Qualificarsi in coppa per il campionato. Oltre alle aspettative, ma il ritiro spot continua e qualcuno non la prende bene. Lo smog, colpa di Spinazzola. Gasperini, l’umiltà tattica non è reato, dalla pancia piena a vuota. Gomez, è frattura?

 di Luca Ronchi  articolo letto 2261 volte
Qualificarsi in coppa per il campionato. Oltre alle aspettative, ma il ritiro spot continua e qualcuno non la prende bene. Lo smog, colpa di Spinazzola. Gasperini, l’umiltà tattica non è reato, dalla pancia piena a vuota. Gomez, è frattura?

Qualificarsi con 180’ d’anticipo sarebbe importante pure per il campionato, soprattutto quando la coperta, comincia ad accorciarsi nelle scelte di formazione. Giocare ogni tre giorni obbliga a uno stress psico-fisico che alla lunga si paga. Il problema  è che il campionato sta entrando nella fase cruciale e davanti viaggiano come furie se si pensa che in 5 squadre, hanno lasciato sul campo solo 7 punti in 9 giornate. .

Ritiro ad oltranza, anche se qualcuno considera il termine come una bestemmia, un incubo, un termine tossico da maneggiare con cura, ma di ritiro punitivo si tratta.

Un ritiro a tutti gli effetti e ai giocatori non è andato assolutamente giù. Anzi, a più di qualcuno sono “girati parecchio i 'oglioni”, come direbbero i seguaci del Sarrismo. Nomi? Nemmeno sotto tortura, ma come vi ho scritto ieri, questo mini ritiro spot, poteva avere conseguenze pericolose e gli effetti si spera non emergano sul campo, ma nello spogliatoio, più di qualcosa si è rotto in queste ore. Stop, basta, ho già detto troppo.

L'atalanta  vincerà GIOVEDI in coppa E CONTRO la Spal domenica (rilanciata dopo la vittoria contro il Genoa penultimo in classifica!!), e si dirà che il ritiro è statoutile, certo, come no. 

ASPETTATIVE- “Obiettivi? Fare bella figura in Europa dove vogliamo fare esperienza, la salvezza prima possibile e restare nella parte sinistra della classifica”. Detto fatto, anzi, con il passaggio del turno (nessuno l’avrebbe nemmeno sognato), siamo ben oltre alle aspettative di inizio stagione. La salvezza non la consideriamo nemmeno, perché è una presa per il culo all’intelligenza dei tifosi. Mentre la parte sinistra della classifica arriverà senza problemi, perché l’Atalanta finirà nelle prime 10 del campionato pure da ubriaca fradicia.

DIMENTICARE L’ANNO SCORSO MA NESSUNO LO FA- Si continua a ripetere come un mantra:”Dimentichiamoci il campionato scorso”, ma ogni domenica, si paragona questa stagione con  quella passata. Oggi l’Atalanta ha 4 punti in meno, ma il problema è che davanti 5 squadre fanno un altro campionato, la Sampdoria non pervenuta l'anno scorso,  è una signora squadra senza impicci europei, il Milan ha speso 220 milioni e a calci in culo, in Europa ci arriverà. L’unico posto libero per poter entrare in Europa, sarebbe la Coppa Italia, ma il sorteggio è stato più sfigato di quello europeo. Oppure sperare che vinca la coppetta delle deluse, una delle prime 4 in classifica, liberando un posto per l’Europa. Una tonnara di 8 squadra per la gioia di Sky che avrà i diritti Champions e Europa League per i prossimi 3 anni.

MENTALITA’- SIA CHIARO, nessuno sbarco a Zingonia per salvare dei prigionieri di guerra, anche se stanno li per 2 giorni con doppi allenamenti (di cui uno è più la rottura di cambiarsi che l’allenamento in se), non succede nulla, ma  una cosa HA DATO GIUSTAMENTE FASTIDIO: NON ESISTE che dei giocatori strapagati, senza nessuna preoccupazione extra “lavorativa”, prenda l’alibi di pensare all’Europa e non al campionato. Ma stiamo scherzando?

ALLORA FACCIAMO COSì, D’ORA IN POI, la società li stipendi solo per giocare 5-6 partite in Europa e via. Il giorno dopo, comincerebbero a correre come lippe pure in campionato, ma mai nessun presidente ha avuto i coglioni per colpire i bambinoni viziati nel portafogli, guai a toccarli, hanno più immunità di un presidente della Repubblica. Sempre colpa dell’allenatore, dirigenti, tifosi, luci dello stadio, campo, freddo, caldo, afa, smog.

