Icardi prende a testate l’Atalanta. Atteggiamento irritante, rispetto per i tifosi. Difesa, errori tattici preoccupanti. Europa a -10 e primi in classifica… A destra. Tre colpi in canna, nessun centro. Petagna over size, due cosette su Gomez....

 di Luca Ronchi  articolo letto 2892 volte
Icardi prende a testate l’Atalanta. Atteggiamento irritante, rispetto per i tifosi. Difesa, errori tattici preoccupanti. Europa a -10 e primi in classifica… A destra. Tre colpi in canna, nessun centro. Petagna over size, due cosette su Gomez....

Non ci siamo. Va bene perdere a Milano con l’Inter, ci mancherebbe, solo certi tifosi talebani pensano che sia la normalità vincere contro le milanesi a San Siro, ma quello che irrita è il messaggio lanciato alla vigilia della partita da Gasperini e il solito atteggiamento mentale.

PERSA NEGLI SPOGLIATOI- Sappiamo tutti che dare una mano ai giocatori, non ti prendono il braccio, ma ti divorano il corpo. Questo è quello che ha fatto Gasperini in sala stampa sabato a Zingonia, facendo capire chiaramente che la partita con l’Inter doveva essere un semplice allenamento in vista della partita di giovedi contro l’Everton, definita dal mister “fondamentale per la nostra stagione”.

Ma che cazzo dice? Fondamentale cosa! Ti manca un punto per passare il turno, anche perdendo si può passare e la definisci fondamentale? Per di più contro un Everton che ha pareggiato contro il Cristal Palace, ultimissimo in campionato con un giorno di distacco sulla penultima?

SECONDO TEMPO- Ma l’atteggiamento è continuato in campo. Dopo un primo tempo giocato discretamente, senza però la cattiveria agonistica che aveva contraddistinto la squadra nerazzurra l’anno scorso, una volta in svantaggio, via alla girandola di sostituzione come se fosse un’amichevole estiva. Sinceramente, se avessi pagato il biglietto con tanto di trasferta, mi sarebbero girati i coglioni, ma se a voi va bene così, non dico nulla. I soldi sono i vostri e pure come vivete il tifo per la squadra.

TRE COLPI A VUOTI- Fondamentale è una partita da dentro o fuori, non quella di giovedi, dai su. Non solo, tutta questa attenzione per l’Europa va benissimo, ma per ARRIVARE DOVE? In finale? No, e allora è tutto inutile. Ah no vero, c’è l’aspetto economico che è l’unica cosa che conta, con il rischio ormai quasi sicuro che a fine campionato, si saranno seguiti tre obiettivi (campionato, Europa e Coppa italia), con la certezza di restare a pancia vuota.

RISPETTO- Gasperini forse non ha capito che per i 9 mesi del campionato, la gente non va allo stadio gratis o per le  partite pre Europa, gli vengono gentilmente omaggiati i biglietti dalla società. La gente paga il biglietto e vorrebbe vedere lo stesso impegno in campionato come in Europa. O chiede troppo? Poverini, GIOCARE (!) DUE VOLTE A SETTIMANA… MA SIETE PAZZI? Aiutiamoli…

PROSEGUONO GLI STESSI ERRORI- Sono passati 4 mesi da quando la squadra si è ritrovata a Zingonia, ma gli stessi errori tattici e di atteggiamento non accennano a migliorare. C’è una FRASE che mi irrita in maniera assurda:”Dobbiamo lavorare per migliorare certe situazioni”. Ok, bene, ma dopo 4 mesi se non è migliorato un cazzo, mi spiegate che minchia fanno a Zingonia dalla mattina alla sera. Anzi no, per 2 ore al giorno, oltre ai selfie nello spogliatoio?

ICARDI AIUTATO- Premessa: Icardi in area di rigore è micidiale. Uno contro 5, vince lui. Con due testate ha ribaltato l’Atalanta, ma nel primo gol, l’errore di posizione della difesa nerazzurra è stato enorme e rivedendo il secondo gol pure. Due gol bellissimi con il contributo della difesa, a partire da Toloi e Palomino.. I soliti errori di posizione difensivi che persistono da agosto. Però l’importante per Gasperini (come per tutti i suoi colleghi), è “lavorare”. Ma dove? Alla PS4?

MANCA POCO, MA UN POCO CHE E' TANTISSIMO- Le disattenzioni di Palomino e Toloi sono lo specchio di questo atteggiamento irritante. Come ha detto qualcuno: è assurdo dire che manca poco per fare il salto di QUALITA', PERCHè QUANDO QUEL POCO DIVENTA UNA COSTANTE, ALLORA MANCA TANTISSIMO.

