Tutta la gioa dei Percassi:"Una delle giornate più belle della nostra presidenza. Un regalo a tutti i tifosi e a chi vuole bene all'Atalanta. I lavori partiranno a giugno 2018". Ecco il plastico del nuovo stadio

 di Luca Ronchi  articolo letto 2351 volte
Foto Eco di Bergamo
Foto Eco di Bergamo

"Solo Atalanta", questa è stata la conclusione di un messaggio di Luca Percassi, con tanto di triplo smile sorridente, dopo la chiusura favorevole del bando sullo stadio. Raramente avevo sentito l'amministratore delegato così contento e non posso che esserlo anch'io, conoscendo la sua statura umana e professionale. Ah, la mia risposta? Ehehehe "Beh dai non solo Atalanta, anche ....." e risata conclusiva, perchè è così che si deve vivere lo sport e il tifo, anche se qualcuno, molti, praticamente tutti, non l'hanno ancora compreso. 

Non ho mai pubblicato messaggi privati e nemmeno questa volta lo farò, ma la gioia di Luca dopo giorni di tensione meritava di essere condivisa con tutti i tifosi. Gioi che non ha di certo nascosto pure  Antonio Percassi che non esita a togliersi qualche sassolino dalla scarpa:"Come società siamo ovviamente soddisfatti dell’esito dell’asta per lo stadio- dichiara il presidente ospite al teatro sociale per il nuovo inno Atalanta- un risultato diverso sarebbe stato un tradimento nei confronti dei tifosi dell’Atalanta. Abbiamo dato molto per l'Atalanta e la città, ma queste sono le regole e noi le abbiamo rispettate. Bisognerebbe considerare a volte cosa ha fatto l'Atalanta per Bergamo, si poteva fare qualcosa di diverso, ma va bene così. È un impianto legato alla storia dell’Atalanta, ora ci sarà da lavorare ma entro tre mesi avremo sicuramente fatto almeno il rogito". E infine si lascia andare a una battuta che fa capire molto sull'umore del patron nerazzurro:"Mancano tre partite difficili ma credo che siamo già salvi e quindi siamo contenti così".

A margine dell'evento, è stato Luca Percassi a parlare dei passaggi futuri per la realizzazione dell'impianto:"L’obiettivo è partire nell’estate 2018. Stiamo lavorando sul progetto, rispetteremo i tempi imposti dal bando». La società dovrà provvedere al pagamento entro 90 giorni. In tutto verserà 6 milioni e 340 mila, perché verranno detratti i 2 milioni e 260 mila euro che ha già speso per i lavori di restyling nel 2015. A cui aggiungerà (tra opere e moneta) 4 milioni di oneri di urbanizzazione.

Esclusa la proposta dell’AlbinoLeffe, ancora prima di conoscere l’offerta economica, perché giudicata «condizionata». La società seriana dettava al Comune le condizioni per l’acquisto (in contrasto col bando che non prevedeva condizioni da parte degli aspiranti acquirenti) a partire dal dimezzamento dei posti dell’impianto: da 25 mila a 10 mila soltanto.

L'amministratore delegato ci tiene a tranquillizzare i tifosi sulle eventuali ritorsioni legali da parte dell'Albinoleffe:"Le questioni legali verranno affrontate dagli avvocati, che ne parleranno nelle sedi opportune, non attraverso i giornali. Oggi è una giornata bella, per noi e per la nostra tifoseria, va vissuta con le belle emozioni che ci sta dimostrando la gente"

Ma come sarà lo stadio nuovo? Simile alla Opel Arena di Mainz, in Germania.

Il progetto firmato dallo studio De8 Architetti prevede un impianto dalla forma rettangolare con le due tettoie che si agganciano alle attuali e due nuove curve collegate alla tribune.Dal punto di vista sportivo, la differenza la farà il taglio delle curve, che non saranno più tali: niente andamento semicircolare, ma due gradinate molto ripide con un passaggio intermedio. Tutte coperte, niente barriere, con seggiolini come da normativa, ottima visuale e la sensazione di essere con il fiato sul collo dei giocatori.

"Una stagione straordinaria -prosegue Luca- anche chi non tifa Atalanta ci sta dimostrando la sua soddisfazione, è un bene per tutta la città, per i tifosi in particolare. Non voglio entrare nelle polemiche uscite in queste giorni, godiamoci una giornata meravigliosa"

"La società sta crescendo sotto tutti i punti di vista e lo stadio è un passaggio importante in quest'ottica. Un sogno che si avvera. Contiamo di partire con i lavori nel 2018"

Sul nome per ora nessuno lo sa, ma è molto probabile che sarà legato ad uno sponsor, proprio come lo stadio del Mainz.