Occhio Viola. Questa Atalanta poteva lottare per il quarto posto. Contenti per le emozioni o rammarico? La normalità che stupisce. L'Atalanta distrugge il Verona e sui social:"La Var ha annullato un gol regolare a Gomez". Niente da fare...

 di Luca Ronchi  articolo letto 2730 volte
Occhio Viola. Questa Atalanta poteva lottare per il quarto posto. Contenti per le emozioni o rammarico? La normalità che stupisce. L'Atalanta distrugge il Verona e sui social:"La Var ha annullato un gol regolare a Gomez". Niente da fare...

L'Atalanta in 2 domeniche aggancia il settimo posto in classifica saltando addosso a una Samp stordita da 4 gol presi a Crotone e 5 contro l'inter in casa e domenica, dovrà andare a Verona contro il Chievo, mentre i nerazzurri giocheranno in casa contro un Udinese in crisi nera, con la piazza in subbuglio e bisognosa di punti come l'ossigeno.

ARRIVATI a 11 giornate dalla fine del campionato, ora si può fare un bilancio e una domanda sorge spontanea: contenti per le emozioni europee, o avreste dato precedenza al campionato, con la seria possibilità che questa Atalanta, se avesse giocato con questa intensità fin da settembre, avrebbe tranquillamente giocato per un posto in Champions?

Molto probabilmente non ci sarebbe arrivata comunque, ma le emozioni di lottare fino a  fine campionato per un posto in Champions, una bestemmia solo a pronunciarla due anni fa, non sarebbero state uguali, se non superiori, a delle partite di Europa League?

Chiedo, non lo so, ma come ho sempre detto;  la coppa la vinci, o è tutta gloria che fa legna per il camino e l'Atalanta non avrebbe vinto mai l'Europa League, ma al massimo sarebbe arrivata ai quarti con la Lazio che è squadra più forte.

FIORENTINA- Per la lotta Europa, l'Atalanta se la giocherà con Samp e Fiorentina, ora ad armi pari senza coppe tra le balle. Ma attenzione alla Fiorentina e alla spinta emotiva derivata dalla tragedia Astori. I viola sono dietro 3 punti, hanno pareggiato con l'Atalanta andata e ritorno, hanno motivazioni e giocatori in grado di poter centrare una serie di vittorie importanti come quella ottenuta ieri a Torino contro i granata ormai in piena crisi di risultati con la piazza in rivolta.

Ah, a proposti di Samp e Giampaolo, ho sempre sostenuto, a differenza dei massimi esperti di calcio mondiale che l'allenatore blucerchiato, sia un mediocre sopravvalutato. Dieci esoneri in 13 stagioni e anche quest'anno, alle prime difficoltà, si sta sciogliendo come neve al sole. Ma io non so nulla, non sono nessuno, semplicemente mi favorisce l'onestà intellettuale e l'obiettività di giudizi in tutto. 

LA NORMALITA' CHE STUPISCE- Ogni domenica, da 2 anni a oggi, sento spesso dire:"Ahi, mi sa che questa domenica l'Atalanta perde", "Ahia, ho paura che l'Atalanta oggi ci lascia 3 punti", "A Roma? Prende l'imbarcata" e via di queste cose che dimostrano come tra i tifosi, non c'è ancora quella sicurezza, consapevolezza e fiducia totale in questa squadra.

Si pensa sempre che da un momento all'altro l'Atalanta possa cadere e tonare nella normalità che l'ha accompagnata in 110 anni di storia. Eppure la NORMALITA' sta diventando vincere in trasferta a Bologna, Verona, Milano, Napoli, Roma etc come se fosse un risultato ottimo, ma sulla carta possibile.

Negli anni scorsi, quando l'Atalanta vinceva in trasferta ( a Lecce, Frosinone, Pescara, non a Napoli o Milano), sembrava un evento da raccontare ai nipotini, oggi diventa una routine vincere a Verona 5 a 0. Pazzesco. Mi spiace che tutta questa meraviglia e questi annimemorabili, siano rovinati dalle capre social che invece di guardare la luna, si fossilizzano sul dito accusando la Juve di rubare o il fuorigioco di Martens. Dei poveri pezzenti. 

LE CAPRE NON MOLANO- Un tifoso normale, dopo la vittoria di ieri, avrebbe festeggiato tutta sera, ubriaco di gioia, invece cosa mi tocca leggere su alcune chat? "Al Napoli hanno convalidato un gol in fuorigioco millimetrico e a noi l'hanno tolto, La Var penalizza le piccole"

Ora, io non dico nulla, lo compatisco, mi mordo la lingua, ma un soggetto del genere non è una capra, asino scimmia con il cervello di una pulce? Ditemi voi se tifosi così devono rappresentare la tifoseria atalantina. Pazzesco