La Dea tutte le squadre spazza via. Cornelius bomber di pensiero. Mi stupisco di chi si stupisce. Napoli? No, Atalanta. Il rammarico di aver iniziato in ritardo. Il talento ha bisogno di un terreno fertile. Il Pogba bianco e vittoria con dedica

 di Luca Ronchi  articolo letto 3023 volte
La Dea tutte le squadre spazza via. Cornelius bomber di pensiero. Mi stupisco di chi si stupisce. Napoli? No, Atalanta. Il rammarico di aver iniziato in ritardo. Il talento ha bisogno di un terreno fertile. Il Pogba bianco e vittoria con dedica

L’Epifania tutte le feste porta via e quest’anno, per i tifosi nerazzurri, sono state feste che si ricorderanno per moltissimi anni a venire. CHE INIZIO ANNO PAZZESCO E PECCATO CHE ORA LA MACCHINA PERFETTA SI DEBBA FERMARE PER 15 GIORNI CON IL MERCATO APERTO. 

NORD-SUD 2-0- In 4 giorni, l’Atalanta ha sbancato due monumenti del calcio italiano come il San Paolo e l’Olimpico di Roma, portando a casa due vittorie che negli anni ’80, le grandi del calcio del nord si sognavano di poter fare.

Ora, chi avrebbe potuto immaginare una cosa simile dopo la sconfitta con il Cagliari? Nessuno, e non dite cagate a fatti compiuti.

NAPOLI? NO ATALANTA E LAZIO- Detto questo, però, con il senno di poi, mi stupisco di chi si stupisce di una squadra che in un anno ha dato dimostrazioni di forza pazzesche. Si parla tanto del Napoli che esprime un calcio magistrale, lunare, spettacolare, ma a mio avviso, Lazio e Atalanta giocano molto meglio, perché cambiando gli interpreti e pure in 10 come oggi, l’Atalanta gioca, vince e convince. Così la Lazio di Inzaghi, mentre se al Napoli togli uno o due giocatori, perdono molto del loro potenziale.

ESPULSIONE- Allora, se il fallo c'era, giusta l'ammonizione, doppio giallo ed espulsione, ma il dubbio è proprio sul fatto che il fallo non ci fosse, perchè De Roon toglie la gamba. Ma anche nel caso in cui ci fosse stato lo sgambetto, l'arbitro a volte deve usare il buon senso e non espellere un giocatore per un mezzo fallo come questo al 40' del primo tempo.

PERO', NIENTE PIAGNISTEI ALLA SULAS di Bergamotv, L'ATALANTA HA DIMOSTRATO DI ESSERE PIù FORTE DI TUTTO CIO' CHE GRAVITA ATTORNO E CON GLI ARBITRI E IL VAR, DA UN ANNO A QUESTA PARTE, NON PUò CERTO LAMENTARSI

CORNELIUS BOMBER DI PENSIERO- Nei primi 45’ di gioco, finchè le squadra hanno giocato in parità numerica, l’Atalanta ha fatto vedere un repertorio calcistico che raramente si vede non solo in Italia ma pure in Europa.

Nei singoli non ci sono fuoriclasse, ma è l’insieme di tanti buoni giocatori che si muovono in un blocco unico a fare una squadra di fenomeni.

Cornelius, ha piedi grezzi, movenze elefantiache, ma è un bomber vero nella testa. Uno che appena ha la palla tra i piedi, la prima cosa che pensa, non è fare l’assist o l’appoggio, ma tirare in porta, anche a spalle girate, non scarica la palla al compagno, ma prova a girarsi e andare al tiro. Questa è la mentalità del bomber che Petagna non ha.

E’ un caso che nelle ultime due partite, con la crescita di Cronelius, i nerazzurri hanno ottenuto due vittorie pazzesche entrate di diritto nella storia?

CAMPIONATO. Ora pensate se l’Atalanta non avesse perso con il Cagliari sabato scorso, dando retta a chi invocava il turn over per puntare alla Coppa italia. Oggi i nerazzurri sarebbero sesti in classifica a meno 6 dalla ROMA!!

Se ci aggiungiamo molti punti buttati via perché la testa e le gambe erano proiettate agli impegni europei, sale un po’ il rammarico (il giramento di coglioni dai, bando ai formalismi), di non essere li a lottare per un posto in Champions. Per cosa poi? Per uscire ai sedicesimi di Europa League o se miracolo vuole arrivare agli ottavi o ai quarti? La Coppa la vinci, o ci fai solo legna per il camino di Zingonia.

CRISTANTE E IL POGBA BIANCO- Chiudiamo con il mercato. Si parla di una partenza a gennaio di Cristante per 25mln.

Personalmente lo porterei a piedi a destinazione, perché Cristante, ricorda molto il Pogba bianco Roberto Gagliardini, finito solo in bianco all’inter. Certo, gioca con alti e moltissimi bassi, ma i 30 mln incassati dall’ATALANTA sono una rapina a volto scoperto.

Se arriva l’offerta, Cristante va ceduto subito per avere 10-15 giorni per tornare  sul mercato andando a prendere un centrocampista forte (ora vengono molto volentieri anche i forti a Bergamo), oppure su un paio di giovani da inserire per il prossimo anno.

Il talento da solo non basta se non trova terreno fertile in cui crescere. Un giocatore di talento in un ambiente arido come in alcune società senza ne capo ne coda,sono destinati a restare nell'anonimato. Gasperini e la società Atalanta, tirano fuori il 200% da giocatori normali, facendoli sembrare fenomeni. Oggetti di bigiotteria che luccicano d'oro, ma non lo sono. Per fortuna che ci sono club che ci cascano e vengono a depositare milioni nelle casse di Zingonia. 

DEDICATA A….- FATEMI chiudere con una dedica. La vittoria dell’Atalanta, la vorrei dedicare ad un giornalista bergamasco con una grande abbraccio sincero.