Gasperini:"Un campo difficile, per fortuna siamo riusciti a pareggiare. Borussia? Ce la giochiamo" Niente alibi stanchezza. Un pareggio dell'amicizia

 di Luca Ronchi  articolo letto 1430 volte
Gasperini:"Un campo difficile, per fortuna siamo riusciti a pareggiare. Borussia? Ce la giochiamo" Niente alibi stanchezza. Un pareggio dell'amicizia

E' indubbio che giocare su un campo come quello di oggi a Crotone, fa spendere il doppio delle energie, ma se un professionista non riesce a recuperare fisicamente in 5 giorni, è meglio che faccia domanda per lavorare nella Pubblica Amministrazione e lasci perdere lo sport. Gasperini infatti ha allontanato qualsiasi alibi di questo tipo. 

La sensazione è che questo pareggio è andato pure bene a Gasperini, tornato a Crotone da amicone. In altre circostanze, si sarebbe incazzato come una vipera. 

Mister, aveva previsto una partita tosta.
“Quel gol a 10’ dalla fine poteva costarci la partita. Siamo riusciti a pareggiare, non è stato facile. Nel primo tempo era difficile giocare, meglio nel secondo”

Questa giornata, viaggio pioggia, alcuni acciacchi, possono complicare l’avvicinamento al Borussia?
“Speravamo di giocare una partita più regolare. Invece ci siamo trovati in una condizione di un campo quasi impraticabile. Qualche contrattempo ce l’ha creato, ma non sono i viaggi a complicarci le cose, non creiamo alibi, abbiamo alcuni giorni per recuperare. Non si è fatto male nessuno ed è quello che contava”

La scelta di Cornelius?
"Freuler ha avuto un problema di stomco e l'ho sostituito con Cornelius, poi nel secondo tempo Freuler stava meglio”

Gomez e Caldara?
“Li valuteremo da domani sperando di recuperarli entrambi”

Giocare con due attaccanti era inevitabile, per giovedi invece?
“Oggi è stata una necessità, ma anche le condizioni del campo non ti permettevano di giocare palla a terra partendo dalla difesa come siamo abituati a fare. Torneremo alle nostre caratteristiche”

Vedrà il Borussia stanotte?
“La conosciamo già abbastanza, giochiamo in un ambiente particolare, una bella prova e siamo fiduciosi di fare una bella prestazione facendo un buon risultato. Il pronostico non è a nostro favore, ma abbiamo le carte per far bene”

Lei avrebbe preferito giocare la prima in casa o fuori?
“E’ sempre la partita di ritorno di solito che determina il passaggio del turno, salvo un risultato clamoroso negativo all’andata. Molto spesso però le condizioni migliori le trovi in trasferta sotto il punto di vista del risultato”