Gasperini si scusa:"Ho dato un brutto esempio". L'obiettività ha sempre ragione. Le scuse per pararsi il .....Senza video non l'avrebbe mai fatto. Gli insulti ai tifosi della Samp ancora più gravi. E il Napoli...

11.03.2019 17:31 di Luca Ronchi   Vedi letture
Gasperini si scusa:"Ho dato un brutto esempio". L'obiettività ha sempre ragione. Le scuse per pararsi il .....Senza video non l'avrebbe mai fatto. Gli insulti ai tifosi della Samp ancora più gravi. E il Napoli...

E il giorno dopo, Gasperini si scusò! Però in queste ore, il sottoscritto è stato insultato e minacciato come sempre dai soliti trogloditi invasati. Bastava vedere le immagini per vedere che quella che voi tifosi schiavi avete definito "Una spintarella", è stato un pugno a mano aperta tra petto e collo del povero dirigente che non ostruiva nessuna strada a Gasperini, ci passava un Tir. Se poi gli ha detto qualcosa di offensivo, questo non lo può sapere nessuno se non i presenti. E' stato un gesto ignobile da punire pesantemente per tutelare l'immagine della società, non certo dei tifosi verbalmente violenti, rancorosi, acidi, carichi d'odio nei confronti di tutto e tutti, quelli che mi schifano solo se aprono BgNerazzurra. State lontano, non fa per voi. Invece mi tocca constatare 4.200 visite medie giornaliere. Mistero. Se avessi voluto lucrare sulla pelle dei dementi, oggi sarei milionario. Gasperini è l'allenatore perfetto per questo ambiente, mentre i tifosi dell'Atalanta che dico io, quelli con cui mi piace conversare di calcio e di Atalanta,  hanno subito condannato il gesto di Gasperini senza se e senza ma. Purtroppo sono mosche bianche di un tifo pessimo come pochi in Italia. Pure sul rigore, i veri tifosi hanno detto esattamente quello che ho scritto:"RIGORE GIUSTO E INGENUO". L'HA SCRITTO PURE SERINA!! Però sono io quello contro l'Atalanta solo perchè dico la verità. Chi vi gratta la pancia, guadagnando sull'ignoranza del tifo, sono quelli che vi prendono poi per il culo alle spalle. 

ABBASSARE I TONI- Si era chiesto cortesemente di abbassare i toni dopo la morte del tifoso interista a Santo Stefano. Dopo 2 giorni di soliti proclami, indignazione, "Mai più", tutto è tornato alla folle normalità del circo pallonaro. Dirigenti e allenatori ultras che per nulla aizzano gli animi dei dementi. Gasperini ha smentito gli stessi tifosi che hanno scritto:"Ce l'hanno su con noi", "Sempre contro di noi". Ma state zitti, abbiate un minimo di dignità e fatelo per i vostri poveri figli ignari di avere padri così idioti. 

E' allucinante che dopo una partita bellissima, giocata benissimo, si è parlato e si parlerà solo del rigore di Gomez netto, tranne per voi complottisti, e del gesto folle di Gasperini. Immagino la gioia dei giocatori stessi nel sentire questi ragli.

DETTO QUESTO, Se non ci fosse stato il video, con cavolo avrebbe chiesto scusa, l'ha fatto per pararsi il culo da un' eventuale pesante squalifica. Tant'è che aveva definito come una "sceneggiata" la reazione di Ienca. Ripeto, ottimo allenatore per una provinciale, ma pessimo esempio di sportività in tutto. Si scordi una grande, dove cercano uomini prima che bravi allenatori.  

INSULTI- E LA COSA PIù GRAVE sono gli insulti rivolti ai tifosi della Samp. Se l'avesse fatto un allenatore a Bergamo rivolto alla Curva o tribuna, sareste scesi in campo. 

GATTUSO- Qualche infame da tastiera sta già aspettando la sentenza del giudice sportivo su Gattuso, pure lui espulso. Dico a questi luridi fetenti che gioiscono per le disgrazie altrui che Gattuso ha battibeccato con Meggiorini e che a fine partita, lo stesso giocatore ha chiesto scusa accollandosi le colpe. Gattuso è uscito dal campo in silenzio come un cane bastonato. Se gli danno una diffida e multa è già tanto. LEGGETE ALMENO QUALCHE notizia di calcio che riguardano altre squadre prima di vomitare odio e sentenza con pregiudizi ignoranti. Non vi viene il mal di testa per due righe di Gazzetta. 

NAPOLI- A proposto di errori arbitrali, ieri il Napoli si è visto negare un rigore netto su Milik contro il Sassuolo. Dunque per voi il Sassuolo è una grande? OGNI DOMENICA SIETE SMENTITI IN OGNI CAMPO, MA CONTINUATE IMPERTERITI CON LE VOSTRE SEGHE MENTALI. 

Dopo Sampdoria-Atalanta e le polemiche che sono seguite dopo la sua espulsione, arriva la dichiarazione dell’allenatore nerazzurro Gian Piero Gasperini: «Non sono orgoglioso dell’esempio dato ai giocatori, alla Società e a tutti i tifosi di calcio. Sono davvero molto dispiaciuto per quanto è successo domenica a Genova e per tutte le polemiche che ne sono derivate e che hanno fatto passare in secondo piano l’importante risultato sportivo raggiunto dopo una partita coinvolgente e disputata ad alti livelli da entrambe le squadre».

A questa dichiarazione è seguita anche quella del presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, che in un’intervista a Samp Tv ha dichiarato: «Mi dispiace che un allenatore come Gasperini possa aver avuto una reazione così, anche a livello verbale. Non è un atteggiamento sportivo perciò dico con fermezza che noi non possiamo andare avanti in questa maniera. L’Atalanta è una grande squadra, ha vinto la partita, Gasperini è stato espulso da un signor arbitro: doveva ringraziare e uscire dal campo, non mettersi a discutere e alzare le mani contro un dirigente della Sampdoria. Gasperini, ha sbagliato».