Gasperini fissa gli obiettivi:"Qualificazione in Europa e restiamo in scia delle big. Le due sfide con l'Apollon saranno decisive, ma a tre condizioni..."

 di Luca Ronchi  articolo letto 2139 volte
Gasperini fissa gli obiettivi:"Qualificazione in Europa e restiamo in scia delle big. Le due sfide con l'Apollon saranno decisive, ma a tre condizioni..."

In una lunga intervista all'Eco di Bergamo, il mister nerazzurro, si prepara ad affrontare il secondo meso ciclo della stagione, sulla carta meno insidioso, ma importante per capire di più sulle ambizioni reali nerazzurre.

Mister, campionato o Europa?
"Europa senza dubbio, è una grande occasione, abbiamo messo le fondamenta, ora saranno decisive le prossime due sfide con i ciprioti. Vietato sottovalutarli"

E in campionato invece?
"Il prossimo step ci dà la possibilità di migliorare la classifica, ma trasformiamo i pareggi in vittorie. Anche se avrei preferito perdere a Firenze e vincere con la Juve. Mi pongo degli obiettivi a lungo periodo, guardando la sosta di gennaio"

Ci spieghi
"Ci sono 5-6 big, resta un posto per l'Europa che ci giocheremo con Samp, Torino, Fiorentina e mi piace pure l'udinese, ha qualità davanti"

Siamo nella stessa situazione dell'anno scorso
"Io credo che siamo più avanti. Il gruppo con più cervello che abbia mai allenato in carriera e vi assicuro che nel calcio è molto importante allenare il cervello che non le gambe"

Il suo turn over com'è andato?
"Proprio bene, cambiavano gli interpreti ma la squadra ha sempre garantito livelli costanti"

Quindi l'Atalanta arriverà in alto?
"Senza pensare al quarto posto, credo che ce la potremo giocare subito dietro le big, ma a tre condizioni: se saremo sempre al massimo. se non subiremo infortuni gravi, se gli impegni in Europa non causeranno cali di condizione ora imprevedibili"