Gasperini furioso ancora minaccioso:"Caldara non doveva tirare il rigore. Anche questi sono segnali per il futuro"

21.05.2018 07:36 di Luca Ronchi   Vedi letture
Gasperini furioso ancora minaccioso:"Caldara non doveva tirare il rigore. Anche questi sono segnali per il futuro"

Nonostante la qualificazione in Europa per il secondo anno consecutivo, a Gasperini l'1-0 del Cagliari e la palla in curva dal dischetto tirata da Caldara, non gli è andato giù. Gian Piero Gasperini non ci sta. «Siamo molto felici per la stagione ma abbiamo buttato via la partita in 5’. Prima dormendo in area, poi sciupando un rigore. Sì, mi secca anche perché al ritorno in trasferta abbiamo perso solo a Torino». Umori in chiaroscuro. Il tecnico della Dea accelera: «Una buona prova, ma si gioca per 95’. Sul corner siamo rimasti fermi e abbiamo preso un gol evitabile. E sul rigore, l’ha calciato Caldara che non centrava nulla: era da due anni con Pinilla, che non accadeva qualcosa del genere. Anche questi fatti danno indicazioni per il futuro».

 L’Atalanta vola in Europa. E bissa un record: solo in un’altra occasione ha giocato le coppe per due annate di fila in 110 anni. «Ci siamo riconfermati - chiosa Gasperini - alle spalle delle migliori, il Milan ha sbagliato un pochino e l’Inter si è migliorata. Barella? Tra i giovani più interessanti, ma protesti meno».