Gasperini:"Giocata bene una partita condizionata dal rigore". Atalanta sei in buona compagnia

30.09.2018 16:30 di Luca Ronchi  articolo letto 1972 volte
Gasperini:"Giocata bene una partita condizionata dal rigore". Atalanta sei in buona compagnia

Ovviamente, il 90% delle domande e dell'analisi della partita è incentrata sull'episodio del calcio di rigore inesistente, purtroppo questa è la cultura imperante che c'è nel calcio e dobbiamo tenercela. Quello che invece è irritante è che ogni volta, sembra quasi che sia solo l'Atalanta al centro dei complotti mondiali, vittima di errori arbitrali, mentre se andate a vedere la Lazio l'anno scorso (un esempio), ha perso la qualificazione in Champions, per almeno 3-4 partite letteralmente rubate dal Var. In questo inizio campionato, chi più chi meno, hanno subito torti dal var, l'Inter su tutte, ma nessuno pensa di essere al centro di un disegno complottistico ai suoi danni. 

Gasperini arriva in sala stampa decisamente contrariato per l'episodio del rigore dato ai viola:"Anche dopo il rigore abbiamo avuto occasioni per poter pareggiare. La partita è stata condizionata dal rigore, ci rimangono zero punti, nonostante una buona gara. C'è stata una reazione nervosa più che tecnica"

Che è successo con Pioli?
"Niente di che, mi spiace, è colpa mia, mi scuso con Pioli. A fine partita i toni sono sempre un po' accesi"

Il rigore dato alla Fiorentina è compensativo di quello dato a San Siro?
"Mi auguro di no, non voglio nemmeno pensarlo sennò ci dovrebbero dare il rigore domenica prossima con la Sampdoria. In tempi di Var è difficile accettare una situazione del genere. Chiesa si butta spesso ed è disecucativo che lo faccia un giocatore della Nazionale"

Queste nuove direttiva, hanno un po' ammazzato il var, c'è un diverso utilizzo. Cosa pensi da allenatore?
"Sono favorevole al Var, ma c'è sempre la valutazione umana alla base di tutto, da quella non si scappa. Prendere una cantonata del genere è difficile da accettare"

Hai fatto dei cambiamenti tattici 
"Noi realizziamo poco pur creando molte occasioni, Ci manca l'ultimo passaggio negli ultimi 15 metri. Da questa parttia dobbiamo uscirne bene. E' un campionato difficile, con molte squadre competitive. Noi abbiamo sbagliato due gare con Spal e Cagliari e queste penalizzano la nostra classifica. Non dovevamo farci venire troppa tremarella e non farci prendere dallo sconforto"