Gasperini:"Rigoni è pronto per giocare, Adnan un po' indietro. Giovedi partita fondamentale per la stagione"

26.08.2018 16:22 di Luca Ronchi  articolo letto 3318 volte
Gasperini:"Rigoni è pronto per giocare, Adnan un po' indietro. Giovedi partita fondamentale per la stagione"

 

Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta, ha così introdotto in conferenza stampa la partita di domani sera sul campo della Roma: "C'è grande attesa per questa partita. È vero che poi noi abbiamo giovedì un appuntamento importante col ritorno dei play-off di Europa League, ma in questo momento è giusto pensare solo alla Roma. Al Copenaghen cominceremo a pensare a partire da martedì. Per come la vedo io, l'Atalanta deve giocare senza fare calcoli. E una gara come questa, in posticipo al lunedì sera, in uno stadio come l'Olimpico e contro una grande squadra, va affrontata al meglio". 

La formazione. Non la so ancora, l’allenamento è finito da poco. Ho tempo ancora fino a domani per pensarci. Turnover? Non so cosa intendiate, ma sicuramente abbiamo più alternative. Giochiamo con la Roma, non una partita da esperimenti e giocare ogni tre giorni non aiuta. Palomino ha recuperato, giocare potrebbe essergli utile anche per Copenaghen”.

Su Rigoni. Sotto l’aspetto atletico è in buona condizione. Ha fatto pochi allenamenti, è con noi da martedì, il suo problema al massimo è la collocazione in campo, non abbiamo avuto tempo per provare più soluzione. Ma se un giocatore sta bene bisogna iniziare a mettergli minuti nelle gambe”.

Su Ali Adnan. “Lui invece non mi sembra in perfetta condizione, non gioca da tempo. Non me la sento di modificare dopo due anni l’assetto della squadra”.

Importanza. “Abbiamo sempre detto che la sfida che conta è quella di giovedì a Copenaghen, sarà determinante per il passaggio del turno. Ora è giusto però pensare alla Roma, un confronto molto atteso”.

La Roma. Si è rinforzata, ha inserito alternative importante, come Cristante, Kluivert e Nzonzi. Sono un gruppo consolidato con un sistema di gioco stabile. Esordiranno davanti al loro pubblico, in un ambiente molto caldo, non sarà facile. A Di Francesco riconosco il grande lavoro fatto che sta proseguendo nel migliore del modi”.

Su Cristante. “Spero possa diventare un giocatore importante per la Roma, con noi ha fatto un percorso fantastico in campo e fuori. Lo seguiamo con affetto e fiducia, spero possa trovare spazio. Ci vogliono tempo e occasioni per inserirsi ed essere determinanti, com’è successo a noi con de Roon”.

Sul Copenaghen. “Dobbiamo perdere per uscire, ma siamo delusi per lo 0-0 di giovedì. Non sarà una partita facile, la fatica è più mentale che fisica e potrebbe condizionarci. Ora però giochiamo in uno stadio importante contro una grande squadra, gli stimoli non mancano, giochiamocela senza calcoli”.