Daniele Belotti:"Lascio la Curva dopo 35 anni. Gli ultrà sono caduti in basso". I commenti dal Web

Belotti:"Si sapeva da giorni della manifestazione.Mi sono sempre speso per loro, mi hanno tradito. In Curva il 98% delle persone sono bravi ragazzi".
27.08.2010 15:41 di Luca Ronchi  articolo letto 5552 volte
Fonte: L'Eco di Bergamo
Daniele Belotti:"Lascio la Curva dopo 35 anni. Gli ultrà sono caduti in basso". I commenti dal Web

Indietro non si torna. «Perché quello che è successo è inconcepibile anche per uno che ne ha viste di ogni, come me». L'assessore regionale Daniele Belotti, cuore nerazzurro e verde Lega, dopo la guerriglia di Alzano conferma: «Me ne vado».
Quindi lascia davvero la curva?

«Sì, purtroppo. La prima tessera l'ho fatta a 7 anni. Dopo 35 anni, centinaia di partite e soprattutto dopo averne viste di tutti i colori, me ne vado. Bombe carta, pietre e sassi lanciati a una festa piena di famiglie e di bambini: un livello a cui non ero mai arrivato. Non me la sento più di stare in questo ambiente che ritengo pieno di valori e brava gente, ma che settanta-ottanta ragazzi hanno fatto cadere troppo in basso».


Ed è stata contestata ai vertici la «sua» Lega.
«Gli episodi di violenza li ho sempre condannati. Qui il fatto grave non è l'aver toccato la Lega. Gravissimo è aver toccato un ambiente che non c'entrava niente, con bambini e famiglie».
 

È la prima volta che il Carroccio viene coinvolto in disordini così gravi?
«I centri sociali ci hanno contestato e attaccato in ogni modo. Aggressioni tante. Ma mai così».


C'erano tremila persone alla festa e si è rischiato parecchio.
«Fortunatamente pochi hanno visto quello che stava succedendo perché avveniva dietro al palco. Diversamente sarebbe stato il panico. Per non dire della bomba carta che avrebbe potuto arrivare in mezzo alla gente. Si è rischiato davvero tanto. Una cosa inqualificabile».
 

Però gli ultrà non nascono dal niente, se sono arrivati a tanto è perché se lo sono potuti permettere. E lei a loro è sempre stato vicino.
«In 35 anni di curva che io sia stato vicino a loro mi sembra naturale. Ma qui si è arrivati a un livello inaudito. Ora basta. Io la faccia ce l'ho messa un sacco di volte, prendendo pure un sacco di critiche. Ma solo perché nella curva vedevo valori che andavano sostenuti».


Per questo l'hanno chiamata l'«ideologo» della curva?
«Mi sembra sia evidente una volta per tutte, con Alzano, che non sono né l'ideologo né tantomeno il capo della curva. In tutto questo chi è stato raggirato per primo è proprio il sottoscritto».


Assessore, resta un rappresentante delle istituzioni che, almeno fino a ora, è stato vicino ad ambienti che queste istituzioni le contestano.
«Il fatto di essere vicino ai tifosi con il mio ruolo istituzionale non lo nego: anche ad Alzano ho cercato di mediare, di portare alla ragione, evitando qualsiasi scontro che avrebbe danneggiato pure l'immagine della curva in un momento di grandissimo entusiasmo. Gli ultrà contestavano la tessera del tifoso? Ho cercato di favorire un incontro civile con il ministro. Perché la contestazione nasce da un equivoco: chi ha scontato la diffida, diversamente da quanto si era interpretato, può avere la tessera. Il ministro, devo elogiarlo per la disponibilità, aveva dato il suo tranquillissimo consenso a spiegarlo anche ad Alzano».
 

Comunque le curve sono un bacino di voti.
«No. La curva, soprattutto quella di Bergamo, non fa politica. Qualcuno dice che è un mio bacino di voti. Il risultato di quanto accaduto ad Alzano è la dimostrazione che non è così».


Ha parlato di mediazione. Gli ultrà, nonostante la disponibilità del ministro, hanno negato l'incontro. Si son portati le bombe carta. Cosa è successo?
«Io sinceramente non lo so».
 

Lei era in contatto con loro?
«Se il ministro dà la disponibilità alla mediazione, dall'altra parte bisogna trovare chi viene all'incontro. Ho telefonato su richiesta anche della questura. Cosa sia successo fra le telefonate e quello che abbiamo visto io non lo so».


