Gasp scarica barile sulla squadra. Tifosi spaccati in due: disfattisti contro talebani, ma certi commenti dovrebbero essere esaminati da uno psichiatra. I vostri fenomeni? Tutti rottamati. Gasperini fatti le domande e datti una risposta.

04.09.2018 07:01 di Luca Ronchi  articolo letto 6147 volte
Gasp scarica barile sulla squadra. Tifosi spaccati in due: disfattisti contro talebani, ma certi commenti dovrebbero essere esaminati da uno psichiatra. I vostri fenomeni? Tutti rottamati. Gasperini fatti le domande e datti una risposta.

Premessa. è da un mese che uso un linguaggio come tutti i vostri idoli del giornalismo locale, non uso più un linguaggio volgare e non dò più capre anche a gente che meriterebbe ben oltre, però facciamo un patto: vi avviso in anticipo se leggere o meno certi articoli d'opinione, per evitare attriti, per cui se li leggete poi, sono cazzi vostri, ops, problemi vostri. Ok? Avete cambiato pagina web? Bene, proseguiamo. 

GASPERINI SCARICA BARILE- Premessa  per coloro che poi mi attribuiscono parola mai scritte: Gasperini sulla panchina dell'Atalanta è un fenomeno, pur commettendo come tutti alcuni errori, ma sulla bilancia è chiaro che pesano di gran lunga di più i meriti indiscutibili che i demeriti, però, toglietegli il microfono. 

Ho trovato geniale il commento di un tifoso che ha scritto:"Una cosa è certa, finché Gasperini parla in conferenza stampa, non ce lo porterà mai via nessuno". Ahahaha, un grande. E' così che si dovrebbe vivere il calcio, con sarcasmo intelligente.

Ha ragione da vendere, Gasperini in una grande squadra durerebbe come un gatto in tangenziale, mentre qui si può permettere di fare il fenomeno e di mettere all'angolo presidente, dirigenti e Sartori senza che loro proferiscano verbo. 

LA COLPA DEI GIOCATORI- Quando Gasperini parla di "mancanza sul piano tecnico tattico, non c'entra il contraccolpo psicologico post Copenaghen", è chiaro che sposta le colpe sulla squadra, perchè a livello psicologico chi, se non l'allenatore, deve essere un motivatore, dare la carica, la ferocia agonistica su un gruppo abbattuto? Sia chiaro, se dei giocatori hanno bisogno di uno psicologo, un motivatore o dell'allenatore per sbranare il Cagliari, è la situazione in se che è folle. Se servivano 11 leoni, li avrei trovati in 10' in altrettanti cantieri. I piedi erano quelli che erano, il fiato pure, ma vi assicuro che avrebbero sollevato le zolle. 

Finchè scarichi le colpe su Sartori e Luca Percassi, sono problemi interni ed equilibri che persone intelligenti, sanno gestire, ma se le colpe le scarichi sui giocatori, rischi che ti esploda una bomba in mano. I giocatori sono imprenditori di se stessi come un allenatore, non gli fotte una beata mazza del futuro dell'Atalanta, guardano al loro orticello. Se l'Atalanta vince, ne traggono vantaggio pure loro, se perde, anche il singolo perde valore e interesse sul mercato. Ognuno di loro gioca per cercare un futuro personale migliore, in una big con un ingaggio superiore e se li attacchi, ti si rivolgono contro. Sappiamo tutti che se una squadra non gira, a rimetterci è sempre e solo l'allenatore, per cui fossi in Gasp, starei attento a mettermi contro la squadra, non sono persone disponibili ed equilibrate come Luca Percassi che per il bene dell'Atalanta e il suo investimento, manda giù gli attacchi del fuoco amico. 

LE PROPRIE COLPE- Ci sono allenatori come Gattuso, Di Francesco, Ancelotti etc etc che si attribuiscono fin troppe colpe per proteggere la squadra, mentre Gasperini, non si è mai assunto una responsabilità che sia una e ce ne sarebbero molte da elencare. Molte scelte, alla luce dei fatti, sono risultate una vaccata sportiva e mediatica, basterebbe a volte metterci la faccia, nessuno ti esonera per un po' di umiltà. 

