Preliminari come amichevoli estive? Eh no, cambia tutto. Meglio tre amichevoli di prestigio e la Coppa Italia. Un campionato da record o uno da retrocessione con 3 turni in E.L? Per l’Europa serve lo stadio, Percassi prega per il settimo posto

 di Luca Ronchi  articolo letto 2332 volte
Preliminari come amichevoli estive? Eh no, cambia tutto. Meglio tre amichevoli di prestigio  e la Coppa Italia. Un campionato da record o uno da retrocessione con 3 turni in E.L? Per l’Europa serve lo stadio, Percassi prega per il settimo posto

Sento dire: vogliamo andare in trasferta come a Leeds ad agosto, ma invece di un amichevole sarà un preliminare di Coppa, dov’è il problema?

Eh no cari miei, cambia tutto. Un conto è andare a giocare all’estero un amichevole, dove puoi presentarti con le gambe imballate come pacchi della DHL e un conto farlo per un preliminare da dentro o fuori per l’Europa.

Nel primo caso le date e i lavori per la preparazione al campionato non cambiano di una virgola, nel secondo devi stravolgere completamente i programmi, con il forte rischio di trovarti a dicembre fuori dall’Europa, una squadra sulle gambe in lotta per la salvezza e una rosa falcidiata dagli infortuni.

Per cosa? Per tre partite di merda contro squadre sconosciute? Ma chissenefrega, preferisco allora tre amichevoli internazionali di prestigio con il Lipsia (favola in BundesLiga), Barcellona (l’ha fatto la Samp l’estate scorsa) e un’altra squadra a vostra scelta.

Molto più belle queste tre trasferte, rispetto a quelle dei preliminari contro squadre sconosciute in paesini sperduti in Russia o chissà dove.

L'IMPORTANZA FONDAMENTALE DELLO STADIO- C’è un dato negativo in più da aggiungere rispetto al Sassuolo (prendiamo i neroverdi come esempio, ma ce ne sarebbero altre), ed è quello dello stadio. Il Sassuolo poteva giocare in casa davanti al suo pubblico le partite europee, mentre l’Atalanta andrebbe in trasferta 6 partite su 6. Follia pura! A stanchezza, si sommerebbe ulteriore stanchezza. Per non parlare poi dei posticipi che di fatto verranno stabiliti dalla Lega per favorire il recupero degli orobici. Giocare al lunedi sera, per la gioia dei belanti che si lamentano per 2 partite all’anno alle 12,30 della domenica. Ridicoli!

COPPA ITALIA- Piuttosto si onori questa cazzo di Coppa Italia, CONSIDERATO CHE l'anno prossimo si partirà dagli ottavi, giocando in casa il primo turno. Non vi piacerebbe un bel match serale a Bergamo con la Juve piuttosto che un turno di Europa League che non caga più nessuno ormai?

VI SVELO UN SEGRETO- Il campionato verrà disputato pure l’anno prossimo e pure, udite udite, anche nel 2019-2020, quando ci sarà uno stadio di proprietà, con la conseguenza di avere maggiori introiti, giocando in casa le partite di coppa e con la possibilità di allestire una rosa all’altezza, senza l’obbligo di fare cessioni per mantenere le casse in salute.

DOMANDA- Ma ora vi chiedo: chi cazzo vi frega arrivare sesti o settimi a questo punto? Non vi è piaciuto questo campionato? Non avete goduto come ricci? Si, allora perché tornare a lottare per la retrocessione per 3 turni di Europa League?

Vi rendete conto che siete degli egoisti facendo i gay con il culo degli altri? Va bene, si vada in Europa, ma guai a chi fiata se poi ci sarà un campionato di sofferenza.

Nell’anno in cui c’era la Coppa Uefa, non c’erano le tv, entrare in Europa voleva dire guadagnare parecchio, mentre ora sarebbero solo spese fino ai quarti di finale che l’Atalanta non raggiungerà mai. Con la riforma della Champions League, l'Europa league, non la cagherà più nessuno davvero, ci andranno squadre tipo Pescara o Crotone. Che cazzo vi frega?

A proposito di diritti televisivi, apro una parentesi per i tifosi che mettono lo striscione “Skyfo”. Care capre, sapete da dove arriva il 75% dell’incasso dell’       Atalanta? Esatto, dai diritti televisivi, senza questi, la vostra beneamata Dea, farebbe fatica ad iscriversi al campionato. Buffoni!

Percassi non lo dirà mai, ma in cuor suo firmerebbe oggi per un settimo posto, se poi sarà Europa, sono convinto che verrà presa come si prende la Coppa Italia: ampio turn over e largo alle seconde linee. Contenti voi..

A ROMA SENZA GOMEZ? DOPPIA PUNTA- Gasperini ci sta seriamente pensando. Senza Gomez ed esterni di ruolo, un bel centrocampo a 5 per contrastare il punto di forza della Roma e dentro Petagna-Paloschi.