I gemelli sud americani Barreto il "cagnass" e Carmona "el muto"

30.11.2010 11:15 di Luca Ronchi   Vedi letture
I gemelli sud americani Barreto il "cagnass" e Carmona "el muto"

BERGAMO- Gli ospiti della serata a "Tutto Atalanta” sono i “gemelli” sud amerciani del centrocampo nerazzurro che hanno analizzato la situazione in casa Atalanta. Sono due cagnass del centrocampo, ma davanti ai microfoni, se Barreto è molto loquace e disinvolto, non si può dire altrettanto di Carmona che diventa   "el muto", timido e poco propenso a lasciare dichiarazioni o opinioni. In questo caso preferisce delegare il compitgo al suo compagno.


UMORE DELLO SPOGLIATOIO


BARRETO:”Ovviamente non siamo contenti di quello che abbiamo fatto e siamo consapevoli che ora dovremo fare una striscia di risultati fino a fine anno. Cosa manca? Abbiamo avuto altre parite negative, credo che fino adesso quello che è mancato è la capacità di reazione quando passiamo in svantaggio. Il gruppo è formidabile”


PERCASSI FIDUCIA A COLANTUONO


BARRETO:”E’ importante perché con il mister stiamo facendo un buon lavoro e il gruppo ha fiducia in lui”


INIZIO DI STAGIONE DIFFICILE
 

CARMONA:”Penso che un inizio così difficile non ce l’aspettavamo, stiamo lavorando bene e solo con il lavoro ne usciremo”


DIFFICOLTà AD ARRIVARE AL TIRO


BARRETO”Tutte le squadre si chiudono contro di noi, dobbiamo essere più veloci a cambiare gioco e far girare palla, con il modulo a 4 dobbiamo essere più bravi a sfrtuttare gli esterni e arrivare al tiro sfruttando le fasce”


MODULO TATTICO


BARRETO“Giocando a tre si trovano bene Doni e Bonaventura, a 4 abbiamo giocatori validi sugli esterni e si può fare anche questo, ma spetta al mister prendere queste decisioni”
CARMONA:”Ho giocato in tutte e due i modi in nazionale e a Reggio per cui per me non è un problema di modulo”


POSIZIONE MIGLIORE
B:”Io mi trovo bene nel centrocampo a 2, ma mi diverto anxche a tre, non ho preferenze e mi adatto alle circostanze, non ho problemi di fare entrambe le cose. Mi ritengo più un un centrocampista difensivo. Mister mi chiedeva sempre di chiudere sul secondo palo e un po’ ne ho risentito sul piano atletico. L’infortunio? E’ perché ho giocato 4 partite in 10 giorni e ho una ciste nel ginocchio che mi dava fastidio”


TRE CAMBI DI MODULO: IN ALLENAMENTO COSA PROVATE?
B:”Il mister valuta in base agli avversari e cambia modulo in base a questo. Poi il sapere o no chi gioca fino alla fine è importante per tenere tutti sulla corda. Tutti devono essere preparati per fare quello che chiede il mister”


CARATTERISTICHE DI CARMONA
C:”Io mi sento un paly maker che distrugge il gioco. Sono rimasto sorpreso per il ruolo che mi hanno dato qui, il mister mi ha dato subito fiducia e io sto lavorando bene per giocare in base a quello che vuole il mister”


INSERIMENTO DEI CENTROCAMPISTI
B:”C’è da dire che per arrivare con 4 giocatori dentro l’area ci vogliono gli esterni per chiudere gli esterni che cerchino di chiudere l’azione. A tre è difficile farlo, mentre con un centrocampo a 4 è più facile. Il mister non vuole che i centrocampisti facciano sovraposizione sugli esterni”


C:”Gli inserimenti per me sono difficili giocando davanti alla difesa”


COME MAI QUESTO NERVOSISMO?
B:”Credo che sia un discorso di cattiveria che ci manca e non sappiamo gestire nel modo giusto. Con il Piacenza abbiamo perso una partita impossibile da perdere. Con un po’ di cattiveria maggiore non l’avremmo persa. Sta a noi capire ora come trovare maggior aggressività”
C:”C’era nervosismo per il risultato”


CI SI ASPETTA DI Più DA VOI
B:”E’ giusto che la gente aspetti molto da noi, ma io dopo un anno di stop non posso dare il 100% subito, anche se penso di non star facendo male”.


MANCANZA CONTINUITA’
B:”Non saprei, davvero non so spiegarmelo”
C:”Credo che le sconfitte siano arrivate da episodi, ora dobbiamo solo lavorare perché la gente è con noi così come la società”


PERSONALITA’ CHE MANCA
B:”E’ normale in una piazza come questa che ci siano queste pressioni dopo queste sconfitte. Dobbiamo avere personalità per cambiare rotta in campionato. In Nazionale meno pressione? E’ un modo di vivere il calcio in modo più sereno, c’è meno tensione, calcio diverso in tutto”
C:”Anche in Cile è diverso, lo si vive in modo più sereno, tranquillo e ne beneficiamo anche noi”


MONDIALE COME RISCATTO
B:”E’ stato un momento importante, aver raggiunto i quarti è stata una felicità immensa dopo un anno sfortunato con l’Atalanta. Spero ora di tgornare in A per regalarmi un’altra gioia”
C:”Una gioia incredibile giocare per il proprio paese. Abbiamo fatto bene”


PUNIZIONI
B:”L e provo in settimana, anche se Doni è quello scelto per tirarle. Ora che non ci sarà Doni le calcerò io”


SQUADRA CHE HA GIOCATO SOLO A SINISTRA VENERDI: COME MAI?
B:”Può darsi, perché Pettinari stava dando maggior fastidio alla difesa avversaria. Come si è generato il gioco loro erano più scoperti a sinistra, ma non era certo preventivata la cosa. Sono circostanze di gioco”