Gasperini:”Orgoglioso di questa classifica, passo importante per l’Europa. Occhio alle trappole, sfruttiamo il calendario casalingo”

 di Luca Ronchi  articolo letto 1954 volte
Gasperini:”Orgoglioso di questa classifica, passo importante per l’Europa. Occhio alle trappole, sfruttiamo il calendario casalingo”

Il sorriso di Gasperini sa quasi di vendetta nei confronti di Preziosi, ma il 5-0 forse avrebbe voluto evitarlo per i suoi ex tifosi che nonostante tutto, alla fine della partita l’hanno accompagnato all’uscita con un lungo applauso.

Cosa ti passava in testa durante la standing ovation?
“E’ stata una grande emozione, è una città che mi vuole bene e alla fine certi rapporti rimangono. Lo sport accumuna tutti, a sensazioni incredibili e il legame con questa gente è forte come lo spero resterà con Bergamo. Non era facile giocare qui, professionalmente è andata benissimo, moralmente resterò sempre legato a Genova. Temevo questa partita, non era facile giocare oggi con una piazza in fermento. L’espulsione ci ha messo la partita in discesa”

Sei più soddisfatto di aver vinto 18 partite su 30, di avere il doppio dei punti del Genoa o di Conti che fa un gol del genere?
“Sono soddisfatto della nostra classifica e le 18 vittorie sono tante. Oroglioso di tutti i record fatti, ma 58 punti a questo punto del campionato sono tanti. Quello di oggi è un passo importante in classifica”

Ora sono 4 punti sul Milan
“Otto partite non sono poche, ci giocheremo molto in casa anche se una è contro la Juve. Se sfrutteremo al massimo le partite casalinghe avremo grandi chance. Ci saranno partite contro squadre che giocheranno senza più nulla da chiedere al campionato”

A proposito di Kessie, si è arrabbiato per l’ammonizione che gli costerà la squalifica sabato?
“E’ da mesi che Kessie viaggia con la diffida, prima o poi doveva succedere. Siamo riusciti a gestire le diffide in queste settimane. Arrabbiato sul 2 a 0? Avevo visto dei cali di concentrazione pericolosi. Un gol loro poteva cambiare la partita. Dovevamo chiuderla subito. Poi in 10 è diventata più facile”

Cosa credi abbia pensato Preziosi?
“Non lo so, posso dire che della situazione che sta attraversando il Genoa mi dispiace. Ho passato anni bellissimi qui e mai mi era capitata una situazione del genere. Comunque credo che abbiano risorse importanti per risollevarsi fin dalla prossima stagione. Tornerà una squadra in grado di competere per l’Europa”

Un altro aspetto positivo, cancellato il 7 a 1 di Milano
“La differenza reti spero che alla fine non conti, ma avrei firmato per vincere 1 a 0. Il risultato è un po’ ingeneroso”