Giornata interlocutoria, il Genoa si scansa. Prove di futuro, Barrow rottama Petagna. Domenica partita chiave senza Caldara. Futuro Gasperini? Ha ragione Bucarelli. Atalanta quarta nel girone di ritorno. E se...

 di Luca Ronchi  articolo letto 2780 volte
Giornata interlocutoria, il Genoa si scansa. Prove di futuro, Barrow rottama Petagna. Domenica partita chiave senza Caldara. Futuro Gasperini? Ha ragione Bucarelli. Atalanta quarta nel girone di ritorno. E se...

Non ci voleva un mago per saperlo, ma domenica scorsa vi avevo scritto che oggi sarebbe stata una giornata di campionato interlocutoria, con l’Atalanta sul velluto contro il Genoa e il Milan corsaro a Bologna, nonostante qualche difficoltà di troppo e un gol annullato giustamente dal Var ad Orsolini alla fine del primo tempo.

Mentre la Samp tiene vive le ultime piccolissime speranze vincendo contro il Cagliari in casa ma ora dovrà affrontare il Napoli domenica prossima.

BARROW- Qualcuno per caso pensava davvero che il Genoa di Gasperini, ops, di Ballardini, già salvo matematicamente, avrebbe rotto le palle all’Atalanta? Ma dai. La vittoria dei nerazzurri era senza quota e così è stato. Una partita d’allenamento o poco più che ha messo ancora una volta in mostra le doti di attaccante vero di Musa Barrow. CERTO, il gambiano sbaglia qualche giocata, qualche dribbling di troppo e controllo, ma appena vede la porta non ci pensa due volte ad andare al tiro e fare spesso gol. Barrow ha segnato in 3 partite scarse, gli stessi gol di Petagna in un anno. Insomma, in 3 partite, Barrow ha rottamato definitivamente Petagna che da possibile uomo mercato e nazionale di un anno fa, è diventato un panchinaro comunque di lusso, per una squadra come l’Atalanta

Senza Spinazzola, Gasperini continua a dar fiducia agli esterni Gosens e Castagne con ottimi risultati, I due stanno crescendo di partita in partita anche se bisognerà attendere test un filo più probanti in ottica futura. Questa Atalanta, senza Caldara, Spinazzola e probabilmente Cristante, avrebbe bisogno di qualche innesto soprattutto a centrocampo e  aumentare il numero di alternative all’altezza dei titolari, ma l’ossatura della squadra c’è.

DOMENICA PROSSIMA- Passata senza scossoni questa domenica, la successiva ci dirà molto in chiave Europa e soprattutto in chiave classifica.

L’Atalanta andrà a Roma contro la Lazio (senza Caldara squalificato), in corsa piena per un posto in Champions, mentre il Milan giocherà in casa con il Verona ormai retrocesso. Sulla carta (Milan-Benevento 0-1 capita una volta ogni tot anni), i rossoneri dovrebbero effettuare il controsorpasso. Anche un pareggio dell’Atalanta non servirebbe a nulla in caso di vittoria del Milan. I rossoneri verrebbero a Bergamo con 2 risultati su 3 a disposizione. Ogni discorso verrebbe a cadere in caso il Milan vincesse la Coppa Italia, ma qui siamo nel campo del fantacalcio o poco più.

ANDARE IN EUROPA DA SETTIMI, cambierebbe completamente gli scenari futuri. Allora si che i discorsi che si facevano l'anno scorso sul Sassuolo, tornerebbero maledettamente d'attualità. Un conto è iniziare la stagione ad agosto e un conto a luglio con tutti i giovedi impegnati in partite di coppa chissà dove. 

GASPERINI RESTA O VA?- C’è una guerra in atto a colpi di articoli tra chi come Marco Bucarelli che sostiene che in caso di offerta di un top club, Gasperini saluterà Bergamo e chi è sicuro (vedi Fabio Gennari sempre molto informato sul mondo Atalanta), che invece Gasperini resterà al 100%.

Allora, Se arriva un’offerta del Napoli, Roma, Juve, Lazio, Arsenal, Barcellona o Gesù Bambino, Gasperini saluterà Bergamo senza nemmeno passare da Zingonia. Ma è chiaro che ora che di offerte non ce ne sono, o meglio,  sono arrivate da club medi che valgono l'Atalanta, come Bologna e Torinodebba fare il “grattaculo” dicendo al Covo e ai tifosi a Zingonia che resterà al 100%, che qui si trova benissimo, che Percassi è il numero uno e sposerà Sartori a giugno. Cosa volete che dica? “A giugno potrei andarmene”. E se poi non gli arrivano offerte? Perché sputtanarsi per nulla? Incrinare un rapporto morboso per cosa?  

P.S- L'Atalanta da quando è uscita dalle Coppe, sta letteralmente volando, tant'è che nel girone di ritorno è quarta in classifica. Ora pensate un anno senza coppe come potrebbe essere. E' la terza volta che vi faccio questa provocazione...