Gasperini e Caldara live da Lione:"Non siamo qui solo per partecipare, vogliamo andare avanti"

 di Luca Ronchi  articolo letto 2168 volte
Gasperini e Caldara live da Lione:"Non siamo qui solo per partecipare, vogliamo andare avanti"

Alla vigilia della partita dell’Atalanta  Lione che potrebbe valere un piede ai sedicesimi, Gasperini appare sereno e fiducioso.

Mister, come fa l’Atalanta a vivere tutte le partite allo stesso modo
“Noi viviamo tutte le partite di coppa con entusiasmo, ma non solo per partecipare. Come abbiamo fatto con l’Everton, ci affacciamo a questa competizione con umiltà, rispetto ma pure ambizioni di raggiungere i nostri obiettivi”

Stadio bellissimo, grande squadra, riuscirete a pensare solo al Lione e non alla Juve
“Sicuramente si, per noi è una manifestazione importante, vogliamo giocarla al meglio delle nostre possibilità. Contro una squadra forte, ma anche noi rappresentiamo il calcio italiano e vogliamo fare bene”

Mister, la Juve ha battuto il Lione proprio qui, poi il Lione ha segnato 16 gol in Europa. Come avete idea di contrastarli
"Per loro parlano i risultati ottenuti nella passata stagione. Hanno inserito qualche giovane, sono forti, siamo capitati in un girone difficile, ma poi è il campo che dice la verità. Dopo la prima giornata, per noi sarà molto importante fare risultato per il passaggio del turno"

Fekir ha detto di non conoscere Gomez, mentre il loro allenatore vi ha visionato restando impressionato. lei li conosce, come lo giudica?
"Squadra di assoluto valore, tra le migliori d'Europa, devi sbagliare molto poco, restare molto concentrato, ma anche avere la forza di contrastarli e riproporti, non dobbiamo subirli passivamente. Sappiamo di giocare contro una squadra di valore, ma abbiamo affrontato squadre in Italia di grande valore. Fekir è un giocatore molto forte come molti altri"

Loro hanno già l'esigenza di fare risultato, potrebbe essere un vantaggio? Loro sembrano quasi snobbarvi
"Sul fatto che ci conoscano meno, ci può stare, non partecipiamo alle coppe da 26 anni e non hanno mai giocato contro di noi. Sul fatto di non conoscere Gomez, quando giocherà con maggior continuità in Nazionale si farà conoscere. Sapevamo di arrivare da sconosciuti, speriamo di farci conoscere in campo"

Che effetto le fa la prima trasferta europea
Caldara:"Una bellissima emozione, essendo bergamasco sento la competizione ancora più di altri, so cosa vuol dire per i nostri tifosi giocare in Europa, faremo una partita di sacrificio, cercando di giocare da squadra e fare risultato"

Mister, dobbiamo aspettarci il turn over? Caldara, l'unica partita in cui non avete preso gol è stata con l'Everton, ci vuole maggior attenzione
GASP:"Per quanto riguarda domani, abbiamo solo la defezione di Toloi, per il resto valuteremo Ilicic, ma l'assetto è già deciso"
CALDARA:"Ne abbiamo parlato, dobbiamo restare concentrati per 95?, soprattutto in Europa contro una squadra così improtante"

Cosa conosce del Lione che l'anno scorso è arrivata in fondo?
CALDARA"Hanno molta corsa, dinamicità, soprattutto in attacco. Hanno molta esperienza e l'anno scorso con la Roma hanno fatto uan grande partita. Cercheremo di tenere fino alla fine sfruttando i loro punti deboli"