EUROPA ADDIO- L’obiettivo era la parte sinistra della classifica, ma da oggi  i nerazzurri sono primi nella parte destra della classifica, superati dal Torino, Chievo e Fiorentina, con la Samp (strepitosa), a più 10.

DIGNITA’- L’Europa ormai è andata e non si butti fumo negli occhi, mentre per il campionato, il rischio è che a dicembre si è già fuori da tutto. Salvezza in cassaforte (mai dubitato) e Europa irraggiungibile. E non venitemi a dire che arrivare decimi o undicesimi, vi cambia qualcosa dai, ridicoli.

Si possono perdere punti, partite ma la ruota gira e puoi recuperarle, però non si deve perdere la dignità. Lasciare andare il campionato per puntare ad un ottavo di Europa League, non accontenterebbe proprio nessuno.

CERTO, QUESTA E’ LA DIMENSIONE DELL’ATALANTA, Metà classifica, ma allora l’anno scorso è stato solo culo? Il processo di crescita dove cazzo è? Si fa come i gamberi? Un anno bene, due anni di merda e via così fino a quando non ci sarà lo stadio nuovo?

Per quest’anno ci sono squadre nettamente più forti come Lazio, Sampdoria e lo stesso Torino se trova un minimo di continuità, è superiore all’Atalanta, ma con che il Chievo sia davanti, è la dimostrazione che una squadra di vecchietti come quella clivense, ha più fame e voglia di giocatori che si sentono fenomeni e stanchi per il fatto di giocare due partite in 7 giorni.

NON E’ LA SITUAZIONE IN SE che irrita, nessun allarme in classifica e sedicesimi d’Europa League vanno benissimo, ma è il fatto che se puoi dare 7 e ti accontenti del 5,5, la gente giustamente si incazza.

PETAGNA- Sicuri che Petagna abbia un peso giusto per un professionista? Ieri sera sembrava avesse due magliette addosso e i pantaloncini di un bambino. La sensazione è che abbia qualche chiletto da smaltire, mi ricorda l’Higuain di inizio stagione che dopo 30’ aveva bisogno delle bombole d’ossigeno e non segnava nemmeno a porta vuota, perché annebbiato dalla fatica. Ora il Pipita è tirato a lucido e ha ritrovato la via del gol e corre per 95’. Seguire lo stesso percorso è chiedere troppo a Petagna?

GOMEZ- Premessa: non sto discutendo Gomez, tranquilli, ma si può dire che al momento del rinnovo del Papu, quando qualcuno aveva storto un po' il naso, ritenendo una follia dare 2mln a stagione per un 30enne che aveva fatto solo una stagione alla grande, forse non aveva tutti i torti?

Gomez è quello attuale, non quello della passata stagione e se possono cadere in errore i tifosi, non dovrebbero farlo gli addetti ai lavori. Non è un caso che alla fine, nessun top club l'abbia preso alle cifre richieste dall'Atalanta. Il Gomez dell'anno scorso, poteva pure valere 12mln, ma quello reale ne vale 6-7, considerata pure l'età.

Serviva un attaccante, ma serviva pure un vice Gomez e NON ESISTE che a lui sia concesso di giochicchiare in campionato per essere pronto in Europa, vetrina personale per mettersi in luce pnella speranza di trovare una squadra per l'anno prossimo. Queste cose si possono dire, o va tutto bene e guai toccare Gomez? Non era lui a chiedere correttezza a Spinazzola a fine mercato? Facile fare le morali agli altri e poi comportarsi (nei fatti), molto peggio. 

Sia chiaro, non parlo di Gomez dopo che è stato stuprato da Skriniar ieri sera, ma è da inizio stagione che è su questi livelli modesti, sufficienti, ma non certo da fenomeno come qualcuno come sempre, vuol far passare se si tratta di Atalanta. 

MERCATO- I tifosi si chiedono: a gennaio arriva una punta? Ni. Se la società dovesse basare il mercato sul campionato, si resterà così, con qualche acquisto di prospettiva come il difensore del Cittadella che vi ho scritto l’altro giorno. Mentre bisognerà vedere cosa succede in Europa. Se il sorteggio presenterà un top team sceso dalla Champions, è inutile spendere cifre folli per 2 partite, in caso contrario, magari una punta per provare ad arrivare agli ottavi potrebbero pure prenderla, con l'incognita di turbare i sonni di Petagna il principe di Zingonia. Detto questo, può arrivare pure Suarez, ma devono cambiare atteggiamento e risolvere davvero alcuni orrori tattici dettati da distrazioni inammissibili. P.S- Intanto Zapata continua a segnare e regalare sogni....