Ecco perché l’Atalanta non è da Champions. Un altro tempo regalato, stavolta la rimonta non riesce. Un match point europeo buttato al vento. La Lazio snobbata dagli espertoni. La Juve, Gomez e la tipa sui social.......

17.03.2019 17:19 di Luca Ronchi   Vedi letture
Ecco perché l’Atalanta non è da Champions. Un altro tempo regalato, stavolta la rimonta non riesce. Un match point europeo buttato al vento. La Lazio snobbata dagli espertoni. La Juve, Gomez e la tipa sui social.......

L’Atalanta pareggia con un Chievo retrocesso in casa, dopo essere entrata in campo per l’ennesima volta solo nel secondo tempo, sotto di un gol. Questa volta però la rimonta è uscita solo a metà e visti i risultati clamorosi degli altri campi, si può parlare di  un’occasione letteralmente buttata nel cesso.

Va bene, per i soliti noti è colpa del Var, dell’arbitro, dei cartellini scientifici (8 ammoniti nel Chievo!!!), del Chievo che gioca di merda e ha fatto le barricate, come se fosse vietato per regolamento. Obiettivamente invece, l’Atalanta ha fatto una fatica enorme a trovare la via del gol, addirittura della porta, trovandosi di fronte una squadra che ha giocato con orgoglio nonostante una classifica ormai compromessa, massima attenzione con spirito della provinciale che viene a Bergamo per ottenere un pareggio, come ha fatto con la Roma all’Olimpico e a Napoli.

Non era certo una  partita da sottovalutare, ma l’Atalanta si sente l’Ajax, la Juve prende spunti dall’Atalanta per battere l’Atletico….. Dai fate i seri cristo, fate ridere con queste cose.  Siete una bellissima squadra, una grandissima società, ma tornate un attimo sulla terra. L’Ajax e la Juve hanno campioni che ti risolvono la partita da soli e il Chievo l’avrebbero asfaltato se c’era da farlo a tutti i costi.

CHAMPIONS- Sono queste partite che dovrebbero farvi capire il motivo per cui l’Atalanta non andrà mai in Champions. Poi se siete sicuri che ci andrà, va bene, ma una squadra che voleva puntare davvero alle prime 4 posizioni, dopo la sconfitta della Fiorentina, Torino e soprattutto della Roma, oggi doveva entrare in campo mangiando l’erba, invece per i primi 45’ camminavano per il campo senza idee, rischiando pure il doppio svantaggio, ma gli arbitri e il palazzo che odiano l’Atalanta, hanno annullato (giustamente), un gol a Giaccherini per fuorigioco.

EUROPA- Una squadra da Champions, con Chievo, Parma e Bologna, si sarebbe presa 9 punti, invece ora saranno 7, ma dubito che riuscirà a farli anche se me lo auguro. Se gioca così con il Parma e il Bologna, rischia pure di compromettere la corsa all’Europa League. E’ inutile vincere contro l’Inter o Lazio, o pareggiare con la Roma e Juve, se poi pareggi con il Chievo, perdi con Cagliari, Empoli, Spal, Sampdoria, Torino, Genoa e Milan. Una valanga di punti persi che alla fine pesano sul’esito finale. Meglio fare meno exploit, ma essere più continui, prendendo un punticino qua e là, appena si può con umiltà.

LE DIRETTE CONCORRENTI- Tutti gli espertoni, vedevano il Torino come diretta concorrente per l’Europa League. Personalmente ho sempre visto nella Lazio la squadra che non solo può centrare tranquillamente la zona Europa League, ma senza impegni infrasettimanali, la vedo molto bene anche per insidiare le posizioni Champions. Hanno lo scontro diretto con l’Atalanta in casa, hanno vinto con la Roma, avranno il Milan a San Siro, ma l’Inter e Napoli a Roma. E’ una bellissima squadra, gioca gran bene con un signor allenatore, ma voi non potete vederla, siete solo “’Talanta, il resto avansa”. Fidatevi almeno degli obiettivi.

Un gradino sotto metto la Sampdoria, mentre le milanesi, se non si suicidano (soprattutto l’Inter) restano al momento le favorite per la terza e quarta posizione, soprattutto se il derby dovesse finire in parità.

ATALANTA- E L’Atalanta? Dipende da lei. Se non regala mezzi tempi, se non gioca con superficialità, interpretando davvero le ultime 11 partite di campionato come finali, allora in Europa League dovrebbe arrivarci (per coi in Champions, va bene), ma non è per diritto acquisto che ci arriverà, dovrà conquistarsela. Però avete già l’alibi pronto: colpa del var, dell’arbitro, dei cartellini scientifici, dell’eclissi di sole e dei pianeti incazzati.

GOMEZ- Discorso a parte, a proposito di campioni che ti vincono da soli la partita lo merita Gomez. Un giocatore che nel nuovo ruolo è tornato a livelli buoni, rispetto all'anno scorso, ma anche lui, alterna partite eccezionali, ad altre in cui sparisce. Stesso discorso che si fa spesso con Ilicic. Questa è la spiegazione per cui questi giocatori che voi valutate 100mln, dovrebbero vincere il pallone d'oro, sono sempre rimasti in una provinciale. PERò, se l'alternativa è Barrow, tenete Gomez e Ilicic in campo pure con una gamba sola. 

SOCIAL- C'è una tipa che sui social, è la mia idola in assoluto. Oltre a scrivere certe follie complottiste, oggi ha avuto il coraggiod i scrivere che gli attaccanti dell'Atalanta non sono tutelati dagli arbitri a differenza di CR7. Cosa???? Ronaldo lo massacrano brutalmente in ogni partita, esce con le caviglie martoriate ogni domenica e mercoledi, idem tutti gli attaccanti più forti. Se poi per questa signorina, anche una spinta, dovrebbe essere punita con il rosso, la prego di continuare a scrivere, è uno spasso,. 

SMERDATI- Fatemi concludere togliendomi l'ennesimo sassolino dalla scarpa contro i coglionazzi complottistiQuelli della "Juve favorita dagli arbitri". Non solo ha perso (meritatamente, ma era quasi logico dopo mercoledi), ma gli hanno annullato un gol a Dybala che poteva valere l'1 a 0, per un fuorigioco di un lembo del pantaloncino. Complottisti, cavernicoli, antisportivi atalantini (non è solo una mia idea questa), gli errori ci sono in tutti i campi e senza distinzioni. FINITILA DI FARVI ODIARE E RIDERE DIETRO DA TUTTA ITALIA CON LE VOSTRE CAZZATE PLANETARIE!

DERBY MILANO- Ultimissima cosa. Voi che sostenete di essere una grande come Inter e Milan, sapete qual è l'incasso del derby di stasera? Ben 6 milioni! SEI MILIONI! Quello che l'Atalanta non incassa in tutto il campionato! Ecco perchè Cesare Mlanati vi diceva di abbassare le ali, ricordandovi che ci sono altre piazze, magari momentaneamente in difficoltà, ma ben più prestigiose e ambite dell'Atalanta. Il calcio esiste da 150 anni, non da 2 campionati  e mezzo.