Atalanta in riserva, le fatiche europee frenano l’unico obiettivo possibile della stagione. Rigore, a parti invertite si sarebbero scatenate le capre. Seguite 3 lepri con rischio pancia vuota. Lazzari da blindare. Fiorentina inarrestabile

07.04.2018 20:01 di Luca Ronchi  articolo letto 1700 volte
Atalanta in riserva, le fatiche europee frenano l’unico obiettivo possibile della stagione. Rigore, a parti invertite si sarebbero scatenate le capre. Seguite 3 lepri con rischio pancia vuota.  Lazzari da blindare. Fiorentina inarrestabile

E’ finita la benzina? La domanda è legittima dopo che l’Atalanta ha conquistato un solo punto in 2 partite, contro due squadre non proprio irresistibili che in altri tempi, avrebbero fruttato 6 punti.

Vero, il recupero con la Samp si è giocato in condizioni fisiche e psicologiche diverse rispetto a un mese fa e la Spal oggi, è una squadra in salute reduce da due pareggi pesanti contro Juve e Genoa.

Ma questo non può giustificare una partita spesso giocata in affanno, con le motivazioni e la grinta viste molto di più nella squadra biancoazzurra di Semplici, rischiando di perderla se non fosse stato per un rigore molto generoso.

RIGORE- Togliamoci subito il dente delle polemiche. Il rigore ai danni di Gomez trasformato da de Roon per l'1-1, a parti invertite, avrebbe scatenato l’ira funesta delle capre da social e molto probabilmente quella di Gasperini, ma evidentemente il Var aiuta le grandi e in questo caso tra Atalanta e Spal, la grande è l’Atalanta, il palazzo ha favorito i nerazzurri alla faccia di chi dice che non la vogliono in Europa.

BEL DISCORSO DA TROGLODITA VERO? E’ ESATTAMENTE quello che mi tocca leggere spesso e volentieri quando certi episodi sono a sfavore dei nerazzurri. Come ci si sente a sentire queste demenze?

DETTO QUESTO, il rigore onestamente è stato generosissimo, ma non c’è sicuramente dietro nessun complotto o disegno pro Atalanta ai danni del Milan, Samp  o Fiorentina

RIDOTTE LE SPERANZE EUROPEE- Tornando alla partita, il pareggio di oggi, potrebbe ridurre drasticamente le speranze di arrivare in Europa League dell’anno prossimo, soprattutto alla luce del risultato della Fiorentina che, da quando è morto Astori ha inanellato 6 vittorie in 6 partite andando a vincere a Roma contro i giallorossi, dimostrando che la testa nella sport come nella vita è quella che muove tutto il resto del corpo.

Pensate se Astori fosse scomparso tragicamente qualche mese fa dove sarebbe ora la Fiorentina. E’ brutto da dirsi, ma se serve la morte di un compagno per motivare un’intera squadra di serie A, è grave. Vuol dire che fino a un mese fa se ne sbattevano un po’ i coglioni o giocavano con la testa e le gambe disconnesse. Detto questo, intanto la Fiorentina supera i nerazzurri di 2 punti e vista l'inerzia sarà dura riprenderli.

 MILAN/SAMP- I guai maggiori però potrebbe arrivare nelle prossime ore, dove tra poco la Sampdoria deve giocare il derby dove ha vinto negli ultimi 3 incontri e portarsi a +2 dai nerazzurri che varrebbero + 3 per via degli scontri diretti, mentre il Milan, in caso in caso di vittoria contro il Sassuolo domani sera, potrebbero volare a +7 e praticamente irraggiungibili.

TRE LEPRI E PANCIA VUOTA- E’ da mesi che scrivo. Attenzione che inseguire tre lepri alla fine si rischia di restare a pancia vuota. Si punti prima di tutto all’obiettivo più fattibile che era quello delle prime 6-7 posizioni in classifica e poi si pensi a divertirsi in Europa League o in Coppa Italia dove il sorteggio aveva condannato i nerazzurri ad una traversata nel deserto senza speranze, soprattutto dopo la vittoria della Juve a Bergamo.

Mentre fin da settembre, si è voluto inconsciamente trascurare il campionato a beneficio dell’Europa LEAGUE che non l’avrebbe mai vinta nemmeno se si fossero ubriacate tutte le squadre dagli ottavi in poi.

ORA I NODI STANNO ARRIVANDO AL PETTINE E NON PERCHE’ io sia un veggente, ma da persona obiettiva, avevo visto a differenza dei talebani del “pota figa an vens ol triculur e la copa”, come stavano le cose realmente.

Sono convinto che se ci si fosse concentrati sul campionato fin da settembre, ora l’Atalanta era forse davanti al Milan. Va beh, ma io ce l’ho su con l’Atalanta, mentre i veri tifosi sono quelli che in tv parlano prima di scudetto e poi di complotti, del palazzo che non vuole l’Atalanta in Europa, di arbitri e var corrotti che favoriscono le grandi. Bravi, continuate a “ragionare” così che poi a maggio si resta con un pugno di mosche in mano.

LAZZARI- Chiudiamo con il mercato. L'esterno della Spal Lazzari ha dimostrato ancora una volta di mertiare palcoscenici più importanti, un giocatore che copre tutta la fascia correndo per 95' avanti e indietro, proprio il giocatore che servirebbe a Gasperini. Da blindare!