Il campionato dei rimpianti. Breve commento, ma non saremo sicuramente d'accordo. Buon Natale e con la Juve in campo con la Primavera.

23.12.2018 06:20 di Luca Ronchi  articolo letto 3085 volte
Il campionato dei rimpianti. Breve commento, ma non saremo sicuramente d'accordo. Buon Natale e con la Juve in campo con la Primavera.

L'Atalanta perde male (e qui non sarete sicuramente d'accordo) a Genova senza alibi e scusanti, le solite che a fine gara ha elencato Gasperini. Rigore un po' generoso sbagliato in modo assurdo da Ilicic, autogol e dopo il 2-1 del Genoa squadra sparita dal campo. 

RIMPIANTI- Dopo ognis confitta, si dice:"Guarda dove saremmo se avessimo vinto". in effetti, se avesse vinto con il Genoa, sarebbe stata a un punto dalla zona Champions, ma se non si approfitta delle sconfitte del Milan, Roma, pareggio tra Sassuolo-Torino, poi più avanti sarà dura recuperare punti  a squadre più forti e con maggiori investimenti sul mercato come Lazio, Roma o Milan. 

Piuttosto, voi che passate dalle stelle Champions alle stalle della metà classifica,  vi capisco, ma che sull'altalena ci stia ogni volta Gasperini è preoccupante. Settimana scorsa non firmava per l'Europa League, aprendosi scenari Champions, ieri ha detto che ci sono troppe squadre per arrivare ad ottenere un posto in Europa. Oh, tirati fuori dalla crisi dai. 

Ogni volta che c'è una partita in cui gli avversari ci mettono grinta, fisico, cattiveria agonistica, l'Atalanta perde e se penso che mercoledi a Bergamo arriverà la Juve che di queste armi ha fondato gli ultimi 7 anni di marcia trionfale, francamente non capisco tutto l'ottimismo dei tifosi che si sentono sicuri di vincere contro i bianconeri. L'Atalanta non vince da 17 anni e dovrebbe farlo contro questa Juve che a detta di tutti, è la più forte di sempre, una squadra impressionante per mentalità e qualità. Però vincerà l'Atalanta, ok, in bocca al lupo. 

ILICIC-GOMEZ- Non voglio insistere sui vostri idoli incontrastati, ma vorrei capire cosa ci vedete ancora in Gomez. Questo giocatore non fa più la differenza da un anno, è un giocatore molto molto meno performante di un de Roon o Freuler, ma resta l'idolo insostituibile.

E vogliamo parlare di Ilicic? Il classico studente che potrebbe prendere 8, ma non si impegna un cazzo  e se ha voglia vince le partite da solo, sennò come a Udine e ieri, si prende un 4 in pagella. Un giocatore così sarebbe da prendere a calcio in culo, non da idolatrare.

TOLOI- Un coglione possiamo dirlo? Farsi espellere al 94' sul 3-1 per il Genoa, è da idioti patentati. Una cosa del genere andrebbe multata dalla società. Se poi l'ha fatto apposta per non affrontare RONALDO O Dybala, è stato furbo. 

PROVOCAZIONE- Per arrivare in Europa ci vuole continuità di risultati, non bastano vittorie contro squadracce come Frosinone, Udinese, Chievo per esaltarsi. Se perdi contro Empoli, Cagliari, Spal, Genoa, Samp e Fiorentina meriti di restartene a casa. La partita con il Sassuolo a questo punto, servirà per raddrizzare la classifica che è si corta, ma se non vinci, è dura recuperare punti in un campionato così equilibrato. Con la Juve fossi in Gasp, schiererei le seconde linee, intanto manco Babbo Natale può evitare una sconfitta o ben che vada un pareggio. Qualcuno spera che la Juve si faccia distrarre dalle feste. Forse non avete capito che a Natale, la Juve si comporterà da Atalanta e l'Atalanta da Juve con la pancia piena. Sono dei robot, non lasciano nulla al caso e per questo meritano solo grandi complimenti.

VAR E ARBITRI- Ora i coglioni da tastiera inizieranno a rompere le palle con il var e gli arbitri favorevoli alla Juve. La follia di questi inetti ormai è diventata stucchevole. Una squadra che ha fatto 49 punti su 51 ha bisogno di Var? Tra quattro giornate, se continuano così, saranno già matematicamente qualificata in Champions! Eh ma loro rubano, vero, avete ragione. Fatevi curare da un veterinario bravo.  

RONALDO- Mercoledi, immagino che molti atalantini avrebbero voluto vedere da vivo Ronaldo, ma probabilmente non verrà nemmeno a Bergamo. Non so se sia pretattica o meno, ma dispiace non vedere un talento del genere in campo. Vorrei parlare della vergognosa sentenza Uefa contro il Milan, ma lasciamo perdere. E' stato un vero e proprio accanimento giuridico, ma questo i tifosi non lo possono capire, sono troppo ignoranti per spiegarglielo. 

Buon Natale a tutti. A presto.. Forse.