Esclusiva nerazzurra, Matteo Salvini, milanista DOC:”Vince l’Atalanta 2-0. Berlusconi? Faceva lui le formazioni, gli consigliai Bale. Invidio l’Atalanta con un presidente bergamasco e lungimirante. Violenza stadi? mancano le pene certe"

 di Luca Ronchi  articolo letto 2171 volte
Esclusiva nerazzurra, Matteo Salvini, milanista DOC:”Vince l’Atalanta 2-0. Berlusconi? Faceva lui le formazioni, gli consigliai Bale.  Invidio l’Atalanta con un presidente bergamasco e lungimirante. Violenza stadi? mancano le pene certe"

Al di là delle idee politiche, parlare con Matteo Salvini, uno dei politici più importanti d’Italia, è come parlare con un amico al bar, soprattutto quando si parla di Milan, esce l’anima “ultras” del Salvini tifoso da 40 anni, quando non si perdeva una trasferta e proprio a Bergamo, rischiò di beccarsi un sasso in testa.

Matteo, andiamo subito alla domanda da 100 milioni, come finisce domani sera?
“Vince l’Atalanta 2 a 0, non c’è storia, la squadra più forte. Siamo scarsi”

Va ancora allo stadio?
“Ho portato mio figlio a vedere Milan-Roma, avevo avvisato mio figlio che avremmo perso 2-0 ed è finita 4-1, ma ormai la prende con filosofia. Domani sera per fortuna me la risparmio considerato che ho un impegno privato. Eviterò di vedermi l’ennesima figura di fango”

La voce che non vuole andare in Europa league, è vera?
“Secondo me siamo scarsi. Punto. Non faccio altri ragionamenti su tourneè, costi e altro. Sono cresciuto a pane e Milan, a Bergamo ci venivo quando c’erano Baresi in difesa e Van Basten in attacco e adesso siamo quello che siamo”

Va ancora in settori popolari o adesso per sicurezza va in tribuna?
“Con il figlio devo andare in settori tranquilli, da solo, mi piace andare in posti dove si sta in piedi. Ho 6 anni di tessere in Curva Sud”

Con Berlusconi avete mai parlato di Milan?
“Si, certo”

Ci dica qualche retroscena?
“Vediamo…. E’ vero che dettava lui le formazioni. Una volta stavamo vedendo una partita assieme e faceva lui le tattiche. Suggeriva, faceva, disfava”

E con gli allenatori il rapporto com’era?
“Mai andato d’accordo con nessuno”

A proposito di proprietà, il Milan ai cinesi, l’Atalanta a Percassi, bergamasco doc
“Vi invidio. Un presidente tifoso, bergamasco, un imprenditore per cui i fatti parlano da soli che ha creato migliaia di posti di lavoro. Non si può che essere fieri di avere un presidente come Percassi”

Ma a Bergamo ci viene ancora?
“No, ma ricordo quando una volta ho rischiato di prendermi un sasso in testa durante un’Atalanta-Milan di qualche anno fa”

Il tifo bergamasco non è proprio dei più tranquilli
“Si, come in altre piazze, ma la festa della Dea è qualcosa di unico, bellissima”

Senta, a proposito, ma possibile che non si riescano ad eliminare questi 100-200 delinquenti che tengono in ostaggio il calcio?
“Ha ragione, mancano le pene certe. In altri paesi se ti beccano con un bastone fuori da uno stadio, ti sbattono in galera 6 mesi e non esci più, qui in Italia, si chiudono sempre due occhi e aggiungo, lo scriva pure…”

Cosa?
“Che in alcuni stadi sono inflessibili, in altri sono zone franche dove lasciano fare quello che vogliono”

Napoli, Roma?
“Esatto”

Sono bacini di voti
“Vero, c’è un rapporto tra frange di ultras e società da scardinare assolutamente”

Magari con stadi di proprietà, perché la Lega si è opposta a quello di Bergamo?
“Bisogna distinguere ciò che è tifo dal bene comune. Anch’io per il nuovo stadio del Milan che doveva sorgere in una zona vicino alla Fiera non ero del tutto favorevole. Prima del tifo viene il bene collettivo. Ma mi lasci dire una cosa”

Prego
“C’è una proposta di legge della Lega in cui vogliamo un azionariato popolare per la costruzione di stadi privati che sono fondamentali per risollevare le sorti del nostro calcio”

Torniamo al campo, chi prenderebbe per il Milan dall’Atalanta?
“Gomez, subito”

Kessie va bene?
“Si, benissimo. Si vede che hanno una rete di osservatori davvero in gamba. Investono sul settore giovanile come faceva pure il Milan qualche anno fa. Ora chi c’è nel Milan degno di questa squadra? Bonaventura che arriva proprio dall’Atalanta e poi Donnarumma, stop”

Ha mai consigliato un giocatore a Berlusconi?
“Io no, ma l'onorevole Giorgetti che è un appassionato di Premier League e tifoso del Southampton, gli consigliò Bale quando ancora non era nessuno, ma non se ne fece nulla”

Grazie Matteo, in bocca al lupo per la politica e per il Milan
“Grazie, speriamo che questi cinesi siano persone serie, sennò siamo nei guai”