La curva non risponde più?
«A me non ha mai risposto. E si vede».


Prima il presidio, poi l'assalto di una parte degli ultrà. Alcuni capi storici sono stati visti nella zona delle piscine all'inizio: poi come si sono schierati?
«A me lo chiede? Non so cosa sia successo al presidio. Mentre aspettavo risposte definitive a un incontro che si sarebbe potuto tenere alla fine del dibattito ho rischiato di prendermi una bottiglia in testa. Veda lei...».


Ma chi sono quelli del blitz?
«Nemmeno all'ultrà più accanito si può ricondurre questa azione. Non so chi siano, ma so che la logica ultrà, che può non essere condivisibile ma esiste, dice che non si possono coinvolgere famiglie e bambini. Lo scontro esiste solo con chi lo accetta. I fatti di Alzano sono assurdi anche dal punto di vista della mentalità ultrà».
 

Cosa hanno ottenuto gli autori dell'assalto?
«Penso, dal loro punto di vista, visibilità fra quelli come loro. Il paradosso è che le ripercussioni saranno molto pesanti».


Fin qui il Belotti tifoso. Al Belotti politico la vicenda ha creato problemi con la Lega?
«No. Anche perché io ho cercato di fare tutto il possibile perché si evitassero problemi durante la festa. Ci ho messo la faccia. Per me è stata una pugnalata».


Assessore, ma lei la tessera del tifoso ce l'ha?
«Non solo io. Ho tesserato tutta la mia famiglia, compresi i miei figli di cinque e otto anni».

Atalantanewscom Redazione BELLA INTERVISTA A DANIELE BELOTTI SU ATALANTANEWS.COM:"DOPO 35 ANNI LASCIO LA CURVA"

