A.T.A un comunicato pieno di menzogne. Loro con il Boccia, io con la Questura, l'Eco di Bergamo e il tifo civile. A voi la scelta.

25.02.2019 16:46 di Luca Ronchi  articolo letto 1955 volte
A.T.A un comunicato pieno di menzogne. Loro con il Boccia, io con la Questura, l'Eco di Bergamo e il tifo civile. A voi la scelta.

A.T.A l'associazione tifosi atalantini, ha emesso un comunicato, per rispondere a una domanda legittima del sottoscritto fatta nell'ultimo articolo in cui chiedevo: siete dalla parte del Bocia o della società Atalanta e le istituzioni? La risposta è arrivata puntuale, dalla parte del Boccia. Bene, ne prendo atto io e tutti i tifosi che si reputano tifosi civili. Però permettetemi un paio di annotazioni per rispondere alle solite balle mostruose di questa gente. 

PRIMO- NON ho detto che in ATA CI SIANO I Club Amici dell'Atalanta, ma vi partecipano alcuni membri, visto che il progetto iniziale è nato in sinergia con loro. Non ci vedo nulla di male. Se poi volete prendere pure le distanze da quegli eversivi dei Club Amici dell'Atalanta che in trasferta vanno con manganelli di salame e cartoni di Tavernello, buono saperlo, scusate l'accostamento. 

SECONDO- Non ho detto che siete gli organizzatori della marcia "pro boccia", ma che avete chiesto ai vostri iscritti di sostenere iniziative a sostegno del boccia a partire da una possibile marcia di solidarietà, giustamente vietata dalla questura in occasione della partita Atalanta-Milan. Speriamo che la vietino per sempre o la facciano sfilare nel deserto a ferragosto.

Lo striscione "Tutti con Claudio" in curva, è una vergogna inammissibile!! Chi cavolo siete per rappresentare 6.000 abbonati della curva? E voi sareste quelli democratici che lasciano la libertà d'opinione? Avete fatto un referendum (ovviamente a voto segreto), per chiedere chi fosse a favore o meno di quello striscione? Abbiate il coraggio di proporlo, poi vediamo se la Curva Nord è "Tutta con Claudio".

TERZO- CONFERMATE la loro vicinanza, amicizia, sostegno e RISPETTO al Boccia. Bene, PERO' nemmeno una parola CONTRO la scritta al questore, apparsa recentemente al sottopasso del rondò delle Valli a cui gli si augurava la morte ( pure stampa e società in vergonoso silenzio). Nemmeno una parola alle scritte contro la digos boia e infame (loro?!!), nemmeno una parola di solidarietà all'ex capo della Digos De Biase, minacciato dal soggetto in questione dentro la questura. Una cosa che se avesse fatto qualsiasi cittadino, avrebbe passato GIUSTAMENTE qualche giorno in gattabuia. Nemmeno una parola di solidarietà al giornalista Scarpellini a cui gli è stato rotto il setto nasale dal vostro messia. Nemmeno una parola di solidarietà ai giornalisti dell'Eco di Bergamo (Berlingheri, Spini, Scarpellini, ex direttori) e della Gazzetta (Pelucchi) più volte minacciati e insultati, colpevoli di aver svolto il loro lavoro. Nemmeno una parola di sostegno ai poliziotti feriti durante gli scontri con questi infami incappucciati. Ovviamente non cito le scritte contro di me, ma chissenefrega. Potrei continuare a lungo, ma vi risparmio da ulteriori figure di m... fango. Evidentemente avevano bisogno di pubblicità. 

QUARTO- Uno con un curriculum come il boccia, condannato pure alla sorveglianza speciale (ma non ha fatto niente secondo voi), come lo volete chiamare se non un fetente delinquente? Non lo dico io, ma chi l'ha condannato più volte. Ovviamente con "rifiuto tossico", non mi riferivo al fatto che il soggetto faccia uso di droghe, sia chiaro, ma "tossico" per chi allo stadio vorrebbe andarci senza ogni volta passare in mezzo a file di camionette della Polizia e Carabinieri come se dovesse andare in guerra. Ora la situazione, grazie alla questura è molto migliorata, ma non dimentichiamoci anni e anni di guerriglie urbane che hanno infangato il nome dell'Atalanta, della società, di Bergamo e di tutti i suoi tifosi civili. Se vi sentite rappresentati da questo soggetto che ha organizzato scontri, guerriglie, picchiato giornalisti e tifosi avversari, minacciato agenti di polizia, picchiato un comune cittadino che lo invitava a non imbrattare i muri, BUONO SAPERSI, GRAZIE DELL'INFORMAZIONE. Io no e per questo mi dicono che sono contro l'Atalanta e la sua tifoseria. Per fortuna la vostra meschinità e menzogna, molta gente l'ha capita. 

Io sono stato minacciato e ho preso un pugno dal vostro amico, non l'ho mai denunciato, ma come dovrei chiamarlo se non delinquente? Avevo scritto un articolo di condanna a doni prima che scoppiasse il caso delle scommesse (sapevo tutto molto prima) e lui si era arrabbiato assai.... Poi fa nulla se il vostro doni a momenti vi mandava in B, il fetentone da menare ero io. 

QUINTO- "Non ho di meglio da fare che insultare su un blog di dubbia moralità". E' da una vita che sogno un tifo sano, civile, colorato, passionale, ma per colpa vostra (teppisti della setta degli incappucciati), dobbiamo spendere forze, fiato e soldi,per occuparci di voi idioti da stadio. Pensate come siamo perdigiorno NOI.... Volete uno stadio di famiglie e bambini, poi terrorizzate la gente con i vostri comportamenti meschini e violenti. Io sto dalla parte di quei padri di famiglia terrorizzati con i loro bambini che in lacrime scappavano dallo stadio dopo la partite. Esprimo stima e solidarietà per gli agenti di polizia e carabinieri feriti  che per 10 ore ogni domenica (iniziano al mattino alle 10 e finiscono alle 20 con la partita alle 15!!), devono stare dietro ai vostri divertimenti dementi. Pensate come sono eversivo. 

 In effetti sono un noto teppista da stadio, condannato più volte per violenze contro le forze dell'ordine. Incito all'odio contro la questura e i tifosi avversari, fomento scontri, sassaiole e tiro bombe carta. 

 Suvvia, per una domanda legittima in cui si chiede da che parte state, avete fatto una tempesta in un bicchiar d'acqua. Se vi serve pubblicità, non ci sono problemi, l'ho sempre detto che è un'associazione lodevole, positiva, formata da gente per bene a partire dal responsabile che non c'entra nulla con il tifo violento. Ora sappiamo che siete solidali con il Boccia e di conseguenza contro la questura, il questore e le forze dell'ordine (le due cose sono incompatibili, sia chiaro). Ora lo sa pure Percassi che vi apre i cancelli di Zingonia e tutti i tifosi che si ritengono civili e sportivi. A voi la scelta.

P.S- C'era bisogna di dar così peso al sottoscritto? Non mi sembra di meritare la vostra attenzione dai, siete superiori. Facciamo un patto: quando finirete di dire balle sul sottoscritto, non dirò più la verità su di voi.