E’ tutto vero! Atalanta da leggenda, molestato l’Everton. Primi nel girone, sicuri sia meglio? Il campionato può attendere. Cristante l’illusionista. Double “irritante”. Cornelius-Petagna, gol o lavoro sporco? Inizia il gioco.

 di Luca Ronchi  articolo letto 2491 volte
E’ tutto vero! Atalanta da leggenda, molestato l’Everton. Primi nel girone, sicuri sia meglio? Il campionato può attendere. Cristante l’illusionista. Double “irritante”. Cornelius-Petagna, gol o lavoro sporco? Inizia il gioco.

In tempi in cui il solo sorridere ad una ragazza, passa per molestie sessuali, l’Atalanta rischia di essere denunciata per stupro sportivo dopo l’1-5 di ieri sera rifilato l’Everton. Si si, non è una bufala, una fake news, una partita alla Playstation livello principiante, è tutto vero, è realtà, è storia e leggenda, che ha mandato in visibilio un’intera tifoseria e pure molti bergamaschi più o meno appassionati di calcio.

NIENTE ALIBI, SI GIOCA OGNI 5 GIORNI- Ma l’euforia è una brutta bestia da gestire. Può dare alla testa se non viene incanalata sui binari giusti e il rischio è dietro l’angolo, già lunedi quando arriverà a Bergamo il Benvento. Sarebbe folle non vincere,  regalando i primi punti in campionato ai campani. Ma soprattutto, come vi avevo già paventato nei giorni scorsi, il rischio è che la partita contro il Torino di sabato prossimo, si giocherà con la testa rivolta al Lione. Eh si, perché nonostante si sia passato il turno già dopo Cipro, di rimettere la testa sul campionato, non c’è verso.  Il vantaggio è quello di poter giocare 5 giorni prima, con tutto il tempo di recuperare le energie fisiche e mentali, così come si giocherà di lunedi contro il Genoa la partita successiva. A livello fisico, non ci sono di certo alibi, ma come al solito è la testa che governa le gambe, Gasperini sotto questo aspetto, deve ancora trovare la pozione magica.

PRIMI O SECONDI?- Come ha detto Gasperini a fine partita, la mente è già rivolta al 7 dicembre, partita che potrebbe valere il primo posto del girone. Bene, in caso di primo posto, l’Atalanta eviterebbe le migliori retrocesse dalla Champions e le prime di vari gironi come lo Zenit, il Villareal, Arsenal.

Ma attenzione pure alle seconde, perché ci saranno squadre come Nizza, Marsiglia, Atletico Bilbao, Real Sociedad. Insomma, arrivare secondi o primi, non è che ci sia tutta questa differenza. Anzi, paradossalmente, le top d’Europa, potrebbero snobbare la coppa minore, per concentrarsi sui rispettivi campionati. Penso al Napoli, all’Arsenal, al Borussia Dortumund, all’Atletico Madrid che hanno messo nel mirino la qualificazione alla prossima Champions League. Piuttosto, ci sarà da stare attenti al Milan, come ad altre seconde (Marsiglia, Nizza) che per accedere alla Champions, ha la vittoria della coppa come unica possibilità d’accesso.

IL CAMPIONATO Può ATTENDERE- Mettiamo pure il caso che il sorteggio, di solito sempre un po' sfigato, regali ai nerazzurri una squadra soft come il Ludogorets, Tiraspol, Sherif etc etc (il sommo vorrebbe l'Arsena... Folle!), che consentirebbe ai nerazzurri di poter accedere agli ottavi. Da li comincerebbe un'altra coppa, si inizierebbe a fare sul serio e il rischio di incontrare una squadra forte è altamente probabile.   

A quel punto, l’avventura dei nerazzurri potrebbe terminare, tributando un lungo e fragoroso applauso alla squadra, a Gasperini alla società.

E poi? Cosa resta a livello sportivo? ZERO. Certo, rimarranno dei ricordi indelebili, meravigliosi, storici nella memoria e nei telefonini dei tifosi e non è poco. Però nessuno si lamenti se in campionato vedremo un’Atalanta a mezzo servizio, con dei primi tempi giocati bene, dimenticando che ci sono pure i secondi.

DOUBLE FACE- E qui entriamo nella critica costruttiva. Critica, NON CONDANNA!!! E’ possibile che in campionato i nerazzurri giocano un tempo, buttando via punti già fatti, mentre ieri sera, dopo un primo tempo ottimo, ha disputato un secondo tempo stratosferico?

ALLORA NON E’ questione di condizione fisica, ma di mentalità. Ditelo che del campionato ve ne fotte ‘na sega e tutti felici e contenti, ma la gente ha pagato l’abbonamento, non mi pare che le partite di campionato vengano regalate dalla società.

CORNELIUS-PETAGNA- Lascio perdere gli elogi ai singoli come Toloi in versione BERISHA NEL PRIMO TEMPO con un salvataggio provvidenziale sulla linea di porta, Cristante in versione illusionista Iniesta, Petagna che in Europa gioca e si sbatte come nei tempi migliori. Mentre si attende ancora il miglior Gomez che ha fallito pure un rigore nella ripresa. Anche se A MIO AVVISO QUESTO è il Gomez di sempre, con l'eccezione della passata stagione. Pace, ormai il contratto milionario è fatto, non torniamoci su.

Ma il TORMENTONE TORNA SEMPRE DI MODA OGNI VOLTA CHE GIOCA CORNELIUS. Il Thor nerazzurro è entrato e ha segnato in 30’ i gol che Petagna non ha fatto da inizio campionato. Una doppietta da vero bomber che vede la porta e pure bene di piede e di testa senza differenza.

Dunque la domanda senza risposta (propongo un sondaggio), è sempre la stessa: meglio i gol di Cornelius o il gioco sporco di Petagna? Oppure utilizzarli entrambe, con Gomez spostato in fascia. Ultima opzione un cambio di modulo con, adottando un 4-2-3-1, con Gomez in fascia, Petagna alle spalle di Cornelius. A voi la scelta, inizia il gioco.

ROVINATA LA FESTA DA BASTARDI VIGLIACCHI- Potevano mancare gli scimpanzé prima di una partita in terra inglese? Certo che no. Alla viglia della partita, è scoppiata una mega rissa, con dieci arresti, otto dei quali cittadini tedeschi, dopo una gigantesca rissa nella notte tra mercoledì e giovedì. Un gruppo di tifosi dell’Eintracht Francoforte, gemellati con l’Atalanta, si sono scatenati a Concert Square, quando è stato loro negato l’ingresso in un pub. I tedeschi hanno aggredito i bodyguard: sono volati tavoli e bicchieri. COSA CAZZO CI FACEVANO A LIVERPOOL QUESTI TEPPISTI DA TRASFERTA, è UN MISTERO, O MEGLIO..... Sapete l'alleanza che si è creata tra questa tifoseria e i centri sociali frequentati da punkabbestie sfigati, frustrati, che odiano il mondo? Affronteremo l'argomento prossimamente. 

Pensate che questa gente mangia con le posate come noi, ha il diritto di voto, magari pure dei figli da educare. Incredibile no? Nemmeno allo zoo dovrebbero farli entrare, rischierebbero di diseducare pure gli asini. 

MULTE- Chiudo con l’ennesima multa presa dalla società per lancio di oggetti e fumogeni in campo a San Siro. Io mi chiedo: ci sarà qualcuno che vedrà questi minchioni che gettano il fumogeno in campo no? Volete prenderlo a sberle e segnalarlo agli stweart? Va bene che paga pantalone Percassi, ma questi soggetti vanno eliminati dagli stadi. Stop.