lazio a Roma, Samp a Genova. Insomma, non proprio partite facili. 

L'Atalanta in questi anni ha maturato esperienza, ma non potete paragonarla con quella di top club che hanno l'esigenza vitale di entrare in Champions e appena entrano nella fase cruciale del campionato, invece del braccino corto che può venire a una provinciale, diventano micidiali. Ripeto, l'Atalanta ha cambiato completamente mentalità negli ultimi 3 anni, ma poi conta la qualità del singolo che ti fa vincere le partite, l'alchimia nello spogliatoio, la serenità dell'ambiente. Sono tantissime variabili che possono fare la differenza e farti arrivare quarto o quinto in classifica. 

Chi vi parla di Champions, sta solo disturbando un ambiente che come ha detto lo stesso Freuler, non pensa assolutamente al quarto posto.  Finchè lo fanno i tifosi passi, ma che lo dicano gli addetti ai lavori che tutti leggono o ascoltano, è pericoloso. Se poi l'Atalanta arriverà in Europa League e non vincerà la Coppa Italia sarà una stagione mediocre? Assurdo. Vi sentite già in Champions e in finale a Roma, occhio che cadere dal gradino ci si sloga la caviglia, mentre dal decimo piano può risultare fatale. 

Ah si vero, è colpa del palazzo, della var, degli arbitri, del complotto. Tutte le squadre sono inferiori all'Atalanta, ma vincono perchè rubano. Alzo le mani, avete vinto.