Tumminello:"siamo un bel gruppo, possiamo fare meglio dell'anno scorso. Il mio idolo? Vieri"

20.07.2018 21:00 di Luca Ronchi   Vedi letture
Tumminello:"siamo un bel gruppo, possiamo fare meglio dell'anno scorso. Il mio idolo? Vieri"

Ultimo giorno di "tortura" per i giocatori nerazzurri, prima del Torfeo Bortolotti di domani sera che vedrà impegnati tutti i titolari che poi giovedi, dovranno affrontare il primo impegno stagionale con la fortissima, temibilissima Sarajevo, primo turno preliminare di Europa League, coppa che la società, farebbe bene a considerare come un allenamento propedeutico al campionato. Forse, se avesse puntato al campionato l'anno scorso, oggi nessuno piangerebbe lacrime di vittimismo, per il Milan direttamente ai gironi. Non si può volere la botte piena e la moglie ubriaca.

Come ultima intervista del ritiro, è il turno di Tumminello, quarto attaccante in rosa, mentre Capone segna in Nazionale ma verrà mandato in prestito in B a farsi le ossa. Tornerà a Zingonia con ossa da elefante forse. 

Ultimo giorno di "tortura" per i giocatori nerazzurri, prima del Torfeo Bortolotti di domani sera che vedrà impegnati tutti i titolari che poi giovedi, dovranno affrontare il primo impegno stagionale con la fortissima, temibilissima Sarajevo, primo turno preliminare di Europa League, coppa che la società, farebbe bene a considerare come un allenamento propedeutico al campionato. Forse, se avesse puntato al campionato l'anno scorso, oggi nessuno piangerebbe lacrime di vittimismo, per il Milan direttamente ai gironi. Non si può volere la botte piena e la moglie ubriaca.

Come ultima intervista del ritiro, è il turno di Tumminello, quarto attaccante in rosa, mentre Capone segna in Nazionale ma verrà mandato in prestito in B a farsi le ossa. Tornerà a Zingonia con ossa da elefante forse. 

Come ti sei trovato tu che sei qui per la prima volta?
"Gruppo molto speciale, mi hanno accolto subito benissimo e credo potremmo fare molto di più dell'anno scorso"

Bel clima qui in valle per allenarsi
"Si, abbiamo evitato il caldo e correre al fresco aiuta  a recuperare"

Hai conosciuto il tifo caloroso dei bergamaschi
"Già alla presentazione è stato molto bello. La Festa della Dea è stata meravigliosa, una tifoseria molto calda e sono contento di farne parte"

A livello di gruppo rispetto a Crotone?
"Altra realtà, altra società,a livello di organizzazione poi bene o male sono simili"

Gasperini è così un martello?
"Meglio così, ci si deve abituare e a me va benissimo così. Bisogna lavorare per affrontare al meglio il campionato e l'Europa League"

Qualche gol l'hai già fatto:
"L'importante ora è chiedere cosa vuole il mister e dare il massimo per farsi trovare pronto riscattando l'anno passato in cui ho avuto un brutto infortunio"

L'Atalanta era nel tuo destino, hai segnato a Bergamo
"Soddisfazione personale, perchè al di là del risultato, venire a Bergamo da avversario o da giocatore, mi fa molto piacere"

Tridente d'attacco, centrale o laterale?
"Sia prima punta che a fianco a un altro compagno, ma l'importante è far bene"

Tuo obiettivo personale?
"Fare bene, rilanciarmi e conquistare l'Europa con l'Atalanta"

Siete in tanti li davanti, pensi di trovare spazio?
"Dipende da me allenamento dopo allenamento, poi deciderà il mister"

in camera con?
"Reca, qualche cosa in inglese la parla, in italiano sta facendo lezioni e piano piano comincia a masticarlo"

Oltre agli allenamenti, c'è da seguire un alimentazione rigorosa, è difficile?
"Ormai siamo abituati, devi alimentarti bene per star bene in campo"

Idolo?
"Vieri"