GIUDIZI FOLLI- Io non sono un tifoso, ma se lo fossi, non sarei come quei pazzi scatenati che in 4 giorni sono passati da giudizi dopo Roma tipo:"Pòta figa, andiamo in ciampion" "Visto gufi? Abbiamo due scuadre competitive pòta" "Gasperini òl mago" e via di questi discorsi, a commenti dopo Cagliari come "Gasperini 'ngorantù non arriva al panettone", "Sicuri che abbiamo una scuadra più forte dell'hanno scorso?" Vi rendete conto della follia irrazionale? . Ah, si scrive Champions, squadre, anno scorso, prima che venga accusato pure di stupro alla lingua italiana. 

In mezzo a questi, ci sono i talebani del tifo, a cui Gasperini e i giocatori possono fottergli la moglie che non direbbero nulla. Le critiche costruttive sono un segno di affetto nei confronti di qualcuno, il leccaculismo degli "Yes man", fa solo danni, portando a sedersi sugli allori i giocatori, allenatori, amici della vita di tutti i giorno. 

SOGNO UNA RISPOSTA IN DIRETTA- Poi ci sono quelli che scrivono:"Le Lega non ci vuole in Europa quest'anno". Ma non era il Palazzo? Ora Salvini, oltre all'Italia, non vuole nemmeno l'Atalanta in Europa? ODIO I COMPLOTTISTI SUL NULLA, NON HANNO DIRITTO DI PAROLA.

OPPURE QUELLO CHE SCRIVONO:"Non dite cazzate, Berisha non ha colpe sul gol". A parte il fatto che si chiamano opinioni, caro sfigato da tastiera, se hai la verità in tasca, perchè non sei sulla sedia più alta della Gazzetta dello Sport, di una società di calcio o su una panchina di serie A? Sei opinionista di te stesso.

Infine i soliti che alle critiche sacrosante vi dicono:"Andate a tifare Brescia". Comincia ad andarci tu invece di rompere i coglioni alle persone con un neurone funzionante a differenza tua. Perchè non gli rispondete? Vi fate mettere i piedi in testa da questi mentecatti che abbaiano più forte?

POTETE MANTENERE UN GIUDIZIO INTATTO PER 2 SETTIMANE ALMENO? Non ora che c'è la pausa, ma almeno da metà settembre ad ottobre, non chiedo molto. 

I FENOMENI PER CUI STRACCIARE L'ABBONAMENTO- E' ormai un must la frase "Se vendono Tizio, Caio, Sempronio, strappo l'abbonamento. Viene giù tutto". Per fortuna l'Atalanta esiste ancora e pure più forte, ma per sfortuna ci sono pure ancora questi abbonati. 

Fin dai tempi di Cigarini (nuovo Pirlo... ), passando per Gagliardini, Spinazzola, Cristante, Caldara, le loro cessioni dovevano portare l'Atalanta nell'oblio perenne. Invece i vostri insostituibili, due non sono nemmeno inseriti nella lista Champions di Inter e Juve, Caldara non gioca titolare perchè secondo Gattuso, arrivando da anni di difesa a 3, deve adattarsi a quella a 4. SE UN GIOCATRORE PROFESSIONISTA NON SA GIOCARE in più moduli, è meglio che si dia al Taglia&Cuci. Cristante gioca pochissimo e Kessie non è certo Modric.  Cercate di capire che l'Atalanta è maestra a cedere zerbini spacciandoli per Tappeti Persiani e ce ne accorgiamo sempre a truffa legalizzata avvenuta. 

GAPSERINI- Chiudo di nuovo con Gasperini che dà ogni giorno materiale di discussione. Un giornalista, per lavoro, pone domande di interesse generale non per lui, a cui se gioca Gomez o meno, non gli può fregare una beata mazza, ma per fare da unione tra società, squadra e tifoso. La domanda del giornalista, è quella che vorrebbe porre un tifoso, ma Gasperini su alcune domande, si irrita e non risponde, dando mandato all'addetto stampa di vietare alcune domande. 

Perfetto, allora caro Gasp, visto che non gli viene chiesto cosa pensa dello sforamento del 3% del rapporto Defici/PIL o della Flatr Tax, si faccia le i le domande e si dia le risposte poi le fa pubblicare.