Gasperini:"Nulla da rimproverare ai miei, siamo questi" Masiello:"Partiti bene, ci siamo spenti"

27.07.2018 06:05 di Luca Ronchi  articolo letto 2461 volte
Gasperini:"Nulla da rimproverare ai miei, siamo questi" Masiello:"Partiti bene, ci siamo spenti"

GASPERINI

"A queste squadre basta una palla per concludere. Alla prima che hanno avuto, hanno fatto gol".

Dispiacere ma pochi rimpianti per Giampiero Gasperini che con la sua Atalanta adesso dovrà conquistare l'ingresso in Europa League nei 90 minuti di ritorno a Sarajevo.

L'andata al Mapei infatti si è chiusa sul 2-2 conquistato in rimonta dagli ospiti in cinque minuti, tra il 67' ed il 72' con le reti di Handzic e Sisic che hanno risposto a Toloi e Mancini.

"Non ho molto rammarico perché i giocatori l'hanno interpretata bene, ma in 5 minuti ce la siamo complicata", ha spiegato Gasperini ai microfoni di SkySport.

"In questa fase della stagione, anche se tutti hanno fatto una buona gara, la freschezza e la lucidità nell'ultimo passaggio la puoi perdere. Il ritorno? Avremo una settimana in più sulle gambe.

Speriamo di recuperare Ilicic che in questo tipo di gare può essere indubbiamente importante. Vedremo Freuler se sarà disponibile ma anche Pessina ha fatto bene. Pasalic ancora non ha fatto un allenamento con noi e per questo turno non poteva essere disponibile".

Adesso siamo questi. I ragazzi comunque hanno fatto una buona partita, ora andremo a Sarajevo per conquistare lì la qualificazione.

"Calendario Serie A? Non sai mai quando è il momento migliore per incontrare determinate squadre. Incontreremo le grandi in casa dopo la prima metà del girone, ma vedremo. Quest'anno sarà un campionato molto equilibrato con tante squadre che si sono rinforzate anche più dell'anno scorso".

 

Andrea Masiello, difensore dell'Atalanta, ha commentato il 2-2 contro il Sarajevo ai microfoni di Sky. La gara era valida per l'andata del secondo turno preliminare di Europa League: "Siamo partiti bene, abbiamo disputato un ottimo primo tempo contro una squadra che studiavamo da poco. Abbiamo chiuso 2-0 il primo tempo in modo meritato, poi nella ripresa ci sono stati questi due episodi sfortunati che hanno compromesso la partita. Ora dobbiamo restare coi piedi per terra e mantenere pazienza e fiducia".

Ora dovete vincere in trasferta.
"Bisognerà giocare la gara di ritorno con attenzione e calma. Sono fiducioso dopo una gara del genere perché in 60-70 minuti abbiamo creato tantissime palle gol, da domani dobbiamo iniziare a preparare la gara di ritorno".

C'è la possibilità che parti qualcuno?
"La società ha dimostrato grande affidamento e ha sempre pensato al bene della squadra e dei calciatori. Noi dobbiamo pensare al presente e qualche giocatore va recuperato, gli uomini che abbiamo sono di tutto rispetto e da parte mia c'è grande soddisfazione. Questa squadra è forte".

Il 26 dicembre affronterete la Juventus di Cristiano Ronaldo.
"E' arrivato un grande campione e sicuramente fa piacere a tutti affrontarlo. Quando arriverà il momento ci penseremo, se ci pensiamo da ora cominciano a venire i crampi".