Intervista a JN24.IT:"Caldara in forma strepitosa, ma con Dybala serve il mitra. Spinazzola...." Gasperini alla caccia di un altro 300

 di Luca Ronchi  articolo letto 1109 volte
Intervista a JN24.IT:"Caldara in forma strepitosa, ma con Dybala serve il mitra. Spinazzola...." Gasperini alla caccia di un  altro 300

Ecco la mia intervista al portale bianconero JN24.IT 

Domani la Juventus sarà impegnata allo stadio Atleti Azzurri d’Italia a Bergamo.

Come raccontano i precedenti fra le due squadre, un campo che negli ultimi anni s’è mostrato amico. Ma proprio la passata stagione arrivò un 2-2 che fece arrabbiare non poco il tecnico bianconero, soprattutto per come maturò il pareggio di Freuler quando ormai la vittoria bianconera sembrava cosa fatta.

JN24 ha voluto giocare d’anticipo il match intervistando Luca Ronchi, direttore di BergamoNerazzurra.com.

Ecco quello che ne è scaturito…

Dopo anni di digiuno nello scorso campionato l’Atalanta, e Freuler, hanno ripreso a fare punti contro la Juventus, che partita sarà quella di domenica sera?

“Dimentichiamoci la partita dell’anno scorso assolutamente. La Juve è arrivata a Bergamo in un momento cruciale della sua stagione. Era la vigilia di un impegno di Champions fondamentale, ed è normale che la testa fosse al Barcellona. In campionato aveva un tesoretto di punti di vantaggio da gestire con il bilancino del farmacista e un punto a Bergamo, andava bene ad entrambe le squadre. Detto questo però, mi ricordo che dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, sbloccato dal gol di Conti, nel secondo tempo la Juve ha alzato il volume e messo sotto i nerazzurri. Solo un pasticcio difensivo e un rigore netto negato ai bianconeri, hanno permesso a Freuler di pareggiare. Mi permetto di sottolineare la signorilità di Allegri che dopo la partita, non cercò la scusa dell’errore arbitrale per giustificare il pari. Complimenti”.

Non solo incrocio di campionato ma, visti i numerosi giocatori in prestito, anche di calciomercato. Chi sarà l’atalantino decisivo fra i vari Caldara, Spinazzola e Orsolini?

“Orsolini non credo che giocherà. Spinazzola è reduce da un periodo di stop per via di un infortunio e sta recuperando la forma piano piano, mentre Caldara è in forma strepitosa e l’ha fatto vedere pure a Lione. Certo, con Dybala, servirebbe un mitra, o una giornata no dell’argentino, ma la Juve non è solo Dybala, occhio a Higuain….”

Come vede Spinazzola dopo i rumors di quest’estate di un suo possibile ritorno anticipato a Vinovo?

“Quanti falsi moralisti! Spinazzola ha sbagliato solo in una cosa: aver rifiutato la convocazione nelle due amichevoli internazionali ad agosto. Per il resto è sempre stato in silenzio, si è sempre allenato a parte con grande professionalità, non ha mai minacciato ammutinamenti o presentato certificati medici farlocchi. I tifosi moralisti con il portafogli e ambizioni degli altri, devono ficcarsi in testa che i giocatori sono imprenditori di loro stessi, hanno il sacrosanto diritto di ambire a traguardi sportivi ed economici superiori. La carriera di uno sportivo dura poco, fanno bene a non lasciare un centesimo lungo il loro percorso sportivo. Chiunque sano di mente, avrebbe chiesto il permesso di andare alla Juve con un anno di anticipo, cercando pure di forzare un po’ la situazione, ma Leo è un grande professionista e lo dimostrerà fino a gennaio (potrebbe tornare a Torino), o giugno se l’Atalanta proseguirà il suo cammino in Europa. Personalmente mi sono schierato sempre con Leo e il suo procuratore Lippi”.

Previsioni finali: Juventus al settimo scudetto di fila e Atalanta nuovamente in Europa a fine stagione?

“Per la prima opzione, la possiamo accendere senza aiuti da casa, mentre per la seconda, dipende da quanto gli impegni europei incideranno sulle domeniche nerazzurre. Senza la coppa, l’Atalanta avrebbe vinto facile con il Chievo ad esempio. E poi quest’anno, dubito che le milanesi buchino ancora la stagione e aggiungo pure Lazio, Samp e Torino, tre squadre bellissime, molto attrezzate e le ultime due non hanno nemmeno le coppe”.

GASPERINI 300?- Se contro il Crotone ha festeggiato le 300 panchine in Serie A, in caso di pareggio oppure di successo potrebbe toccare quota 300 gare a punti nei campionati professionistici italiani. Stiamo scrivendo di Gian Piero Gasperini arrivato, fra vittorie e pareggi, a quota 299 gare a punti fra A, B e C. Curioso come anche questo 300 potrebbe arrivare contro una sua ex (però solo a livello di giovanili) squadra, la Juventus. Gli scontri diretti in campionato contro Massimiliano Allegri lo vedono però in svantaggio. Anche se col fattore casa dalla propria parte Gasperini vanta 3 successi, 2 segni X, 1 sola sconfitta: 2015-2016, Genoa-Juventus 0-2.