Alessandro Giovanelli meglio meglio.e chi lo voleva? fo di balè!
Andy Van Doorn ha ragione belotti
Alessandro Giovanelli a me non sta sulle palle perchè ha lasciato quell'intervista li. A me è sempre stato poco gradito sia in curva che in politica e sia come persona . pareri personali :)
Marzio Terzi se c'è la festa della dea è anche grazie a lui.
 Marzio Terzi pota e alura cosa?
Alessandro Giovanelli anche se è grazie a lui che c'è la festa della dea a me come persona non piace e non mi è mai piaciuta.tutto li:) 
Marzio Terzi io lo conosco ed è una bravissima persona. quindi calmo a fare commenti. sicuramente a dato piu lui per la curva che tanti che ci sono adesso.
Alessandro Giovanelli io sono calmissimo ho solo dato un mio parere e quindi come io rispetto il tuo parere tu rispetta il mio.grazie
Marzio Terzi meglio meglio.e chi lo voleva? fo di balè! LO HAI SCRITTO TU. quindi tu rispetta belotti che io rispetto tè
 Alfredo Colleoni Peccato, ci perde tutta la curva nord...
Dario Brunati Belotti da anni è un politico....non piu' un'ultras.
Gli interessa solo la poltrona.
Guido Brambilla Ogni volta che c'erano casini se ne stava li' sulla sua moto sghignazzando senza muovere un dito,ora che gli hanno fatto fare una figura di merda in casa sua con i suoi amici leghisti si indigna...
Vai pure fuori dalle palle Belotti,andrai a... raccattare voti da qche altra parte!
· Atalantanewscom Redazione Era l'unica occasione di avere un filo diretto con le istituzioni. Quante volte vi ha permesso trasferte vietate, grazie al suo intervento? A Milano contro L'Inter se non interveniva lui, si rimaneva a casa. Un conto è l'idea politica, un conto la funzione importante che ha svolto per la curva.
Gabriele Brunelli il mio parere è che la curva nord è diventata veramente una schifezza!!!!! se quella gente di merda che protesta e fa casino non ci fosse sarebbe tutta un'altra cosa!!!!
 Guido Brambilla Dove era tutte le altre partite in cui non ci hanno fatto andare?
Dai mica e' Dio e poi una persona delle istituzioni che e' sempre andata a braccetto con tutti quelli che ora,di colpo,sono diventati delinquenti e terroristi ne avrebbe di co...se da spiegare...
Atalantanewscom Redazione Si, non è il presidente della Repubblica o il dittatore della Repubblica. Ti assicuro che molte volte ha coperto il fondo schiena a molte persone. La condanna dell'episodio di Alzano è unanime senza "se" e senza "ma".
Dario Brunati Non proccuparti Gebriele..... la gente di merda non ci sara' piu'.....
cosi' diventera' uno stadio DI MERDA....pieno di STRONZI MUTI.
Rossella Romano sono d'accordo con te Gabriele se vuoi rikiedi pure amicizia 
Guido Brambilla Certo che ha sempre parato il culo..ai suoi amici! 
Non certo alle 'persone normali' che si beccavano le diffide e poi dovevano pagarsi gli avvocati di tasca loro..
Quanti si sono beccati diffide e qti che se le meritavano davvero no??
Gabriele Brunelli dario...io allo stadio ci vado e canto e non ho mai la voce a fine partita...in curva nord ..quello che dico io è che il tifo è cambiato veramente molto mio papà che è sempre stato in curva mi da ragione ..un coro in curva nord dura mezz'ora e dopo un pò molte persone si stancano e non cantano ....per quanto riguarda la tessera non è giusta ma non bisogna di certo fare ciò che è successo alla festa...
Fabrizio Tiraboschi C'è una sola persona in grado di risolvere la questione Percassi che forte di 16.000 tessere può benissimo fare a medo di 500 non tifosi e lasciarli fuori dallo stadio. Preferisco vedere qualche coreografia e bandiera in meno ma avere la possibilità di andare allo stadio, in futuro con mio figlio, con serenità ed in piena sicurezza !! Presidente aspettiamo un segnale forte come i tanti che fino ad oggi ha mandato.
Dario Brunati Gabriele... se frequenti la curva, e prima di te lo faceva tuo padre, trovo strano che usi il termine gente di merda!!!!! La ns curva è una delle piu' genuine che si possa trovare in italia....no profit ma solo amore x questa maglia... ...non siamo/sono stinchi di santo ma senza quella curva vedrai che tristezza andare al Comunale... anche da primi in classifica. Alla festa è stata fatta una cagata.. sfuggita di mano, ma definire gente di merda ragazzi/uomini che si sbattono tutte le sacrosante domeniche e che coinvolgono uno stadio intero con canzoni e incitamento mi pare veramente da infami. Fino a sabato anke tu eri li con loro a cantare....I tempi sono cambiati, purtroppo, e la gente si adegua, purtroppo.
· Atalantanewscom Redazione ‎@Dario, non fare passare un messaggio che nessuno ha scritto e detto. E' chiaro che stiamo riferendoci al tifo più acceso della curva. Ho migliaia di amici che vanno in curva per i motivi che dici tu e il giorno dopo tornano a pensare alle cose importanti della vita. Quei 200 rifiuti organici della società vanno isolati per il bene del restante 98% dei tifosi veri
Gabriele Brunelli Dario mi scuso...non ho usato le parole giuste ma veramente queste persone solo per rispetto nei confronti degli altri atalantini e del nostro presidente non devono comportarsi in questo modo...
Dario Brunati Io non faccio passare nessun messaggio... commento quello che leggo, da buon rifiuto organico. Anke tu sostieni che il 98% del tifo è "sano"...ahahah sembri un qualsiasi politico o giornalista che allo stadio non ha mai messo piede. L...a parte sana è proprio quella incriminata... cmq non ne voglio piu' discutere, ogniuno ha le proprie idee e passioni. Solo una domanda.... ma quello che è successo con Conte finita la partita non era da condannare???????? Nooooo xkè aveva mancato di rispetto ai bergamaschi, e allora giu' a spiegare i motivi della contestazione. Il 98% del pubblico bergamasco meriterebbe uno stadio come quello del CHievo.... pochi, assenti in trasferta e ridicoli. Mostra tutto
Dario Brunati Gabriele non c'è da scusarsi... certo che messa cosi' è un'altra cosa.
L'amarezza è che probabilmente dopo questa cagata di Alzano la Nord non esistera piu'. Un saluto e ....MAISOLA
Gabriele Brunelli quello mai!!!! 
Atalantanewscom Redazione Se incendiare macchine è il tifo sano...
Perchè dici che non esisterà più la Nord? Se vuoi dirmelo in privato, sai che le fonti nel nostro lavoro vengono e devono essere cancellate immediatamente e riportare solo la notizia nuda e cruda.