Rincon: chi vince tra Sartori e Gasp? E' guerra fredda, vi svelo un retroscena. Quanti punti interrogativi da risolvere. Comprare bene, vendere meglio. Frecciata di Cornelius a Petagna nell'anno dei Mondiali. Palacio: finalmente!!!

 di Luca Ronchi  articolo letto 3729 volte
Rincon: chi vince tra Sartori e Gasp? E' guerra fredda, vi svelo un retroscena. Quanti punti interrogativi da risolvere. Comprare bene, vendere meglio. Frecciata di Cornelius a Petagna nell'anno dei Mondiali. Palacio: finalmente!!!

Il mercato dell'Atalanta ora è tutto concentrato su de Roon (c'è un accordo con il giocatore, ma il Boro spara altissimo), ma non si trascurano altre piste e occasioni per il presente e futuro. 

Nel caso in cui le pretese del Boro non dovessero calare, i nerazzurri andrebbero su altri profili come Ferri del Lione (prima alternativa e unica secondo alcune indiscrezioni), o Rincon della Juve, per la quale i bianconeri hanno inserito Spinazzola come contropartita. Per questo l'Atalanta ha chiuso per il momento la pista per il centrocampista venezuelano, puntando dritta su Ferri. 

Vedremo nei prossimi giorni gli sviluppi della vicenda, ma c'è ben altro sotto questa trattativa.

Rincon piace a Gasperini, mentre Ferri piace a Sartori e dopo le parole folli del mister rese pubbliche a Sky, Sartori pare sia andato su tutte le furie e la società con lui.

Gasperini, come l'anno scorso (Sportiello ad agosto e critiche al mercato a gennaio), l'ha fatta di nuovo fuori dal vaso, rendendo pubbliche opinioni (legittime), sputtanando di fatto il mercato fatto finora dal duo Sartori-Percassi che hanno regalato al mister una squadra già pronta per il ritiro, con doppie alternative per ogni ruolo. Manca un centrocampista? Ok, ma c'era bisogno di fare tutto questo teatro, sapendo che alla fine del mercato manca ancora un mese e si sta lavorando su de Roon?

Nel mercato, vale la regola che bisogna saper acquistare bene e vendere meglio, cosa che Percassi ha fatto alla grande. 

QUANTE DOMANDE- Evidentemente Gasperini non ritiene all'altezza i nuovi acquisti, ma allora chi ha fatto mercato? Chi ha avvallato le scelte dei giocatori? Sartori ha fatto tutto da solo senza prendere in considerazione le indicazioni del Gasp?

A mio avviso, siamo seduti su una polveriera, con Freuler che TARDA A RINNOVARE perchè in attesa di capire che ruolo avrà, Petagna che mugugna per la concorrenza del danese Cornelius che Gasperini vede discretamente, ma non ancora all'altezza per la serie A. Ilicic che quando starà bene, prenderà il posto di Kurtic.

Vanno bene le alternative, ma poi bisogna saperle gestire. occhio che alle prime difficoltà può scoppiare la bomba.

A PROPOSITO DI lotte intestine, Petagna in una recente intervista, aveva sminuito il campionato danese e di conseguenza il nuovo acquisto Cornelius:"Bisognerà vedere come si adatterà al nostro campionato che non è proprio paragonabile a quello danese"

 Mentre oggi (pubblico l'intervista per mezzogiorno), lo stesso danese, alla domanda se c'è una rivalità con il bomber triestino, ha risposto:"Beh, all’aspetto siamo simili, non c’è dubbio. Non siamo lo stesso tipo di giocatore, ma sono qui da troppo poco per dare un giudizio su di lui". Un po' come sminuire Petagna di cui l'anno scorso, ne parlavano persino gli UFO. Punture di spillo per una rivalità che potrebbe sfociare in uno scontro stile Ivan Drago contro Rocky.

E' chiaro che nell'anno dei mondiali, Petagna, pur di giocare titolare, potrebbe pure chiedere la cessione a gennaio.

PALACIO- Chiudo con Palacio che tutti gli espertoni pagati profumatamente, davano vicino all'Atalanta, mentre il sottoscritto da sempre vi ha scritto che l'Atalanta non l'ha mai nemmeno pensato. Ora a quanto pare l'argentino sarebbe vicinissimo al Bologna. Scusate l'esclusiva....