SPINAZZOLA- A proposito di smog, la colpa è chiaramente di Spinazzola. A parte gli scherzi, se l’Atalanta va normale (NON MALE!!), bisogna pur trovarlo un colpevole no? E chi meglio di Spinazzola dopo quello che è successo quest’estate e con le valigie pronte per la Juve a gennaio o giugno? IL MOSTRO PERFETTO DA SBATTERE IN PRIMA PAGINA.

SIETE SERI QUANDO DITE CHE in occasione del rigore dell’Udinese, Spinazzola è stato ingenuo? Ma avete visto la dinamica dell’episodio? Gli ha tirato una fucilata da zero metri sulla mano e la colpa è di Spinazzola? Ma per favore dai, basta cagate.

L’esterno nerazzurro sta giocando meno bene dell’anno scorso come tutta la squadra (anzi, forse è uno dei migliori), ma è ovvio che si preferisce colpire un ospite rispetto a un Petagna inguardabile che gioca una partita si e 5 no come il Denis degli ultimi 2 anni.   

GASP UMILTA’- Poi  vogliamo dire che il bravissimo Gasperini, a volte dovrebbe uscire dal guscio del suo credo tattico e capire che in certe situazioni, abbassare un po’ la squadra, cambiare modulo, non è un atto di lesa maestà o una cosa di cui vergognarsi?

MI PIACEREBBE SAPERE ORA SE SIETE ACNORA CONVINTI CHE IL BEL GIOCO è MEGLIO DEI RISULTATI.... Del bel gioco ci si può fare il caminetto, i risultati sono l'unica cosa che conta come recitava qualcuno

CAMPIONATO COPPA- Torniamo sul tormentone che va per la maggiore. ha senso puntare all'Europa, quando al 100% l'Atalanta non la vincerà mai? A febbraio c'è il rischio di ritrovarsi in coppa squadre come il Siviglia, Porto, Borussia Dortmund, Atletico Madrid, squadre che gli danno 10 giri all'Atalanta. Un conto sono le amichevoli estive, altro le partite ufficiali.

DALLA PANCIA PIENA A VUOTA- L'Atalanta viene accusata da Gasperini di avere la pancia piena in campionato, un po' come se l'Europa fosse Gardaland e il campionato il parchetto sotto casa. E' normale che qualunque giocatore  tra campionato e coppa, preferirebbe giocare 11 volte su 10 in Coppa, ma volendo inseguire l'Europa e un'altra qualificazione in coppa in campionato, c'è il forte rischio  DI RITROVARSI CON L PANCIA VUOTA  e la TESTA PIENA DI BESTEMMIE a fine stagione. 

L’ATALANTA L’ANNO SCORSO, E’ STATA una delle squadre che ha corso di meno ed è arrivata 4^, quest’anno è terza nella classifica dei maratoneti, ma va peggio. Il motivo? L’anno scorso si faceva correre la palla e ogni giocatore faceva scatti brevi per il recupero palla o per brevi spostamenti, mentre quest’anno, è spesso costretta a rincorrere per colpa di passaggi sbagliati, marcature che saltano, difesa lunga ed errori di posizione con un de Roon a centrocampo che c’entra poco o nulla nel 3-4-1-2 del Gasp.

Cambiare modulo per de Roon, mai, ma se ogni tanto ci si arrocca in difesa per mantenere un risultato positivo, non vengono i carabinieri ad ammanettare nessuno.

GOMEZ- PREMESSA: quanto sto per dirvi non lo so, è frutto di supposizioni, vox populi (che poi a volte sono le fonti ufficiali di un indiscrezione), sensazioni, ma la domanda sorge spontanea: possibile che un pestone tenga fuori un giocatore per un mese o lo faccia giocare al 50%?

Probabilmente si, ma il forte sospetto, è che l’infortunio di Gomez, possa essere più grave di quello che si dice. Se ci fosse una microfrattura? Sarebbero cazzi amarissimi, ma probabilmente ne sapremo di più durante la pausa. Se anche in questo caso il Papu non riuscirà a recuperare, allora i dubbi si farebbero quasi certezza.